Amministratrice @unteconlapalma · Cinema · Collaborazione - Casa Editrice · Genere · Recensione

Recensione – Cult – Multiplayer Edizioni

Scheda Tecnica

  • Titolo: Cult
  • Sottotitolo: I film che ti hanno cambiato la vita
  • Autori: Luca Liguori, Antonio Cuomo e Giuseppe Grossi
  • Prefazione: Lorenza Di Sepio
  • Editore: Multiplayer Edizioni
  • Data pubblicazione: 28 novembre 2019
  • Copertina flessibile: 280 pagine
  • Dimensioni: 12 x 1 x 24 cm
  • Genere: Guida cinematografiche
  • Cartaceo: 16,05 euro

Trama

“Che tu sia un cinefilo esperto o semplicemente alla ricerca di nuovi film da (ri)scoprire, hai in mano il libro giusto!” – Lorenza Di Sepio

Tutto il cinema che ha lasciato un’impronta indelebile nella nostra vita. Personaggi iconici, frasi memorabili, sequenze indimenticabili e tanto altro in cui sei inciampato almeno una volta nella vita. Al fianco di grandi successi, ecco anche pellicole di nicchia, clamorosi flop e opere bocciate troppo in fretta da critica e pubblico. Tutte rigorosamente cult, dalla prima all’ultima. Basta con Viale del tramonto, Ombre rosse, I sette samurai, Lawrence d’Arabia, La finestra sul cortile. Qui non troverai niente di tutto questo. Perché sarebbe troppo facile rispolverare i soliti grandi classici della settima arte, ormai imparati a memoria come fossero una filastrocca cinefila. No, in questo manuale abbiamo voglia di film cult. Ovvero il cinema che ha lasciato impronte indelebili, frasi memorabili, sequenze indimenticabili, immagini, locandine e personaggi in cui sei inciampato almeno una volta nella vita. Un cinema non sempre fortunato, a volte troppo in anticipo per essere compreso e apprezzato. Un cinema d’avanguardia, coraggioso, di rottura, che si è appellato al passare del tempo per conoscere la meritata gloria. Così, al fianco di grandi successi, ecco anche pellicole di nicchia, clamorosi flop, opere bocciate troppo in fretta da critica e pubblico. Siamo qui per rimediare, chiedere scusa e riscoprire il lato fiero del cinema più popolare e apprezzato e amato da tutti. Orgoglioso di essere cult. Prefazione e vignetta di Lorenza Di Sepio.

Recensione

Siete amanti dei film? Desideri avere un libro che raggruppa tutti i film che hanno dato le basi del cinema? Ecco una piccola perla che non può mancare nella vostra libreria. Come identificato dallo stesso titolo “Cult. I film che ti hanno cambiato la vita ecco a voi un volume fatto per farvi scoprire film pieni di curiosità e colpi di scena.

Raggruppato da tre personalità specializzate in merito, abbiamo una vasta scelta di film scelti per “contesto storico”, svolta sociale, moda (stilistica) e concettuale. Un viaggio fatto di scoperte e riscoperte, trovate volti e attori iconici prova una certa felicità elettrica perché consapevoli del loro ruolo nella società. Must have che ognuno di noi non può esimersi dal conoscere.

Per aiutare anche i più inesperti, gli autori hanno scelto di “illustrare” ogni singolo film tra casting, frasi e scena cult, backstage, cosa ci rimane e soprattutto un rapido riepilogo del codesto film. Scoprire tutti i retro scena è molto entusiasmante perché aiuta ad affezionarsi ulteriormente a film che hanno lasciato il segno per noi. Attori rimasti nella storia per una singola battuta oppure un’azione talmente iconica da non esser più dimenticata.

La parte più divertente è scoprire tutti i titoli dei film presenti sulla copertina tra indizi vari e oggetti velatamente nascosti.

Non abbiate paura, ce ne per tutti i gusti e generi, esposti attraverso una grafica accattivante, minimal ma intuitiva tra illustrazioni di personaggi visibili anche all’occhio meno allenato. Ho scoperto tantissimi eventi e titoli, al di fuori dalla mia confort zone, mostrandomi un’aspetto molto diverso dallo schermo solito. Ottima idea regalo se amate fare bella figura e lasciare sbigottiti i presenti.

Non preoccupatevi neanche del linguaggio utilizzato perché cerca di unire professionalità alla semplicità, unendo un pubblico ampio e appassionando anche i meno pratici di pellicole. Da spulciare da soli e in compagnia come mezzo di gioco e spettacolo, tra pop corn o cioccolata calda, spaziando verso nuovi film a suon di: Cult!!!

La cosa divertente è scoprire quanto questi determinati film hanno marchiato la nostra storia e spostato correnti a suon di colonne sonore e battute epiche, mostri indescrivibili e balli indimenticabili. Un modo carino per far avvicinare anche i più giovani a pellicole troppo lontane da loro e il consueto abbonamento a Netflix. A tratti mi sono sentita a casa, in un mondo che capisce la mia voglia di sapere e fattibile per tutti. Perfino mio padre ha indagato su alcuni titoli di suo interesse.

Frase Cult di Pretty Woman:

“Dimmi solo un nome di una a cui è andata bene”
“Quella gran culo di Cenerentola!”

Cosa ci rimane di Scream: La maschera, la voce camuffata, la domanda sull’horror preferito, il citazionismo sfrenato e l’essenza metacinematografica dell’intreccio. Tutti elementi che hanno caratterizzato non solo l’intera saga di Scream, ma l’intero filone slasher degli anni successivi. Nessuno è mai riuscito a raggiungere le vette del primo film, nemmeno Wes Craver stesso.

Frase Cult di Frankenstein Junior:

“Lupo ululà e castello ululì”

Alla prossima dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...