Amministratrice @unteconlapalma · Poesia · Recensione

Recensione – Le poesie si possono disegnare – Giulio Mosca

Buongiorno fanciulli, oggi parliamo di un libro che, appena scoperto in libreria, ha scaturito in me estrema curiosità. Il concept di unire poesie e disegni ha illuminato la mia mente perché era un’idea che maceravo da tempo ma, sostanzialmente non avevo il coraggio.

Ho scoperto così il mondo di Giulio Mosca con la sua trasposizione cartonata nel personaggio “IL BAFFO”. Il suo alter ego è molto conosciuto su Instagram con il nickname @ilbaffogram, dove vengono raccontati con fumetti, la vita o concetti estrapolati dalla mente di Giulio.

Scheda Tecnica

Trama

«Siamo tutti dei libri, aperti o chiusi, storie senza capo né coda. Anzi, meglio: siamo tutti lo stesso libro, ma non ce ne accorgiamo.»
Certe volte le parole non bastano a descrivere l’intensità di un attimo, la potenza del primo amore, la forza di un’amicizia, il panico che ti corrode quando meno te lo aspetti. Certe volte le parole non bastano, ma si può provare a dar loro una forma. Si possono disegnare.
«L’unica parte matura di me è il cuore.»

Recensione

La prima domanda, più che lecita, è: viene prima l’uovo o la g…ops…perdonatemi…volevo dire…viene prima il testo oppure le immagini? Come si organizza e “interpreta” questo libro?

[Io vi scrivo un po’ di cose mie, e le divido in capitoli. Ciascun capitolo è dedicato ad un tema specifico e mi è piaciuto pensare a questo quaderno di pensieri come se fosse la storia di una vita. La mia, la vostra, quella di chiunque.]

Da buona pazza (che sono) vi svelo che questo libro è stato letto a istinto. Giorni (identificati come normali) ho letto senza seguire una logica, e viceversa. Questa tipologia di lettura ha permesso di vedere e percepire in maniera sempre mutevole ogni pagina.

Il libro viene suddiviso in sette capitoli che, inizialmente, narrano la vita di Giulio fatta di confronti costanti con adulti e società.

[Se ripenso a me bambino mi colpisce una sensazione vivida, particolare, che non ho provato più in seguito.
L’attenzione con cui guardavo i cartoni animati.]

Un percorso fatto di consapevolezza celata dalla giovane età e la voglia di scoprire il mondo prima di essere soffocati da esso, schemi decisi e incondizionati.
Successivamente vengono pizzicati molto variegati, visti con un’occhio clinico, per non dire cinico, pungente e maledettamente veritiero.

[Non scuotere la testa, non pensate che io avessi chissà quali superpoteri che a voi mancano, o chissà quali aiuti.
Tutti possono seguire il proprio sogno. La cosa davvero difficile, infatti, non è realizzarlo, ma riconoscerlo!]

Il linguaggio cristallino delle illustrazioni, amplificate da colori complementari, tende a incoraggiare lo sguardo del lettore in ogni situazione.
Perché non potete sperare di “vivere” se non siete capaci di “vedere o sentire”.

[Il confronto è il mio cruccio e il mio punto di forza. Soffro sentendomi inferiore agli altri, miglioro per superarli.]

Cosa dire di questo libro?
Alla fine ho percepito un forte senso di sconforto nella penna (il cuore) di Giulio, non sono riuscita a capire pienamente se si tratta di una critica ai più giovani in generale oppure all’utente generale, il target finale.

Mi spiego meglio, ci sono momenti dove si percepisce un messaggio rivolto ad un pubblico vario e, in altri casi sembra un rimprovero allo stesso scrittore. Può destabilizzare ad un occhio inesperto, per me ha solo aggiunto pepe al tutto.

Interessante pubblicazione, idea vincente e argomentazioni taglienti al punto giusto. Consigliato, ottimo acquisto e spunto d’ispirazione.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...