Recensione – Fight or flight 1# – Filippo Barbanti

Essere maschio significava avere sempre il coltello dalla parte della lama e i piedi affondati in sabbie mobili di sottomissione.

Scheda Tecnica

  • Titolo: Fight or flight
  • Serie: World of women
  • Volume: 1
  • Genere: Fantasy, Distopico
  • Editore: ‎Bookabook
  • Data pubblicazione: 25 febbraio 2022
  • Copertina flessibile: ‎407 pagine
  • Cartaceo: 19,00 euro
  • Ebook: 6,99 euro
  • Kindle Unlimited: disponibile

Trama

Nel 4021, il mondo è un posto molto diverso da quello che conosciamo. Gli uomini non rivestono più cariche di maggior autorità rispetto alle donne, anzi: sotto il controllo della Strega, le donne detengono il potere e gli uomini sono trattati come esseri di serie B. Gli unici a desiderare la parità sono gli Outsiders, un gruppo di ribelli che lotta contro la Strega. L’unica speranza di sconfiggerla risiede in un ragazzo dai poteri straordinari, Phil, che potrebbe essere la chiave della salvezza o la fonte della rovina.

Biografia

Filippo Barbanti nasce a Pesaro nel 1993. Scrive storie fantasy, fantascientifiche e horror da quando ne ha memoria, ma è solo dopo la laurea magistrale che decide di dedicarsi seriamente alla scrittura. “Fight or Flight. World of Women”, primo volume della saga omonima, è il suo romanzo d’esordio.

Recensione

Siamo talmente stupidi che forse ci meritiamo un Mondo così. Il pensiero gli balenò in mente come un lampo di coscienza, ma era troppo tardi.

Cosa succederebbe se il mondo fosse governato dalle donne e l’uomo diventerebbe solo un mero oggetto servizievole? Ecco il concept di questa favolosa serie che non potete evitare di leggere…ok, forse sto gonfiando troppo le aspettative? Allora ci devo mettere il maggiore enfasi perché il caro Filippo Barbanti ha deciso di intraprendere uno dei più difficile, se non arduo compito, di immedesimarsi in una donna, falla regnare e restare come sfondo maschile, nel mondo più ipoteticamente coerente della storia. Anche se si tratta di un distopico, con un pizzico di fantasy e fantascientifico, avrete modo di intraprendere un viaggio fatto di ricerca, inventiva e una dose massiccia di masochismo ahahah ebbene Filippo non sai ancora in che guaio ti sei cacciato. Parlando di una serie, vi anticipo che non tutti i “cerchi” verranno chiusi, ma Fight of Flight è un giusto compromesso tra trama, personaggi e dinamiche…quattrocento pagine di pura magia. Veniamo a noi.

Gli uomini erano arrivati al punto di temere quando il loro sguardo incrociava quello di una donna per strada.

Phil è il protagonista di questa (s)fortunata storia, nato nell’epoca sbagliata, costretto a seguire una dirigente prassi di comportamento e “ruolo”, consono sulla terra nel 4021. Una società composta principalmente da donne, per non dire totalmente, costruisce uno piramide di piccole regole salde che compongono la vita di ogni componente terrestre…e non… soprattutto nei confronti della tecnologia che viene utilizzata per facilitare alcuni compiti, senza mai superare il proprio limite, diventando decorativo e non primario. In questo oscuro sentore di guai, si colloca Phil, palesemente personaggio primario della storia, troppo cocciuto per notare le cose, vive la sua vita giorno dopo giorno rimanendo il più possibile nei margini della legge. Ma, il suo corpo cambia e le regole sono fatte per essere disubbidite e generare una serie di eventi, atti a portare alla luce la verità su questa idilliaca, quanto perfetta società…considerando il pensiero di ogni femminista sui social. Cosa potrà fare un singolo uomo, circondato da un popolo al femminile?

Una donna potete era morta; lui l’aveva uccisa, per sbaglio, certo, ma era stato comunque la causa del suo decesso. Era garantito: stavano arrivando. Nel giro di pochi minuti sarebbe stata davvero la fine. Stavano arrivando.

Cosa ne penso di questo libro? Reputo che Filippo sia un genio ma allo stesso tempo, un pazzo. Proprio considerando un mondo fatto da regole dettate da donne, ha costruito un personaggio molto altalenante…mi spiego meglio…proprio per la sua peculiare personalità, Phil tende ad allinearsi verso un carattere solitario, particolarmente egoista e non molto propenso ad ascoltare i consigli altrui, tanto da rischiare molte volte e coinvolgere altre persone. Il suo stesso potere, risulta rispecchiare l’instabilità del giovane, tanto da incuriosire il lettore per la legge degli opposti. Quante volte siamo stati abituati ai supereroe perfetti, bellissimi e intelligentissimissimi? Direi fin troppo…ecco l’autore ha scelto di umanizzare questo stereotipo creando una perfetta fusione tra goffo, intuitivo e dinamico. Mentre Phil sbaglia, il lettore empatizza, entra nelle situazioni e capisce (dando il giusto peso) il vero problema di questa società fintamente luccicosa.

Tralasciando alcune peculiarità “magiche” del ragazzo…ps: come già anticipato all’autore: tutto è stato già detto, tutto è stato già fatto…l’essere originale non è più una prerogativa di lettori come la sottoscritta perché cerco la ciccia…la sostanza…il cuore di un libro e cavolini questo primo volume ha tutto… Punto di forza tra tutte è il rapporto tra le persone. Difficilmente riusciamo a socializzare in questa epoca tanto social, contraddizione per eccellenza perché dovremmo essere più “confident” ora che tanti anni fa, ebbene Filippo cerca di razionalizzare tutto ed eliminare quel ruoto tecnologico che ruota intorno a noi. Il “rapporto” con le persone, che siano buoni o cattivi, diventa autentico con tutte le sue sfaccettature e comporta il giusto tempo, motivo per il quale stra-consiglio tanti post-it e appunti. L’autore ha scelto di proiettarvi ogni piccolo e millesimale dubbio, proiettato nel libro…e ne rimarrete colpiti…tanto…troppo… (tranne per qualche svista/refusi, ne sarete rapiti).

Vi consiglio questa serie perché merita ogni singolo neurone che avete e comprenderete quanto siamo maledettamente fragili, migliorabili e tanto ma tanto soli. Questi non sono difetti ma punti di partenza per essere persone migliori e perché no, anche dei supereroi…che ne dite? Ci state?

Alla prossima dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...