Recensione – Sarà inverno in primavera – Martina Pistininzi

Viviamo secondo il nostro orologio, che non è mai in ritardo e mai in anticipo. A volte, ci sembrerà di sta perdendo tempo, ma, in realtà, siamo proprio sul punto in cui il nostro orologio si è fermato.

Scheda Tecnica

  • Titolo: Sarà inverno in primavera
  • Autore: Martina Pistininzi
  • Editore: ‎Cherry Publishing
  • Data pubblicazione: 11 novembre 2021
  • Genere: New adult
  • Copertina flessibile: ‎278 pagine
  • Genere: New adult
  • Cartaceo: 14,00 euro
  • Ebook: 4,99 euro
  • Kindle Unlimited: disponibile

Trama

Dicono che quando il caos ci travolge non ci avvisa, lo fa e basta. Io dico che siamo noi a non saper leggere i segnali che ci manda, che se avessimo prestato più attenzione avremmo potuto evitare tante catastrofi.

Dopo una vita passata a studiare, senza mai fare cose troppo divertenti, per Amber è finalmente giunto il momento di raccogliere: insegnare in un’università prestigiosa come Stanford, a soli venticinque anni, è un traguardo che ben pochi possono vantare sul proprio curriculum. Con una macchina carica di sogni – e di libri – ha inizio il suo viaggio in California. Ma il destino ha uno strano senso dell’umorismo, e gli uomini sono solo pedine sulla grande scacchiera della vita. Una perdita, un incontro. Potrà l’amore trasformare l’oscurità in luce?

Recensione

Non può essere un peccato essere felici.

Buongiorno fanciulli e bentornati in questa nuova recensione commovente e piena di emozioni, si consiglia una dose di camomilla calda, un pacco di kleenex e tanta predisposizione a provare un vortice di sensazioni diverse. Non lasciatevi forviare dalla trama vaga (anche perché qualsiasi dettaglio in più avrebbe spoilerato mezzo libro), perché questo libro zitto zitto ha saputo porre le giuste domande, al momento giusto. Veniamo a noi.

Com’era possibile che mi sentissi la protagonista sia di un sogno che di un incubo?

Vorrei proprio iniziare dalla fine di tutto…lasciando vagare le parole, senza fermarsi troppo alla forma ma concentrandomi solo sulla sostanza. Martina Pistininzi sei una bomba…ok, troppo d’impatto? Allora volo basso. Sarà inverno in primavera è la storia di ognuno di noi, io in primis mi sono resa palesemente conto del significato di questo libro, solo alla fine dello stesso. Da una parte ho pianto come una matta perché ho compreso cosa sono diventata, grazie a tutto quello che in passato ho vissuto e ancora oggi vivo. La vita di una persona è un susseguirsi di prove, più o meno piacevole, più o meno difficili, senza mai sapere quando inizia e quando finisce, consapevole delle infinite possibilità generate. Sentirsi abbattuti è normale, non bisogno mai dimenticarci che siamo umani, abbiamo un cuore e il nostro fisico riporta a galla tutte le cicatrici della storia. Amber è la chiara trasposizione dell’attuale situazione di ognuno di noi, dell’influenza dei social e quelle dinamiche decisive che arricchiscono il cuore o devastarlo.

Esistono due tipi di verità: quelle semplici, che sono dati di fatto e pensare diversamente sarebbe quasi assurdo; e quelle scomode. Le verità scomode sono quelle che non vorresti mai sentire, non perché non sono vere, ma perché sono così vere da fare male.

Martina ha scelto di parlare con il cuore, allontanando dalla scrittura ogni forma di consueta “sicurezza”, destabilizzando non solo il lettore, ma la persona che si cela dietro, smuovendo ogni singola corda presente. Raccontando la storia di Amber, ha scelto di mostrarci la nostra più grande fragilità e ricordando la necessità di non rimanere mai soli. Non parlo di egoismo per vivere di complimenti altrui, ma quella sana voglia di scoprirsi e riscoprirsi ogni giorno una nuova versione di noi. Vivere attraverso gli occhi della persona vicino a noi, ci aiuta a togliere quel velo di abitudine del quale ci circondiamo, e concretizzare quella voglia di cambiamento che ognuno di noi possiede…bisogna solo capire quanto coraggio abbiamo per buttarci nella mischia.

Il destino ha uno strano senso dell’umorismo. Mette sul tuo cammino una persona – chissà con quale criterio – e la lega alla tua vita con un doppio nodo inglese, uno di quelli che non sciogli a meno che non lo tagli. E se lo tagli, crolla tutto. Una sola persona che stravolge ogni cosa. Non è da folli mettere tanto potere nelle mani dell’uomo? È folle. La vita lo è. L’amore.

Raramente trovo autori che alla prima pubblicazione, spazzano via ogni mia certezza, Martina è riuscita in meno di 300 pagine ha rivoltarmi come un calzino, farmi piangere anche l’anima e sentirmi più forte di prima, coraggiosa e rinata. Non mi affezionavo così tanto a due personaggi, da tantissimo tempo ma Sia il percorso travagliato di Amber, che la dolcezza di Nathan, meritano tutto il mio sostegno e incoraggiamento perché ricordano ad ognuno di noi, che la vita ci segna per un motivo.

Ti sembrerà di aver perso tempo, di restare fermo nella stessa posizione di sempre, di non riuscire ad avanzare, nonostante le tue braccia siano stanche per gli sforzi compiuti.
Ma, quando meno te l’aspetti, ecco che sarai in grado di fare un altro passo, ancora.

Avere un libro che trasmette vibrazioni costanti, scritto in maniera scorrevole e mai “pedante” è un traguardo veramente incoraggiante per me. Lasciare fluire le parole dentro di noi, è l’obiettivo primario di un libro e l’autrice ha tutte le capacità per farlo. A quando il prossimo libro? Ovviamente se non si era abbastanza capito, super consigliato per tutti voi.

Alla prossima dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...