Review Party: Dalla mente al cuore – Penny Reid

Buongiorno splendori! Come state? Oggi sono qui a parlarvi dell’ultima pubblicazione firmata Always Publishing, ovvero un libro che era atteso, scritto da un’autrice molto amata: Dalla mente al cuore, di Penny Reid! Basta chiacchiere, vi lascio al mio pensiero…

Titolo: Dalla mente al cuore
Autrice: Penny Reid
Serie: Che barba, l’amore! #4
Data di pubblicazione: 03 marzo 2022
Genere: Contemporary romance
Editore: Always Publishing
Ebook: €4,99
LINK D’ACQUISTO

Tutti a Green Valley, Tennessee, conoscono i sei fratelli Winston con le loro magnifiche barbe, la loro ingiusta dose di fascino e carisma… e la loro tendenza ad usare questo fascino per le malefatte. Beau Winston è il più galante tra i fratelli Winston. Esperto meccanico, attraente e affabile, Beau è benvoluto da chiunque. Tranne che dalla nuova aiutante, con l’aspetto di una fotomodella, che il fratello Cletus ha deciso di assumere nella loro officina. Shelly Sullivan è l’opposto di Beau sotto ogni punto di vista: non è mai affabile, non è mai gentile e tiene tutti alla larga con occhiatacce e modi burberi. Dietro l’aspetto e i modi peculiari di Shelly, però, si nasconde un enigma: è una ragazza che non sopporta di essere toccata dalle persone, abbraccia solo il suo cane e raddrizza e lucida ogni singolo attrezzo dell’officina Winston. Con l’imminente partenza del suo gemello e alleato Duane a impensierirlo, Beau in più si ritroverà a gestire l’officina di famiglia con l’aiuto dell’unica donna che riesce a tirar fuori il peggio di lui e che vorrebbe lontano dalla sua vita, dalla sua attività e lontano da Green Valley. Eppure, man mano che Shelly rivela di più di sé, Beau non riesce a evitare di farsi catturare dalla complessità di questa ragazza peculiare e scontrosa quanto bella. C’è qualcosa, nella sua stranezza, che lo spiazza e intenerisce allo stesso momento. Riuscire a scalfire la corazza con cui Shelly si protegge dalle sue paure interiori e arrivare al suo cuore, però, si rivelerà per Beau una prova d’amore ardua, una che solo un Winston può superare.

Dovete sapere che ho sempre avuto un debole per questa serie e anche per la scrittura di Penny Reid, ma l’ultimo volume mi aveva un po’ lasciato l’amaro in bocca… non so, per la storia di Cletus avevo delle aspettative troppo alte, e questo – purtroppo – mi ha portata ad avere quasi paura a iniziare la storia di Beau. Ma se non l’avessi letta mi sarei persa un piccolo capolavoro, perché Dalla mente al cuore mi ha stregata letteralmente.

Questo volume non parla semplicemente di una storia d’amore, l’autrice ha dato vita a due personaggi non perfetti, con tante maschere, dei problemi… eppure ha reso tutto ciò speciale, unico. Ha creato dei personaggi unici che ho adorato.

Se da una parte abbiamo Beau con il suo sorriso, la gentilezza, quell’animo più fragile di quanto si possa pensare, dall’altra abbiamo Shelly, così particolare, con le sue ossessioni e la convinzione di essere sbagliata.

La Reid mi piace come scrive, riesce ad amalgamare tanti argomenti e lo fa con leggerezza, a volte anche simpatia – perché con la famiglia Winston non si può non ridere o sorridere – ma riesce anche a trattare temi importanti, da non sottovalutare, con una delicatezza e chiarezza che è quasi invidiabile.

Beau è l’altra faccia del suo gemello: sempre con il sorriso, che mette sempre gli altri al primo posto, sempre disponibile… ma si tiene tanto dentro di sé. Per la sua famiglia farebbe di tutto, anche a costo di sacrificarsi. Ma questo è un concetto che si capisce che non si ferma semplicemente a loro, perché mette anche degli sconosciuti prima di sé stesso. Lui non crede di non essere abbastanza, lui vuole essere d’aiuto, sa di poter essere quello di cui gli altri hanno bisogno e mi è piaciuto perché questi suoi comportamenti sono spiegati, hanno una motivazione. La Reid gli ha lasciato spazio per crescere, perché in questo libro gliene accadono tante, deve far fronte a tante situazioni che lo scombussolano e che per forza di cose lo portano a dover camminare solo sulle sue gambe. E il bello è che tutto il processo viene visto, vissuto dal lettore e non è mai appesantito. Per non parlare del fatto che il suo gemello si deve trasferire… va beh, come dicevo sono tante le situazioni che lo porteranno a dare importanza anche a sé stesso, e l’ho trovato giusto, oltre che bello.

Con Shelly… non so se posso dirlo, ma l’ho amata. È sicuramente lei la protagonista di tutto, lei con le sue stranezze, col suo sentirsi sempre fuori luogo, sbagliata, rotta, pazza. Eppure… io l’ho adorata. Quando parlavo di personaggi non perfetti, parlavo sicuramente di lei, lei che fin dal principio la troviamo veramente in piedi sul ciglio del baratro, senza volersi buttare ma migliorare, e la cosa bella è che quel processo lo viviamo passo passo. Sicuramente Beau ha avuto il suo spazio e il suo perché in tutto ciò ed è stato bello vederli gestirsi a vicenda.

Ho adorato il percorso di questi due personaggi, come mi è piaciuto rivedere tutta la famiglia dei barbuti e rendere il loro quadro ancora più completo, perché ognuno di loro è una come tessera del puzzle. Posso dirlo? Ho adorato tutto, mi sono emozionata e ho sentito un sacco di emozioni e credo che questo sia il libro migliore di tutta la serie. Oltre al fatto che il messaggio finale l’ho trovato stupendo: la perfezione annoia, siamo tutti perfetti a modo nostro.

Jess.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...