Recensione – Oltre i tuoi silenzi senza amore – Stefania Caprino

«Che bell’attrazione da circo.»
Disse Samuel, osservando Lorenzo che serviva ai tavoli. Quella sera, pur non essendo di turno, il ragazzo aveva comunque deciso di trattenersi con Filippo, il suo compagno, al pub dove lavorava con Antonia.
«Non dire così. Credo che rimugini costantemente su qualcosa. Magari quella sua avversione nei confronti dei rapporti umani è solo frutto di cocenti delusioni», ribatté sarcastica la ragazza, mentre poggiava delicatamente sul tavolo degli amici le birre ordinate.

Scheda Tecnica

  • Titolo: Oltre i tuoi silenzi senza amore
  • Autore: Stefania Caprino
  • Editore:‎ PubMe
  • Collana: Collana Floreale
  • Data pubblicazione: 10 marzo 2021
  • Genere: Rosa
  • Copertina flessibile:‎ 451 pagine
  • Cartaceo: 20,00 euro
  • Ebook: 2,99 euro
  • Kindle Unlimited: disponibile

Trama

«Non avrebbe più lasciato che il suo spirito ardesse di passione per un’altra donna. Lui non poteva amare, perché nessuno gli aveva insegnato davvero come farlo.»

Antonia è una giovane studentessa fatalmente attratta da quel ragazzo tanto introverso e scontroso che lavora con lei, e che sta per laurearsi nella sua stessa facoltà. La sua però non è mera attrazione fisica, è una vera e propria missione per tirare fuori Lorenzo da quella sua bolla di totale indifferenza verso tutto ciò che significhi amare davvero. In fondo, Lorenzo vuole solo proteggersi da quel tipo di ferite che conosce bene e che gli hanno indurito il cuore e il carattere. La paura di ciò che Antonia potrebbe risvegliare il lui lo porta a fuggire per ricostruirsi una nuova vita ad Amsterdam, lontano persino dalla sua famiglia che, dopo l’ultima bravata, pare avergli definitivamente voltato le spalle. Le strade di Antonia e Lorenzo sembrano dividersi per sempre, soprattutto quando nuovi amori coinvolgono entrambi… ma ciò che i due ancora non sanno, è che ad attenderli non c’è solo il loro orgoglio…

Biografia

Mi chiamo Stefania Caprino, ho 40 anni e sono di Taranto, dove vivo con mio marito e mio figlio. Sono laureata in Economia aziendale pur avendo maturato un certo interesse verso la letteratura e gli aspetti più sociologici delle materie studiate. La mia vocazione per la scrittura nasce al fiorire dell’adolescenza, ma la fantasia e la creatività mi hanno sempre accompagnata sin dall’infanzia. All’inizio, alternavo la scrittura al disegno che mi aiutavano a superare i periodi emotivamente faticosi. Solo tre anni fa, dopo aver scoperto la piattaforma per scrittori emergenti Wattpad, ho iniziato a “pubblicare” ciò che scrivevo. L’esperienza su Wattpad mi ha permesso di conoscere molte altre persone che condividono la mia stessa passione dandomi la possibilità, grazie a un continuo confronto, di far maturare questa vocazione, facendo tesoro e cogliendo come opportunità anche le recensioni negative. Ho compreso quanto fosse necessario dipanare dubbi sull’uso corretto della lingua italiana per colmare alcune lacune. Leggo molto, soprattutto classici che considero altamente formativi, ma anche pubblicazioni più tecniche. Questo mi ha permesso di iniziare a scrivere con il cuore e l’enfasi dettata dalla retorica. Nella seconda metà del 2019, mi sono decisa finalmente a “uscire allo scoperto”, riuscendo così a settembre 2020 a pubblicare il mio primo romanzo Nel cuore per la collana FlyingBook della casa editrice pugliese, PubMe, con la quale è venuto alla luce anche il secondo romanzo Senza Amore – Oltre i tuoi silenzi per gran parte scritto durante il 2020. Nel frattempo sto lavorando a diversi progetti e studiando come sempre. Ho una pagine autrice dedicata su Facebook e una su Instagram (che uso però con uno pseudonimo). Ecco, in breve, questa sono io.

Recensione

Benvenuti fanciulli in questa nuova recensione, dedicata alla prima opera che leggo di Stefania Caprino e sono sarà l’ultima perché in libreria mi attende Nel cuore, utile intermediario per comprendere la molteplice scrittura della stessa. Consapevole del piccolo mattoncino del quale parleremo oggi, iniziamo con il dire che il manzo in copertina ha subito catturato la mia attenzione….ehm la vista vuota la sua parte, scusatemi…andiamo avanti e parliamo di cose serie.

Abituata a strutture più soft e leggere, ritrovarmi catapultata nella scrittura calibrata, approfondita e “matura” di Stefania è stato subito la scintilla scatenante in me. Apprezzato fin da subito, entriamo nella vita di due personaggi pieni di complicati dubbi e sospesi silenzi causati da incomprensioni e orgoglio intrinseco in ognuno di noi. Tra dilemmi famigliari e imposizioni superiori, abbiamo due protagonisti troppo intenti a fare l’opposto di quello che li viene “comandato” che a tratti perdono di vista cosa veramente desiderano davvero. Incrociandosi, però, metteranno alla luce quei punti scoperti fatti per essere solleticati e alimentati per sentirsi vivi e partecipi di una vita solo nostra.

Come accennato nella trama, da una parte abbiamo una ragazza delusa dal suo passato amoroso e cerca di trovare il bello delle cose, cerca di adoperare la sua nuova filosofia avvicinandosi a Lorenzo, un burbero ragazzo riconosciuto come un orso imbronciato, che non accetta categoricamente questa vicinanza perché impaurito dall’effetto di quella ragazza che attrae la luce come una margherita in un campo fiorito. Ovviamente il triste viso di Lorenzo, non viene esposto perché si sente figo ad essere un bad boy perduto, ma causa di rapporti inclinati nella sua vita/famiglia.

Se siete abituati a canoniche storie d’amore, qui non trovate terreno fertile perché Oltre i tuoi silenzi senza amore è una storia profonda, matura e senza la facile strada intrapresa dai suoi competitor. Stefani ha scelto di porre l’accento su una costruzione più motivata, viscerale e tanto tanto frastagliata, proprio come la vita ci ricorda ogni maledettissimo giorno. Non avrete il colpo di fulmine, la follia di un amore che cancella tutti i problemi…NO ANZI…tutto l’opposto. Qui si parla di lotta contro il volere altrui e ascolto del proprio cuore, raggiungere così quella felicità che ognuno di noi merita. Consigliato a coloro che cercano quella speranza persa da tempo.

Noti prettamente soggettivi e personali, sono da ricondurre alla scrittura scelta da Stefania, sicuramente più scandagliata e argomentata, di una netta storiella di 100 pagine. Particolare che si presta a quei lettori desiderosi di nuovi spunti. Forse darei uno sguardo maggiore all’impaginazione troppo “ariosa” per avrebbe permesso sicuramente un volume più sottile e dal prezzo più competitivo, consapevole del “target” di riferimento scelto. Ovviamente scelte editoriali, ma sicuramente discutibile che esulano il contributo dell’autore. Avrei sicuramento scelto una “gabbia” più studiata per offrire maggiori possibilità all’opera che rimane sicuramente delegata, considerando il prezzo elevato e il formato non troppo tascabile (anche solo adoperando la sillabazione delle parole, tecnica che rende sicuramente professionale un prodotto di una casa editrice/collana editoriale rispetto ad un self publishing). Per il resto sono felice di notare dei cambi di rotta da parte di autrici che sanno quello che voglio, e sono pronte con le unghie e i denti a urlare le loro ragione. Non vedo l’ora di leggere l’opera precedente dell’autrice in modo da farmi un’ulteriore idea sulla sua scrittura.

Alla prossima dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...