Recensione – Neméria_ I demoni del passato – Sara Cremini

[…] Non potrai parlargli, tanto non ti sentirebbe. Se vorrai che gli chieda qualcosa in particolare, dovrai rivolgerti direttamente a me. Io potrò udirti.»

Scheda Tecnica

Trama

Neméria è scossa da un nuovo pericolo: qualcuno sta tentando di liberare dei demoni secolari dalle loro prigioni sotterranee, con l’intento di servirsene per eliminare definitivamente la magia dal mondo. Nessuno è più al sicuro. I custodi della magia, Luis, Anasawi, Mairy, Kiran e Gelawgi saranno chiamati ad intervenire per tentare in tutti i modi di cambiare le sorti negative di Neméria. A loro si uniranno il mago Elias e l’orchessa Leiala, mossi dall’intento di agire per il bene comune. Insieme, andranno alla ricerca di questo nemico, di cui non conoscono il nome, e si ritroveranno così, senza volerlo, a scontrarsi anche con altri demoni: quelli del loro passato. La lotta, questa volta, non sarà solo sul campo, ma anche interiore, alla scoperta di sé. Riusciranno a sopravvivere? Rimarranno sempre fedeli a loro stessi o si perderanno lungo il cammino? Neméria verrà salvata o perirà per sempre, insieme alla magia?

Recensione

Benvenuti fanciulli in questa nuova recensione dedicata ad una nostra vecchia conoscenza, uscita per deliziare il nostro palato rimasto a secco dal primo volume della serie “Neméria”. Vi lascio di seguito il mio pensiero in merito.

Dopo aver concluso il primo volume, approcciandomi al secondo, avevo la paura di trovare similitudini tali da rendermi le dinamiche ripetute nel tempo. Invece la cara Sara Cremini ha saputo gestire al meglio la storia. Inizialmente, cosa che apprezzo molto, ha riassunto (tecnica utilizzata anche nelle serie televisive prolungate) brevemente cosa abbiamo lasciato e rinfrescato i ruoli di ogni singolo personaggio. Questa scelta aiuta non solo chi ha vissuto la storia precedente, ma soprattutto i lettori che si approcciano per caso subito al secondo, per evitare mancate informazioni.

Appena leggiamo i primi capitoli, avrete modo di immergervi senza troppo problemi in questo mondo che mi mancava, ma con una marcia diversa. Abbiamo lasciato i protagonisti primari dopo uno scontro molto sentito e il cuore di ogni personaggio è stato involontariamente colpito e cambiato, scoprendo successivamente se in bene o in male. Il tempo passa e le feriti tendono a rimarginarsi, senza scomparire del tutto, tanto da mutare il carattere e lo spirito delle persone. Gli stessi personaggi amati, sono cresciti a tratti induriti da quel passato così ingombrate, ma l’amore per la propria terra che risulterà in pericolo, accenderà quel fuoco (nessun riferimento velato alla copertina ahahah) che non si è mai spento totalmente.

Se desiderate farvi un’idea della storia, vi lascio l’audiolibro registrato da diverse persone, prendendo alcuni capitoli di riferimento. In questo post, troverete il mio intervento nel capitolo 14.

Come vi dicevo, all’inizio della recensione, la mia paura più grande era ritrovare una cosa già vista. Fortunatamente l’autrice ha saputo maturare insieme al libro, alzando non solo l’asticella del target (più “adulto”) rispetto al primo volume, ma una sicurezza maggiore nella scrittura che diventa talmente tanto affinata, da saper coinvolgere meglio il lettore, sia nei confronti dei personaggi (vecchi e nuovi) e sia sull’ambientazione che spinge maggiormente le aspettative caricate dai primissimi capitoli. Fortunatamente la chiave di lettura di Sara Cremini, rimane la medesima impronta dedicata al valore della vera amicizia, unita al rispetto e fiducia che quest’ultima richiede. La scelta di soffermarsi tanto su questo punto, ha reso la lettura avvincente e tanto dolce/amaro. Uno dei miei difetti più grandi (da lettrice) è confrontare la mia vita con i libri, situazione vissute sulla mia pelle e comprendere dove sbaglio o se sbaglio. Osservando i comportamenti dei personaggi e dividendo ogni singolo comportamento, mi sono palesemente resa conto che sia così fragili, rancorosi e gelosi. Il più delle volte per cose totalmente futili ma veniamo sempre salvati da quella persona che ci vuole veramente bene e lottare contro i fantasmi è il punto di forza della storia.

Ho tifato tantissimo per una “situazione”, ehi ehi niente spoiler qui, e sono felice di osservare quanto i libri ci aiutano a crescere e mutare nel tempo. Un percorso in due ahahah. Senza perdere di vista le bellissime illustrazione e le intricate mappe (piccolo appunto per le talpe come me, utilizzate la lente d’ingrandimento per le scritte riportate sulle mappe, per il resto ho approvato tanto la scelta di inserire tutti questi dettagli). Anche se la storia prende una piega diversa, continuo a consigliare questa serie a tutti, grandi e piccini. Avvicinarsi ai fantasy, aiuta la mente, stimola l’intelletto e vi fa fantasticare in mille mondi diversi. Faccio i miei complimenti a Sara Cremini perché la sua storia continua ad appassionarmi e risultare quel porto sicuro che ognuno di noi desidera. La scrittura pulita ed emotiva, può essere recepita senza grossi problemi e chissà…metti che qualcuno decide di iniziare proprio da questo libro per approcciarsi al genere….magari!!!

E perché, no!!! Se volete concludere la tripletta, è online già il terzo volume 🙂

Alla prossima dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...