Recensione – No strings attached – Laura Rocca

Scheda Tecnica

  • Titolo: No strings attached
  • Autore: Laura Rocca
  • Editore : Independently published
  • Genere: Romance
  • Autoconclusivo
  • Copertina flessibile : 353 pagine
  • Cartaceo: 11,35 euro
  • E-book: 2,99 euro
  • Kindle Unlimited: disponibili

Trama

Ci sono incontri che ti cambiano la vita, basta un singolo istante e tutto ciò che avverrà dopo sarà condizionato da quell’attimo.

Skylar Allen ha cinque anni quando conosce Jaxon all’orfanotrofio dove vive dalla nascita.
Per la prima volta ha qualcuno a cui voler bene, un amico che la protegge e la incoraggia a realizzare i suoi sogni, almeno fin quando Jaxon non viene adottato.
Se ne va con la promessa di scriverle una lettera ogni giorno, ma dopo un anno Skylar è costretta a rassegnarsi all’evidenza: Jaxon si è dimenticato di lei.
È questo che pensa ancora, dopo diciotto anni, quando se lo ritrova davanti. Lui e i The Blind Spot, la sua band, hanno prenotato una vacanza proprio nell’albergo in cui lavora.
Peccato che le cose non stiano più come prima. Perché Jaxon ha davvero realizzato il sogno di cui parlavano da piccoli, è una rockstar, mentre lei non è riuscita a diventare una campionessa di pattinaggio su ghiaccio come gli aveva promesso. Inoltre, Jaxon non è più il bambino dei suoi ricordi, è un divo arrogante e sfrontato e Skylar è ben contenta che lui non l’abbia riconosciuta né sappia che non si chiama più Jas come in quel tempo lontano.

Jaxon Mitchell ha nove anni quando finisce all’orfanotrofio e incontra per la prima volta la piccola Jas. Proprio come lei, sogna una vita distante da quel posto infelice e, ben presto, farla sorridere si trasforma nel suo scopo principale, il suo affetto riempie il vuoto che ha dentro.
Dopo l’adozione, attende a lungo che la piccola Jas risponda alle sue lettere, ma la cassetta della posta resta sempre vuota ed è costretto a rassegnarsi alle parole di sua madre: Jas, probabilmente, non vuole più avere nulla a che fare con lui.
Solo dopo diciassette anni scopre che i suoi genitori non hanno mai spedito nessuna di quelle lettere e che, sicuramente, la sua amica è convinta lui l’abbia abbandonata.
Per questo, appena ne ha la possibilità, prenota una vacanza in Minnesota, in un albergo di montagna non distante dall’orfanotrofio in cui ha trascorso un anno con lei. Le sue ricerche, però, sono infruttuose, Jas pare scomparsa nel nulla; Jaxon considererebbe l’idea di tornare in breve a New York e ai suoi impegni con la musica non fosse per Skylar, quella ragazza dalla lingua saccente a cui pare non importi nulla che lui sia una star e che, suo malgrado, gli ricorda ogni giorno di più la piccola Jas.
Sa bene che non sono la stessa persona, ma forse lei è l’unica che può renderlo ancora capace di amare qualcuno.

Una promessa, un sogno, un legame che va oltre il tempo e le distanze.

Recensione

Cari lettori la prima recensione librosa di questo nuovo anno è davvero una bomba a orologeria e sto parlando di “No strings attached” di Laura Rocca. Ringrazio di vero cuore la mia amica Andrea per avermi fatto questo splendido regalo di Natale. Il titolo di Laura Rocca mi ha incuriosito tantissimo avendone sentito parlare anche dalla mia cappellaia matta (unteconlapalma). Ovviamente essendo io una super romaticona che ama le storie particolari che fanno sognare, non potevo non inserire questo titolo nella mia Wishlist.

Devo ammettere che è stato un regalo veramente inaspettato e più che stupendo! Ho letto questo libro in un’ora forse due non lo so precisamente perché dal momento in cui l’ho iniziato, non sono più riuscita a lasciarlo. Conoscevo già quest’autrice ma un po’ per mancanza di tempo non ho mai letto nulla, infatti “No strings attached” è per me la prima opera che leggo di Laura Rocca e posso affermare con molta sicurezza che ha trovato una nuova super lettrice. Ho già in programma di leggere altre sue opere, amarle e ovviamente parlarvene. La scrittura di Laura rocca è semplice, accattivante una vera e propria dinamite. Grazie alla sua prosa il lettore riesce a entrare in perfetta simbiosi con la storia e con i personaggi. Dietro a tutta la storia si evince che vi è uno studio ben approfondito per quanto riguarda il mondo del pattinaggio ma non solo. L’autrice con delicatezza affronta temi forti e allo stesso tempo importanti come l’abbandono e la violenza psicologica.

La storia che vi sarà narrata in “No strings attached” non è solo una grande storia d’amore, ma anche una storia di amicizia, coraggio e di rivincita; una storia capace di far valere i propri sogni nonostante le mille cadute che si possano avere. Concedetemi un piccolo spazio di pazzia in questa recensione, ma credo che vi è la necessità di parlare della super copertina che mi ha letteralmente mandato in pappa il cervello! In copertina possiamo ammirare (si sto sbavando) il modello Benjamin Atkins che nel libro interpreterà il protagonista maschile (e che protagonista!!). Sarà che io ho una mia fissazione per i biondi ma questa copertina mi ha catturato fin dal primo istante (lui mi guarda con quegli occhi e poi quelle labbra…) Se non l’avevate capito, la sottoscritta è completamente impazzita e per questo non posso che ringraziare Laura Rocca che gentilmente ha appoggiato i miei momenti di sclero. Ritornando al libro, la storia è narrata attraverso i Pov (i punti di vista) alternati dei due protagonisti: Skylar e Jaxon. Apprezzo davvero tanto questa tecnica in alcuni libri perché fa in modo che il lettore conosca affondo i pensieri e le azioni dei personaggi e questa conoscenza rende la storia ancora più profonda e dinamica.

La storia ci viene raccontata al presente ma non mancano dei flashback del passato di entrambi i protagonisti. Vi confesso che quando ho terminato il libro ne volevo ancora, perché una storia come questa di Skylar e Jaxon rimane nel cuore e fa venire la pelle d’oca facendo riflettere il lettore su molteplici argomenti. Questo libro unisce due generi rosa davvero molto belli quali sport romance e music romance in una storia di due grandi amici d’infanzia che con gli anni si sono persi. Skylar conosce Jax in orfanotrofio quando avevano rispettivamente 5 e 9 anni. Il loro legame era così forte e con loro i loro grandi sogni: Jas (Skylar) voleva diventare una “principessa sul ghiaccio” una pattinatrice professionista mentre Jax un musicista. I loro sogni erano importanti e una promessa legherà per sempre i due protagonisti.

“Un giorno io suonerò la chitarra e sarò una rockstar e tu la pattinatrice più brava del mondo, condivideremo i nostri successi e viaggeremo insieme. Solo io e te, Jas. Per sempre.”

Durante gli anni Jas fa in modo di non farsi adottare da nessuna famiglia per rimanere accanto al suo amico peccato che sarà proprio Jax a essere adottato. Una nuova promessa legherà i due: si sarebbero sempre scritti e non si sarebbero mai allontanati l’uno dall’altro. Ma quella promessa per volere del destino non è stata mantenuta.

“Forse perché ne ho subite troppe in silenzio quando ero all’orfanotrofio. Quando Jax è andato via. Quando è sparito dalla mia vita.”

Dopo ben diciotto anni i due si rincontrano per volere del fato nell’albergo, dove Skylar lavora. Lei sa benissimo dal primo sguardo che si tratta proprio di Jax che negli anni è riuscito a realizzare il suo grande sogno, infatti, Jaxon, è una rockstar. Skylar sa bene che è lui perché nonostante non lo senta da anni, ha sempre seguito la sua carriera per portarlo sempre nel cuore nonostante il dolore della sua lontananza.  Peccato che lui non la riconosca, prova attrazione per quella giovane e ci trova qualcosa del suo passato ma nulla di più. Tra i due sarà subito odio e amore e i loro sentimenti cresceranno pagina dopo pagina. Come tutti i grandi amori non è una storia rosa e fiori perché momenti di fraintendimento e di liti non mancheranno anche perché ci sarà anche un terzo in comodo (non vi dico quante “belle” parole ho dedicato a questo terzo personaggio CHE ODIO).

“Certi amori capitano solo una volta nella vita, e molto probabilmente nemmeno a tutti. Credo che solo in pochi siano destinati a qualcosa di simile. Meriti la verità, Jaxon”

Il vero amore vince sempre su tutto ed è bello che esistano libri che portano a sognare i grandi amori. Riusciranno i due a ricucire le ferite del passato e a creare un futuro insieme? Cosa accadrà quando Jax scoprirà che Skylar è la sua amica d’infanzia? Skylar realizzerà il suo sogno come ha fatto Jaxon? Non voglio dirvi altro perché non voglio farvi spoiler! Ho amato tantissimo il personaggio di Skylar (Jas) una ragazza dal giusto temperamento e dal grande cuore. Jaxon beh, devo davvero dirvelo quanto l’ho amato? Troppo, all’inizio ho pensato “il tipico bad boy arrogante e stupido” ma poi il mio cuore ha perso i battiti (innamoratevi ma non troppo di lui perché è mio, mi raccomando xD) LEGGETELO E INNAMORATEVI COME HO FATTO IO DI QUESTA STORIA!

Giada

Un pensiero riguardo “Recensione – No strings attached – Laura Rocca”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...