Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Genere · Narrativa Contemporanea · Recensione

Recensione – Una single in fuga – Beatrix Pezzati

Benvenuti fanciulli in questa recensione che vi farà catapultare su una mongolfiera di risate, disgrazie e sfighe varie di una protagonista che urla: “Sono una di voi!!!” a suon di torte e fornelli.
Ringrazio l’autrice per la copia cartacea omaggiata e per i chili di troppo che arriveranno grazie alle ricette contenute nel libro (ci arriviamo).
Sono felice di contrastare quelle pubblicazioni che provengono da Wattpad e, successivamente, vedono la luce su Amazon (ricordatevi questo punto perché verrà toccato durante la recensione).

Scheda Tecnica

Trama

“Avete presente quel tipo di ragazza che ha successo nella vita, è vincente nel lavoro e fortunata in amore? Beh, quella non sono io.” Emma è una ragazza che scappa da se stessa e dai continui fallimenti, mentre insegue l’amore e la realizzazione personale. Tra cadute e colpi di fortuna capirà che solo cambiando se stessa potrà cambiare il suo destino e trovare l’ingrediente segreto della felicità. Una single in fuga è un romanzo rosa di formazione nel quale amore, amicizia e famiglia sono i temi dominanti di una trama ironica e movimentata, ambientata tra Londra e l’isola di Maiorca.

Recensione

In questo periodo la mia vita è un ‘estenuante partita a tennis, anche se io e la racchetta siamo due perfette sconosciute. Certo, mi piacerebbe indossare un gonnellino ultimo grido e sognare di essere una campionessa affascinante come la Sharapova. Il problema è che in questo infinito match io non sono neppure una giocatrice. Sono la misera pallina, scagliata avanti e indietro dalle robuste braccia delle sorelle Williams, in doppio con la mia lamentosa madre e il mio insopportabile capoufficio.

Preparatevi alla protagonista più trash e incasinata della storia, vi farà stravolgere e strippare alla grande.
Emma viene descritta come una ragazza insicura che viene circondata da sventure, capaci di far crollare anche i cuori più temerari ahahahahah una serie di eventi concatenati, tali da farti sentire super fortunati e scampati al detto: “poteva essere peggio”.

Se state attraversando un periodo di forte stress e tensione, leggere le avventure di Emma, aiuteranno corpo e spirito a ritrovare il sorriso; una versione romanzata ed estremizzata del fantomatico “Diario di Bridge Jones” (citato dalla stessa autrice nel libro).
Naturalmente questo susseguirsi di situazioni divertenti ma spiacevoli, possono incontrare il gusto del lettore oppure incontrare il gusto del lettore oppure metterci una croce su. Aspetto estremamente soggettivo e personale; nel mio caso specifico, questa dose massiccia di risate non ha urtato minimamente la mia voglia di leggere.

Considerando la provenienza da Wattpad, offro un consiglio caloroso: proprio come insegna la piattaforma, è opportuna la lettura a “pillola” (qualche capitolo al giorno) perché aiuta a non sentirsi appesantiti dalla lettura stessa e leggerla costantemente con cuor leggero.
Se siete lettori “voraci” è sconsigliata la lettura “seriale” (tutto in un girone dell’Inferno ahahahah) perché risulta troppo ripetitivo e ridondante.
Personalmente, consiglio all’autrice una leggera scrematura di scene che non cambiano la storia intaccando gli eventi per eliminare la variante dei lettori “seriali” come me ahahhaha. Questa tecnica aiuta nella narrazione, a trovare un giusto equilibrio tra “filo conduttore principale” e “trame secondarie” lecite ma non sempre necessarie.

Amo cucinare e mangiare dolci. Mi aiuta ad abbandonare i dispiaceri nel mare delle vita, come vecchie scialuppe cariche di brutti ricordi che, perdendosi alla deriva, si allontanano per sempre dalla mia esistenza. Anche se quelli più facoltosi da abbandonare riguardano Wilburn.

Arma a favore dell’autrice è la dose massiccia di girl power tra amiche, molto simile al gioco di squadra di Sex and the City. Equilibrio fatto da confidenze taglienti e pettegolezzi tra donne e casi umani (argomento molto gettonato della storia), unito dalla capacità di Emma di risolvere tutto con i suoi dolci.

Un ricettario “magico” che attraverso i suoi profumi e gusti, alleggerisce i cuori malconci oppure tristi. L’idea non è la cucina stessa ma il gesto di creare e manovrare i nostri sentimenti realizzando qualcosa solo per noi. Non date per scontato questo pensiero così semplice perché cadrete nel tunnel di Emma: fare ogni cosa per accontentare altre persone escluso se stessi.
Amara, verità!!!

Ok, non esiste la magia ma Beatrix non vuole esprimere questo “falso ideale” ma, utilizzando la vita di Emma, regalare speranza con una buona dose di sfiga al sapore di dolcetto ahahahah.

Un libro adatto per nuovi lettori per capire “nel tempo” la propria preferenza oppure gusto. Gestendo la lettura scadenzata passo passo, permette di capire ogni singolo personaggio per un occhio poco allenato alla lettura. Se desiderate un libro veloce e susseguito da colpi di scena, passate oltre; ma nel caso volete “sperimentare” e appassionarvi con calma, fiondatevi perché vi piacerà.

Alla prossima dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...