@jesslibri · Collaborazione - Casa Editrice · Contemporary Romance · contributors · Review Party

Review Party: Scandalous. Senza inibizioni – L.J Shen

Lo so, splendori, non mi sopportate più… ma vi assicuro che fino a lunedì non troverete più un mio articolo, per questa settimana ho decisamente dato. Ma parliamo del perché anche sono qui oggi… sono qui a parlarvi di un libro che stavo aspettando, di un’autrice che oramai per me è una conferma e che la Always Publishing mi ha permesso di leggere in anteprima: siete pronti a entrare a saperne di più su Scandalous di L.J Shen?

Titolo: Scandalous. Senza inibizioni
Autore: L.J Shen
Serie: Sinners of saint #3
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2020
Genere: Cont. romance
Editore: Always publishing
Ebook: €5,99
Cartaceo: €14,90
LINK D’ACQUISTO

Edie Van Der Zee è all’apparenza una ricca principessa viziata, ma la sua vita è tutt’altro che lussuosa. Quando suo padre, manipolatore e senza cuore, la obbliga ad andare a lavorare per la sua società, Edie scopre presto che la proposta cela uno spietato ricatto: se vuole proteggere ciò che ha di più caro al mondo, dovrà derubare il temibile socio in affari di suo padre, Trent Rexroth. Partito dai bassifondi, Trent ha costruito la sua fortuna puntando solo sulle sue forze. Schivo e taciturno, la sua corazza di incomunicabilità si incrina dinanzi a sua figlia Luna, una bambina di quattro anni affetta da mutismo selettivo. Quando gli viene imposta una frivola diciottenne come stagista, lui si oppone con determinazione. Ciò che non si aspetta è di scoprire in Edie una ragazza grintosa, dotata di un altruismo e di una dolcezza che fanno breccia nel cuore della piccola Luna, tirandola fuori dal suo isolamento. Affascinato da Edie, Trent dovrà fare i conti con i quindici anni di differenza che lo separano dalla giovane che l’ha stregato, con le macchinazioni di un uomo determinato a distruggerlo e con la consapevolezza che la loro passione è troppo dirompente per essere arginata. Vittime di una faida familiare che li vede nemici giurati, Edie e Trent lotteranno con le armi della seduzione, dell’inganno e del desiderio per vincere una sfida irta di difficoltà.

La storia di Trent era una di quelle che stavo aspettando con più trepidazione di questa serie e devo dire che L.J Shen non si smentisce mai: quando si tratta di creare personaggi complessi, non i soliti “cavalieri”, decisamente sa il fatto suo. Scandalous ci racconta di due personaggi che sotto tanti punti di vista sono simili, con due caratteri forti, che si spalleggiano senza rendersene conto e che adorano farsi male.

“Quello fu il giorno in cui capii che odiavo Trent Rexroth. Il giorno in cui lo piazzai sulla mia lista nera, con nessuna possibilità di ottenere la libertà sulla parola. E fu il giorno in cui capii che ero ancora capace di sentirmi viva tra le braccia giuste”.

Ritengo che il personaggio più esplosivo di questa storia sia Edie: è giovane, nonostante abbia un rapporto pessimo con il padre e non sia proprio cresciuta in un’ambiente familiare sereno, conosce e capisce l’importanza della lealtà, della famiglia, dell’amore. Non è la classica brava ragazza che si innamora del primo che capita. Lei si scontra con Trent in modo singolare, inizia ad avere a che fare con lui a causa di un ricatto e inizia a prendersi di lui senza nemmeno accorgersene, e solo grazie a una graziosa bambina che le mostra aspetti di lui che non sempre le fanno battere il cuore in senso positivo.

“Mi fissava con un’intensità di cui riuscivo ad avvertire il peso premermi sulle spalle. Come se io avessi avuto un superpotere su cui lui voleva le mani a tutti i costi”.

Su Trent ci sarebbe molto da dire, negli altri libri della serie lo abbiamo sempre visto e un’idea me la ero fatta, ma leggendo i suoi pensieri, posso dire che non avevo capito nulla. È un papà, è un lavoratore instancabile, è schivo, “freddo” e molto intelligente. Ma queste sono solo caratteristiche che lui stesso ammette di far vedere agli altri. Quando capisce di aver bisogno di Edie, continua a ripetersi che non importa che lei voglia incastrarlo, non importa che lei sia manipolata dal padre, se può aiutare sua figlia. Probabilmente nei suoi panni mi sarei risentita qualche volta su Edie per la questione del doppiogioco, ma in realtà lei non lo ha mai fatto e lui capendolo si è dimostrato più intelligente di me, lasciandole anche briciole di pane per non farla “sgridare”. Edie lo incuriosisce, lo attrae… ma è una ragazzina, però riesce a far sorridere sua figlia e soprattutto è riuscita a farla parlare, quindi ha bisogno di lei. E se questo comporta dover stringere i denti, per sua figlia, farà questo e altro.

“Qualsiasi cosa fossimo noi due, eravamo tossici. Una ninna nanna incisa su un disco zeppo di graffi che continuano a saltare”.

Le scene tra i due protagonisti sono sempre intense, niente è lasciato al caso: la passione, l’odio, l’attrazione, i sorrisi che si scambiano a causa di qualche battuta o frecciatina. Trent è uno di quei personaggi che per forza di cose, quando arrivi alla fine del libro, senti sotto la pelle. La Shen si è dimostrata nuovamente all’altezza delle mie aspettative e mi ha anche sorpresa perché vedere interagire i quattro amici è stato divertente e ha fatto capire quanto il loro rapporto col tempo non sia cambiato, ha mostrato quanto i legami siano forti e in poche scene è riuscita a mostrare le loro personalità e i loro trascorsi. Edie in questo quadro generale la troviamo in centro, accanto alla piccola Luna, ed è una cosa che ho adorato.

“Devo metterti in guarda, Edie. Non sono il principe, in questa fiaba. Sono il cattivo. La mela avvelenata, il mostro sputafuoco”.

Quando ho letto la citazione qui sopra, mi sono ritrovata a sorridere perché in effetti è vero: Trent non è il principe azzurro, molti suoi atteggiamenti sono discutibili ma alla fine – come ogni bad boy che si rispetti – è riuscito a mostrare un animo buono, all’altezza della persona che ha scelto. Perché in questa storia si tratta sempre di scelte. Si tratta di amore. Si tratta di famiglia, spesso non di sangue. Si tratta di coraggio, di volontà e anche di mostrare che l’essersi fatto da solo senza inganni è nulla confronto il conto in banca che si possiede.

“Ci notiamo l’un l’altro in questo caos che si definisce vita”.

Siamo arrivati alla fine di questa recensione, avrei altro da dire ma credo di essermi dilungata abbastanza. Mi sento di dirvi che ho perso il conto di quante parti di questo libro ho sottolineato – cosa che non sono solita fare. Credevo che questo fosse l’ultimo libro della serie, ma ho scoperto che c’è ancora una storia. Secondo me una storia diversa e che ha decisamente attirato la mia attenzione e che non vedo l’ora di poter leggere, ma per ora vi dico di buttarvi nella storia di Edie e Trent, perché oltre ad essere scorrevole, intrigante e passionale, ci mostra anche come andare contro sé stessi per stare veramente bene.

punteggio

Jess.

La recensione di Vicious e Infamous la trovate qui.
La recensione di Ruckus la trovate qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...