Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Casa Editrice · Gruppo di Lettura · Recensione · Urban Fantasy

Recensione – Avvento – Debora Spatola

Benvenuti in questa recensione, una delle più difficili nella mia breve carriera da bookblogger perché mi sono ritrovata la lettura più entusiasmante fatta per un #gdl condiviso. Ringrazio la mia socia in crime della Serena per avermi preso in considerazione per questa avventura e la casa editrici, insieme all’autrice, per l’immensa fiducia.
Se siete amanti del genere urban fantasy e siete orfani di letture simili a Shadowhunters o Twilight, vi trovate nella recensione giusta, preparatevi perché la vostra wishlist ne risentirà drasticamente.

La mia vita era un gioiello perfetto, privo della minima imperfezione eccetto una: io.
Nel caos totale si dimentica che la cosa più pura sia l’unica giusta. Appare semplicemente l’unica sbagliata. E io ero stata creata per essere perfetta, ambita da qualcuno che aveva incastonato in me pietre dal valore inestimabile, un valore che mi avrebbe resa schiava.

Scheda Tecnica

Trama

Lua è una ragazza come tutte le altre. Una famiglia normale, un diario segreto, un ragazzo. Poi, di colpo, la sua vita viene stravolta. Si troverà contesa tra quelli che scoprirà essere Nephilim, e sadici esseri non del tutto umani: gli Ibridi. Scegliere da che parte stare non sarà così semplice. Col tempo Lua si renderà conto che la linea che separa il Bene dal Male non è mai netta. Esistono Guardiani maligni e Ibridi meritevoli di perdono. Eppure le verrà chiesto di schierarsi e solo la sua decisione potrà determinare la fine di una guerra millenaria. Il sentimento per uno dei Guardiani, tuttavia, s’intreccerà così tanto con la sua missione da mettere in pericolo la sopravvivenza stessa della razza umana. Perché Lua non è soltanto una promessa sacrificale strappata a un altare nero, ma nasconde un segreto che nessuno conosce, neanche lei.

Recensione

Era finita. In che altro modo definire una vita che termina brutalmente? Anche se respiravo ancora, anche se il mio corpo era tecnicamente vivo.
La vita, quella fatta di amicizie, familiari, desideri, sicurezze e piccole gioie, io non l’avevo più. Strappata via come un foglio da quaderno. Quello che rimaneva era un vuoto. Un’esistenza priva di alcun significato. Niente in me aveva più una briciola di senso. Chi fossi io e soprattutto perché.

Come da buon urban fantasy che si rispetti, la nostra protagonista è una giovane donna, ignara del suo destino che, una sera qualunque, verrà consegnata (senza il suo consenso) ad alcuni uomini poco raccomandabili. Lua sarà “letteralmente” indifesa a questa scelta perché la sua famiglia risulterà succube di un destino scritto sulla pelle di una semplicissima ragazza di 18 anni. Però sulla sua strada incrocerà un gruppo di Guardiani, uno più figo dell’altro….ops, deformità professionale…dei bei figlioli che prenderanno sotto la loro ala, una ragazza apparentemente comune.

«Non abbiamo noi la Matrice. Essa sta percorrendo la strada verso l’Avvento e verso il suo Signore». Era stato un uomo magro a parlare, con la tunica nera e le mani sporche di sangue. «Non fermerete ciò che avete avviato. Ogni giorno tutto ciò si ripeterà fino al compimento e voi farete parte del cerchio di morte, impotenti, mentre noi ascenderemo alla gloria».

Veniamo a conoscenza, attraverso gli occhi di Lua, di un mondo fatto da sacrifici umani per il volere degli Inferi, in continua lotta contro il Bene. Scopriamo un mondo talmente approfondito e studiato , che avrete problemi ad associare pensieri reali alla fantasia.

Questo alone tenebroso e macabro, verrà alleggerito dal rapporto che nasce tra Lua e i Guardiani, diventati la sua nuova famiglia, un po’ strana ahahahhaha

Naturalmente questi bei visini, possiedono una loto strada fatta di sacrifici, rinunce e una “pulce” fatta donna che porterà scompiglio nelle loro vite.

Ogni personalità sarà la vostra rovina, troppo distratte da quei gesti da “maci mancati” e sempre pronti a porre crude verità, sotto gli occhi di Lua.
Anche la scelta di utilizzare molti personaggi maschili, offre una buona dose di “divertimento” nella narrazione perché crea dinamiche che accontentano tutti i gusti, senza mai tralasciare nulla, utile alla coerenza narrativa.

Non era possibile che mi trovassi di nuovo in quella camera, nella casa di quelli che si definivano Guardiani che ammazzavano Ibridi, esseri metà demoni e metà uomini. E che li ammazzavano davanti a me. E che questi sgozzavano fanciulle e ne offrivano il sangue al loro padre maligno.
Andrean con i suoi occhi buoni, Loeran con il suo fascino misterioso e i suoi silenzi, e Manolo sempre dedito a sdrammatizzare. Lincoln che faceva da capo e un giovane ragazzo pronto a tutto per una missione che stava ancora apprendendo, Elia.

Capirete fin da subito la prosa di Debora, capace di descrivere cambiamenti attraverso i fatti, piuttosto che da guida turistica.
La crescita che avviene durante la storia, dimostra la coerenza tra personaggi e fatti, cambiando molte volte pensiero e opinione. Lo stile pulito e lineare, mantiene l’attenzione sempre alta, senza mai perdersi in grandi descrizioni sterili.
Le dinamiche tra i personaggi, lasciano molto all’immaginazione creando nel lettore quella sensazione di “Lua voglio essere al tuo posto”.

Io non potevo credere a quelle cose. Avevo letto Twilight e mi ci ero appassionata, ammetto di aver desiderato che i Vampiri e le creature fantastiche dei libri, da qualche parte, esistessero veramente. Ma questo era già troppo. E avevo come la sensazione che fosse solo l’inizio. E giuro, giuro che non avrei voluto sapere il resto.
Non era un libro fantasy e non potevo chiuderlo quando fossi stata stanca di leggere. Ci ero dentro. Al mio incubo. Ci ero dentro e non ne sarei uscita più, come avevano intuito anche loro, i cinque Guardiani.

Da buona curiosa del mondo esoterico, vi segnalo molti riferimenti biblici e sacrificali riconducibili a passati non troppo lontani.

Un libro adatto alle persone che amano il genere e desiderano fantasticare e creare fanart di una storia originale che possiede tutte le carte in regola per essere ricordata nel tempo, posizionato insieme a nomi più noti, con un gentile sgambetto e concludendo con “sono figo quanto voi” ahahahahha.

Ottima idea regalo e acquisto consigliato per chi ama emozionarsi e scoprire un mondo di scene che, come una bella altalena, vi farà volare e cadere senza mai staccarvi dalle pagine.

Fine non dico altro!!!

Anzi no…..grazi Serena e Marty….voi sapete!!!

Alla prossima dalla CAPPELLAIA MATTA.

View this post on Instagram

Buongiorno fanciulli e benvenuti nella recensione più difficile nella mia carriera da bookblogger perché mi sono ritrovata la lettura più entusiasmante fatta per un #gdl condiviso. Ringrazio la mia socia in crime della @serena.brancatello per avermi preso in considerazione per questa avventura e la casa editrici @nero_press_edizioni , insieme all'autrice @debora_spatola , per l'immensa fiducia. Se siete amanti del genere urban fantasy e siete orfani di letture simili a Shadowhunters o Twilight, vi trovate nella recensione giusta, preparatevi perché la vostra wishlist ne risentirà drasticamente. . [Io non potevo credere a quelle cose. Avevo letto Twilight e mi ci ero appassionata, ammetto di aver desiderato che i Vampiri e le creature fantastiche dei libri, da qualche parte, esistessero veramente. Ma questo era già troppo. E avevo come la sensazione che fosse solo l'inizio. E giuro, giuro che non avrei voluto sapere il resto. Non era un libro fantasy e non potevo chiuderlo quando fossi stata stanca di leggere. Ci ero dentro. Al mio incubo. Ci ero dentro e non ne sarei uscita più, come avevano intuito anche loro, i cinque Guardiani.]. . Avete mai letto libri del genere? . Ringrazio anche @leggosolounaltrapagina @_inchiostrosucarta @away_from_the_shire @grazia_swoflake_lella per questa avventura fatta insieme. . RECENSIONE COMPLETA SUL BLOG (LINK IN BIO) UNTECONLAPALMA.COM . #collaborazione #fornitoda #recensione #bookblogger #bookcommunity #leggeresempre #iorestoacasa #ioleggoacasa #booksloverita #fantasy

A post shared by Palma 📚📚📚 #bookblogger (@unteconlapalma) on

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...