@jesslibri · Collaborazione - Casa Editrice · contributors · Recensione · Review Party · Sport Romance

Review Party: Un amore da principianti – Sarina Bowen

Buongiorno splendori! Torno oggi per parlarvi di un libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima, grazie alla casa editrice Always Publishing. L’autrice del romanzo di oggi la conoscevo già ma questa volta mi ha stupita… sto per parlarvi di Un amore da principianti di Sarina Bowen.

Titolo: Un amore da principianti
Autore: Sarina Bowen
Serie: Brooklyn bruisers #1
Data di pubblicazione: 24 settembre 2020
Genere: Sport romance
Editore: Always publishing
Ebook: €4,99
Cartaceo: €13,20
LINK D’ACQUISTO

Leo Trevi, giocatore di hockey sul ghiaccio agli esordi, ha trascorso gli ultimi sei anni a rincorrere due soli obiettivi: superare il ricordo della ragazza che gli ha spezzato il cuore e sfondare nell’hockey professionistico. Tutto il suo duro lavoro finalmente è culminato in un’opportunità da sogno, un ruolo nei Brooklyn Bruisers – la nuovissima e acclamata squadra di Hockey di Brooklyn. Il primo giorno in squadra con i Bruisers, però Leo riceve una bella batosta su tutti i fronti: prima c’è l’incontro col suo nuovo coach, che sembra ribollire di rancore nei suoi confronti e, non da ultimo, lo scontro con l’affascinante ma gelida pubblicista dei Bruisers… niente di meno che la sua ex: Georgia Worthington. Dire addio a Leo è stata una delle prove più difficili che Georgia abbia mai dovuto affrontare, e salutare il ritorno di lui, così di punto in bianco, nella sua vita non è poi tanto più semplice. Georgia è comunque determinata a gestire questa spinosa situazione su un piano strettamente professionale, anche perché ha una promozione da assicurarsi nel team dei Bruisers. Ma quando un microfono lasciato acceso per sbaglio cattura una dichiarazione d’amore di Leo solo per lei, dopo tutti quegli anni, allora la situazione scivolerà di nuovo sul personale e molto, molto in fretta: perché la dolcezza di Leo potrà non essere cambiata, ma lui sì. E adesso è determinato a riavere Georgia accanto a sé.

Quando penso agli sport romance, uno dei primi nomi nel panorama internazionale che nomino spesso, è proprio quello di Sarina Bowen e devo dire che appena ho iniziato la lettura di Un amore da principianti sono rimasta spiazzata. Il perché? Semplice: è scritto in terza persona. Devo ammettere di essermi subito stoppata perché sono stata presa da piccole paranoie, non essendo amante dei libri scritti in terza persona…  forse è stupido, ma trovo che sia più complicato entrare nella storia e trovare empatia con i personaggi. Ovviamente, però, sono poi andata a vanti riprendendo la lettura e superati i primi… due o tre capitoli, la lettura è andata liscia come non mai. Cosa che mi ha colpito, non lo nego.

Credo sia facile cadere nei cliché, soprattutto se parliamo di un genere come quello del romance in generale, ma l’autrice ha saputo gestire il tutto in modo egregio anche in questo caso, portando il lettore ad affezionarsi, a capire e a fare il tifo. E non solo per la storia d’amore che si evolve con calma, anche se in realtà è come se tra i due non fosse mai finito niente. Ci si ritrova a fare il tifo anche per i personaggi singoli e non per forza sui protagonisti, anche se giustamente gira tutto attorno a loro.

La storia di Leo e Georgia l’ho trovata molto dolce, in parte perché per quanto sia stata importante la loro storia nel passato, fin da subito i due si mostrano umani. I motivi della loro separazione una volta finito il liceo, per quanto il motivo scatenante sia stato tragico, l’ho capito e l’ho trovato sensato, ma il rivedersi dopo anni mi ha aperto gli occhi. Molte autrici cercano e creano motivazioni sensate ma accompagnate dal dramma, in questo caso la Bowen ha creato una protagonista dove si pente subito della sua scelta ma che crede sia quella più giusta nel rispetto del ragazzo che ama, e ha creato un protagonista ragionevole, che ha sempre messo lei al primo posto, dimostrando che l’amore non ha età, che il rispetto e la comprensione vengono prima di tutto.

Forse è quasi inutile dirlo ma Leo mi ha stregata con la sua semplicità. Nonostante i protagonisti non abbiano nemmeno trent’anni (se ho fatto bene il calcolo), hanno avuto la fortuna di trovare l’Amore con la “a” maiuscola in tenera età, hanno superato – o almeno ci hanno provato – avversità più grandi di loro, senza mai intaccare i loro sentimenti. Il loro rivedersi e avere a che fare nuovamente l’uno con l’altro è grazie al destino e al lavoro, ma vi dirò… il tutto è stato condito da scenette dolci, simpatiche e la chiarezza tra di loro e il trasporto che provano è evidente fin dal principio, tanto che resistere alla fine è inutile.

Questa non è una storia piena di drammi, lo sport è il cardine, ma soprattutto lo è l’amore: quell’amore puro che supera il tempo, le avversità e le paure.

Se non fosse stato per la scrittura in terza persona, che purtroppo mi ha portato un po’ a perdermi, il voto sarebbe stato pieno, ma questa è purtroppo una mia pecca, resta il punto che al più presto anche questo romanzo si aggiungerà in formato cartaceo nella mia libreria.

punteggio

Jess.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...