@jesslibri · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors · Recensione · Review Party · Romance · Senza categoria

Recensione: La vita che mi hai lasciato – Roberta Longo

Buongiorno splendori! Finalmente torno con una nuova recensione e lo faccio con un sorriso e qualche imprecazione… leggendo capirete perché. Ma vi dico fin da subito che il nuovo romanzo di Roberta Longo non potete perdervelo. La vita che mi hai lasciato vi aspetta su Amazon!

Titolo: La vita che mi hai lasciato
Autore: Roberta Longo
Data di pubblicazione: 18 agosto 2020
Genere: Romance
Editore: Self publishing
DISPONIBILE SU KINDLE UNLIMITED!
Ebook: €2,99
LINK D’ACQUISTO

Quanto amore puoi dare in una vita? Se lo chiede Cassandra, ogni volta che stringe la mano di Dong, che si perde nel suo sguardo duro ma pieno di emozioni, che lo vede sorridere e liberarsi dalle zavorre del passato. Se lo chiede Dong, ogni volta che stringe sua figlia tra le braccia mentre cerca un modo per essere un padre capace, ogni volta che la solitudine lo attanaglia e una vita che non ha scelto lo travolge. Sono insieme, sono soli. Sono due anime che si sono trovate e hanno percorso insieme chilometri alla ricerca di un posto in cui amarsi senza timori, che hanno capito che quel posto erano loro, ma hanno finito per non trovarsi più. La storia di una seconda possibilità che non sempre arriva, di una tempesta sempre pronta a esplodere e la continua, inesorabile, voglia di vivere e amare al massimo.

Prima di finire questo nuovo romanzo di Roberta Longo mi sentivo un fiume in piena riguardo alle cose da dire… ma adesso… non dico di sentirmi vuota, ma sono ancora a bocca aperta. La vita che mi hai lasciato è uno di quei libri che personalmente non mi aspettavo, sì, anche se l’autrice stessa mi aveva avvisato dicendomi che probabilmente a fine lettura avrei solo voluto insultarla. In realtà non ho insulti da rivolgerle, ma solo perché questo romanzo mi ha tenuto la mente impegnata in una giornata difficile, non ho insulti perché questa storia mi ha tenuta incollata alle pagine facendomi fare dei viaggi e dei pronostici per azzeccare il finale che nemmeno ne avete idea.

La scrittura di Roberta si è dimostrata per l’ennesima volta fluida, la struttura del libro è stata molto pensata e ben riuscita, le emozioni non sono mancate ma soprattutto si è vista la sua crescita. Credo che questo sia il mio romanzo preferito, scritto da lei.

Dovete sapere che arrivata più o meno al sesto capitolo le ho scritto per dirle che avevo già pianto e che non essendo una cosa che capita spesso, ho preferito subito dirglielo. Ma da quel capitolo in poi sono riuscita a farmi travolgere senza versare lacrime, ma solo perché ero troppo curiosa di capire dove volesse andare a parare.

Nonostante si tratti di una storia, quindi di eventi inventati, ho apprezzato che l’autrice sia riuscita a ricreare capitolo dopo capitolo tanti piccoli avvenimenti che potrebbero toccarci in prima persona. Ho adorato le diversità di Cassandra e Dong e ho molto apprezzato come si siano incastrati. Sì, incastrati, perché loro due li ho visti come due tessere di un puzzle. I capitolo scritti sotto il punto di vista di Dong sono quelli che mi hanno toccato di più, che mi hanno emozionata, che mi hanno scaturito un miliardo di sensazioni e che mi hanno fatto anche impazzire maggiormente, perché ero convinta che grazie a loro avrei ottenuto le mie risposte… invece il tutto mi è stato chiarito con e grazie a Cassandra; un personaggio vivace, frizzante, che riesce a dare la svolta a mille mondi.

Questo romanzo è una storia che va vissuta, capita e compresa. E Roberta Longo penso l’abbia resa praticamente perfetta.

punteggio

Jess.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...