Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Casa Editrice · Giallo · Recensione

Recensione – Scarti – Aleida Blue

Buongiorno fanciulli e benvenuti in questa nuova recensione dal sapore giallo, proprio come la collana editoriale Segreti in giallo Edizioni, che ci propone una storia dal mistero e intrigo adatto a tutti.
Ringrazio anticipatamente per la copia omaggio e la possibilità di collaborare per le grafiche interne di questo volume.

Scheda Tecnica

Trama

Irene è una elegante quarantacinquenne che lavora come internal auditor in una multinazionale di prodotti di lusso.
Improvvisamente si ritrova coinvolta nella morte dell’affascinante collega: Enrico viene rinvenuto cadavere lungo le rive dell’Arno, completamente nudo.
Nello stesso giorno il marito di Irene riceve alcune fotografie, scattate durante l’ultima trasferta in Cina della moglie, dove la vede ritratta in atteggiamenti compromettenti proprio con il collega morto.
La donna si troverà di punto in bianco isolata, sola, ad affrontare la sfida più complessa della sua carriera. Concludere l’indagine interna a cui stava lavorando con Enrico e scoprire chi l’ha lasciato morire senza soccorrerlo.

Biografia

Aleida Blue è un’enigmatica quarantenne cui piace definirsi “cittadina del Mondo”. Nonostante l’istinto la porti a girovagare da un continente all’altro è fortemente legata all’Italia, patria delle sue radici, terra che l’ha vista crescere. Poliedrica e fantasiosa, nella quotidianità porta con sé frammenti di ogni viaggio; lei è il blu del cielo africano, il rosso delle lanterne cinesi, è l’inebriante profumo delle spezie e la gentilezza del popolo asiatico. Affascinata dal mistero, è sempre alla ricerca dell’indizio mancante.

Recensione

Visionando la trama esterna, trapela un messaggio molto importante, chiave dell’intera storia. Siamo sicuri della persona al nostro fianco? Ci fidiamo ciecamente al tal punto da non esitare mai? Questa domanda entrerà più volte in gioco nella vita di Irene. Donna in carriera, felicemente sposata, lavora presso una nota azienda di prodotti lussuosi e, in particolar modo, lavora a stretto contatto con il suo collega Enrico, tipino tutto pepe e grande farfallone con le donne anche sposato.

La nostra storia prenderà una piega strana quando si viene a “intuire” qualche movimento strano durante la catena di produzione che procura grandi “pensieri” e preoccupazioni per i vertici alti. Irene ed Enrico verranno incaricati di scoprire cosa succede e indagare, nello specifico, alla sede presente in Cina. Un viaggio che aprirà diversi spiragli importanti per il susseguirsi degli eventi.

L’apice della storia è presente durante il recupero di un cadavere: ehhhh già fanciulli, il nostro caro Enrico verrà trovato in fin di vita, insieme a diversi tasselli sospetti e incriminatori. Irene dovrà subire due serie di scossoni: la morte del suo amato collega, delle foto illusorie ricevute dal marito, accusa di omicidio da parte della polizia.

Una storia che percorre diverse strade interessanti perché, in tutto questo caos, non dobbiamo dimenticarci dell’indagine top secret per la multinazionale. L’autrice ha scelto di amalgamare argomenti diversi con estrema facilità, semplicità e scorrevolezza perché tutti i dubbi che nascono nel corso della storia, vendono snocciolati con tranquillità al lettore, senza trovare buchi di trama e mancanze. Utilizzando una prosa scorrevole, il lettore può assaporare una storia molto veloce con il giusto peso. Riesco tranquillamente ad immaginare questa lettura per ogni stagione dell’anno e per ogni età perchè non ci sono scene troppo spinte o paurose, ma l’empatia del momento è vivido sempre.

Da buon segugio del crimine, avevo intuito da un dettaglio, cosa e chi, ha architettato tutto ma sono felice di notare un’ottimo sviluppo della storia, piacevole e convincente. Scoprire come l’autrice aveva intenzione di incastrare il tutto, è stato molto interessante.

Ormai ho intuito cosa si proietta la Segreti in Giallo, desidera offrire letture adatte a tutti, estremamente pulite senza allontanarsi mai dal fulcro di un buon libro: coinvolgere. Consigliato.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...