@jesslibri · Chick-lit · Collaborazione - Casa Editrice · contributors · Recensione · Review Party

Review Party: Un diavolo arrogante – R.S Grey

Buongiorno splendori! Nonostante sia sabato, sono qui a parlarvi dell’ultimo libro che ho letto per un review party, e approfitto di ciò per ringraziare la Always Publishing per avermi omaggiata della copia digitale.

Titolo: Un diavolo arrogante
Autore: R.S Grey
Data di pubblicazione: 02 luglio 2020
Genere: Chick-lit
Editore: Always Publishing
Ebook: €4,99
Cartaceo: €13,20
LINK D’ACQUISTO

A ventotto anni Meredith Avery, stella del jet set di Beverly Hills è sposata a un celebre produttore cinematografico, vive una vita da sogno, fatta di glamour e feste. Ma la realtà quotidiana del matrimonio di Meredith è molto lontana da una favola e così lei, da donna caparbia e determinata qual è, una notte decide che ne ha abbastanza del marito insensibile e offensivo e scappa via con solo gli abiti che ha addosso. La sua destinazione? Cedar Creek, Texas, dove ad accoglierla ci sarà sua sorella maggiore. Nella sua impulsività, però Meredith non ha fatto bene i conti e ben presto scopre che Helen è in viaggio e la sua casa inagibile. Jack McNight è la sua ultima speranza: il capo di sua sorella può offrirle un lavoro temporaneo al Ranch Blue Stone, e un tetto sulla testa. Peccato che si tratti di un cowboy burbero che si è già fatto una pessima opinione di lei ancor prima di conoscerla. Jack pensa che Meredith sia una principessa viziata di città in cerca di attenzione, giunta in Texas per fare un dispetto al marito e portare problemi nel suo ranch. Ebbene, ha sottovalutato la forza della disperazione di Meredith, che non si lascia scoraggiare dal dover pulire bagni per tutto il giorno, dormire in una catapecchia, o dar da mangiare a un golden retriever troppo espansivo. Il problema di Meredith, in effetti, potrebbe essere un altro… Si sa, i diavoli sono maestri di tentazione, e per quanto lei vada d’accordo con Jack quanto l’olio con l’acqua, non può negare il suo fascino diabolico, la voglia di zittire le sue proteste con un bacio per farlo arrabbiare ancora di più. Con il passare delle settimane, quella che era cominciata come una battaglia si trasforma in una alleanza.

È incredibile come certi libri riescano a sorprendermi ogni volta, sono una lettrice accanita… eppure ogni volta sento quasi come una piccola magia. Ci sono libri che ti fanno capire di essere particolari e speciali fin dalle prime pagine, e con Un diavolo arrogante è stato proprio così. Non avevo ancora letto nulla di R.S Grey (so che in Italia è arrivato solo un altro suo libro e di un genere diverso), ma il suo modo di scrivere così scorrevole mi ha tenuta incollata alle pagine finché non sono arrivata alla parola fine.

In questo romanzo tutti i personaggi sono importanti, anche il cane, ma a parer mio la vera protagonista è Meredith. In lei ho visto molto forza, molta determinazione… è come se una volta abbandonata Beverly Hills avesse ritrovato la vera sé stessa, quella che aveva perso, che non si ricordava più. E il merito di questo “ritrovamento” non è solo di Jack – a parer mio – ma anche di nonna Edith, che ha capito tante cose, se non tutte, prima di lei… di loro. Questo è un romanzo che fa ragionare, che ci mostra un tratto della violenza in modo diverso, ma che ci strappa anche risate e sorrisi. I battibecchi tra i protagonisti per forza di cose ti catturano e ti portano a voler sapere e vedere quando cederanno. Se Meredith è un personaggio che si ritrova a fare un viaggio versa la ricerca di sé stessa, Jack è il diavolo in persona, obbligato a maturare e a prendersi le sue responsabilità, di conseguenza proteggendosi dando l’apparenza di essere freddo, scostante, maleducato e arrogante… ma soprattutto sexy.

La tensione tra Jack e Meredith è quasi elettrica, nonostante i battibecchi, il non sopportarsi, il ferirsi e il girarsi attorno, man mano si lasciano andare e vedere questo cambiamento porta il lettore ad andare più in profondità. Questo conoscersi porta anche a chi legge a capirli: le confidenze sul passato, i vari problemi, la solitudine… ripeto, in questo romanzo non si ride solamente, vengono trattati anche argomenti delicati che colpiscono tutti – nel bene e nel male – e l’autrice è stata in grado di mescolare il tutto senza mandare in confusione, senza mai dare l’impressione di essersi persi qualcosa. Tanto di cappello! Siete pronti a immergervi in una storia che vi lascerà un sorriso?

Jess.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...