Autori tra le righe · Blog Tour · Collaborazione - Autori Emergenti · Recensione · Rosa

Recensione – In fondo si suoi occhi – Serafina Lomaisto

Benvenuti fanciulli in questa nuova recensione che chiude il ciclo delle diverse tappe del blog tour.Prima di narrare le mie impressioni, ho racchiusi ogni singolo argomenti per mostrarvi a 365° le potenzialità di questa storia che ha lasciato, dentro di me, amarezza e un continuo lottare con il mio istinto di picchiare la protagonista ahahahhaha capirete a breve. 

Scheda Tecnica

Trama

Desiré fugge perché sta cadendo a pezzi e nel locale di Beppe trova un’illusione in cui rifugiarsi. Lontano dai suoi genitori, abbandonata dalla maggior parte degli amici, giorno dopo giorno prova a ricostruire la sua esistenza sigillando in fondo al suo cuore ciò che nessuno dovrà sapere. Jacopo è un cantante che odia la vita che conduce nonostante la sua passione lo renda vivo. Quante maschere indossiamo ogni giorno per compiacerci o compiacere gli altri? Ma poi c’è un momento, una scintilla, un attimo di titubanza e qualcuno vede la tua essenza. Per sbaglio forse, oppure capita che resta. Ma se non si è bravi a condividere la propria vita, basterà amarsi perché nessuno soffra? Restare per far male e poi curare le ferite o andare via ferendo una volta e per sempre? La storia d’amore tra Jacopo e Desiré è una semplice realtà quotidiana nella quale ciò che è rotto si aggiusta, ciò che non si comprende si accetta, ciò che non si può cambiare si condivide. Un amore che regala un brivido e qualche lacrima, un calore al cuore per ogni attimo perso e poi ritrovato.

Estratto

Ci misi qualche minuto per prender confidenza con la sua macchina. Lo portai per le strade di campagna, e fermai il motore quando arrivammo sotto ad una collinetta. Quando scendemmo sorrise come se avesse già capito ma non disse nulla. Era divertito. Intrecciai la mia mano con la sua, erano perfette insieme, erano state create per essere unite. La sua grande per accogliere la mia piccola.
«Siamo sul tetto del mio “vecchio mondo”» esclamai quando arrivammo in cima. Sotto di noi c’era il mio paese, non era altissimo ma aveva una visuale particolare. Oltre le case si vedevano il mare e l’orizzonte.
«Sei bella» disse e quando mi girai trovai il suo sguardo fisso su di me.
«Ti ho portato qui per l’orizzonte» arrossii.
«Nulla è più bello di te» mi stava spogliando con gli occhi ed io non avevo più veli per lui.
«Adesso dovresti baciarmi» gli suggerii sottovoce ma rimanemmo entrambi immobili. Su quel pezzo di mondo che non ci apparteneva ma nel quale lasciavamo una parte di noi. Parlava piano senza spostare lo sguardo.
«Non ne ho bisogno, ho di più di un semplice bacio.»
«E cos’hai?»
Sembrava una scena surreale, di un film. Nel silenzio di quel momento si sentivano i nostri cuori battere forte, all’impazzata. Il vento accarezzava le nostre anime e le nostre mani tremavano mentre si sfioravano.

Curiosità sul titolo

Trattandosi di una storia d’amore intensa e di un legame che va ogni oltre ostacolo, distanza e sconfitta, avevo deciso di chiamarlo “Più che una fede al dito”. A rileggerlo ora mi suona abbastanza patetico ma in fondo racchiude comunque lo stesso messaggio che ancora oggi c’è tra le pagine. 

Storia della copertina

Per questa copertina cercavo qualcosa che ricordasse la tenerezza. La tenerezza di un bacio, di una carezza, di un abbraccio. La tenerezza in cui entrambi possono rifugiarsi per trovarsi e ritrovarsi. All’inizio avevo provato a ricreare un’immagine abbastanza popolare di un ragazzo che bacia sulla fronte la ragazza tenendole la testa fra le mani. Bellissima. Me ne sono innamorata subito! Però mi sembrava troppo semplice, troppo prevedibile. Così ho cercato qualcosa di più… e cosa più di due visi che si sovrappongono può rappresentare un’unione così tenera ed intensa? Poi è risaputo che amo i disegni essenziali.
I colori (si ci saranno dei colori questa volta!) rappresentano quella gioia fugace che nonostante tutto accompagna questa storia.

Estratto personaggio maschile

Vi presento Jacopo, un famoso cantante che si destreggia tra feste e alcol per evitare di affrontare se stesso. L’affidabilità e la sincerità sono alla base del suo lavoro, eppure ha scelto di nascondersi dietro un personaggio all’apparenza indistruttibile. Con gli amici è generoso e genuino. Quando si sente a casa abbassa le difese. Ama la sua indipendenza come ama i suoi genitori, senza limiti né compromessi.

Estratto personaggio femminile

Se dietro ad un uomo di successo c’è sempre una grande donna, è il momento di presentarvi Desiré. Una ragazza solare nonostante le sue mille insicurezze. Nonostante la vita l’abbia messa in ginocchio, lei non ha perso la sua amorevolezza, la sua generosità e la sua empatia. Quando ha paura scappa ma a volte la sua determinazione batte lo sconforto. Le piace il mare, la luna e cucinare.

Un regalo da ‘regalare’

Copia cartacea “In fondo ai suoi occhi” con dedica
Segnalibro realizzato a mano da Maura
Un regalo da ‘regalare’
Il tutto compreso in un pacchetto carinissimo!
10 € spedizione inclusa

Contatta l’autrice: clicca qui

Recensione

[Sentii forte quelle parole anche se le pronunciò andandosene e mi colpirono dritto al petto “Non ne vale la pena”. Io non valevo mai la pena per nessuno, nemmeno per chi avrebbe dovuto lottare per me. La mia mente tornò indietro di qualche mese e sentii nascere dentro di me quella sensazione di vergogna e fallimento che non avrei augurato a nessuno, quella che avevo provato già e che mi costrinse a scappare.]

La nostra protagonista è una ragazza estremamente buona, disponibile e intraprendente. Ha causa di un evento del suo passato (non troppo lontano) ha lasciato famiglia e amicizie per “scappare” da male-lingue e dicerie sul suo conto rovinando in maniera definitiva la sua vita.

Il tema del pregiudizio e delle lingue biforcuta verrà trattato più volte nel libro e Serafina ha condotto quello filo sotto l’ottica di noi “mediterranei” che, causa mentalità vecchia e retrograda, preferiamo giudicare che ascoltare e capire.
Fuggire, però, non allontana il cuore di Desirè dal privare nuovamente quel brivido viscerale dedicato espressamente all’amore. Il passato non deve spaventare ma rafforzare e irrobustire il nostro cuore.

Ecco che compare il personaggio di Jacopo, complessa creatura dalle mille paure e incertezze nella vita, vive espressamente della passione per la musica aiutandolo a raggiungere vette di successo.

[E volevo avere lui accanto, lui che ogni volta accoglieva la mia mano per proteggermi dal passato e da ogni paura. Lui che mi capiva senza bisogno di parlare, lui che sapeva farmi ridere ma sapeva quando avevo bisogno di silenzio e mi chiudeva in un abbraccio. Lui che mi provocava senza mai andare oltre, lui che mi aspettava perché gli stavo insegnando ad amare, lui che piangeva sul mio petto perché incapace di amare.]

Due personaggi contrastanti e, a tratti, contraddittori; tanto da farvi impazzire con il loro amore che esula il rapporto normale tra due persone. Ricordiamoci che Jacopo è un VIP, come tale molto conosciuto e dedicato a feste, svaghi extra e donne, quindi non è di usi comune per lui avere un rapporto canonico e sarà mezzo di grandi discussioni tra Desirè e Jacopo.Diciamo che Serafina ama stuzzicare il lettore con battibecchi continui e confronti dove si percepisce la profondità del sentimento.

[Avevo smesso di cercare le parole dolci e le sorpresine romantiche dopo averle avute da chi era già di un’altra. Volevo concretezza e verità, compresi i difetti, volevo anche quelli, soprattutto quelli. Se ami e sei amato davvero ti mostri per quello che sei realmente perché i difetti li nascondi solo a chi non ti sa accettare.]

Personalmente, ho litigato molte volte con la protagonista perché ricordava la Palma di qualche anno fa: sempre accondiscendente e remissiva, sempre pronta a perdonare senza aver un minimo in cambio.Fortunatamente Serafina ha sviluppato in modo da far passare un diverso messaggio, sempre difficile, ma vero nella sua complessità. Troverete l’incoerenza del personaggio maschile, così difficile da decifrare perché pieno di domande e incertezze.Vi anticipo subito la vostra domanda…

[«Questa canzone è per chi ha saputo leggere tra le righe, ignorando le chiacchiere degli invidiosi; per chi non si spaventa dell’irraggiungibile anzi, lo conquista; per chi questa canzone l’ha messa tra le sue preferite» dedicò a quelle parole il suo sorriso più sincero, quello riservato a chi gli stava a cuore, quel sorriso che aveva dedicato anche a me.]

La scrittura di serafina è molto fluida e leggibile, scorre in maniera ritmata (proprio come una canzone) che, passo dopo passo, conclude con una storia contemporanea molto piacevole e dal target vario.
Serafina riesce a immergerti nell’amore folle di due ragazzi così inesperti ma, profondamente uniti in modo diverso. 
Si comprende quanto la fiducia possa alimentare una coppia e le difficoltà della vita, rafforzare.
Molto consigliato per il formato pocket e dal quantitativo di pagine giuste per una lettura estiva o da posta sul tram.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA

View this post on Instagram

Recensione completa: https://unteconlapalma.com/?p=11270 . Titolo: In fondo ai suoi occhi Autore: Serafina Lomaisto @serafina_scrive Genere: rosa . Trama Desiré fugge perché sta cadendo a pezzi e nel locale di Beppe trova un’illusione in cui rifugiarsi. Lontano dai suoi genitori, abbandonata dalla maggior parte degli amici, giorno dopo giorno prova a ricostruire la sua esistenza sigillando in fondo al suo cuore ciò che nessuno dovrà sapere. Jacopo è un cantante che odia la vita che conduce nonostante la sua passione lo renda vivo. Quante maschere indossiamo ogni giorno per compiacerci o compiacere gli altri? Ma poi c’è un momento, una scintilla, un attimo di titubanza e qualcuno vede la tua essenza. Per sbaglio forse, oppure capita che resta. Ma se non si è bravi a condividere la propria vita, basterà amarsi perché nessuno soffra? Restare per far male e poi curare le ferite o andare via ferendo una volta e per sempre? La storia d’amore tra Jacopo e Desiré è una semplice realtà quotidiana nella quale ciò che è rotto si aggiusta, ciò che non si comprende si accetta, ciò che non si può cambiare si condivide. Un amore che regala un brivido e qualche lacrima, un calore al cuore per ogni attimo perso e poi ritrovato. . #unteconlapalma #collaborazione #collaborazione #recensione #booklover #bookcommunity #bookblogger #booksloverita #blogger #blog #leggetecurailcuore

A post shared by Palma 📚📚📚 #bookblogger (@unteconlapalma) on

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...