Amministratrice @unteconlapalma · Autobiografia · Collaborazione - Autori Emergenti · Recensione · Ricettario

Recensione – Io mi battezzo….Rebecca – Raffaella Iannece Bonora

Chi di noi non si è mai sentito fuori posto? Chi di noi non si è mai sentito diverso? Chi di noi non è mai stato messo da parte, preso in giro, insultato?

Blog Tour_Presentazione – Io mi battezzo…Rebecca – Raffaella Iannece Bonora
Blog Tour_Intervista – Io mi battezzo…Rebecca – Raffaella Iannece Bonora
Blog Tour_Ricetta – Io mi battezzo…Rebecca – Raffaella Iannece Bonora
Blog Tour_Biografia – Io mi battezzo…Rebecca – Raffaella Iannece Bonora
Blog Tour_Estratti – Io mi battezzo…Rebecca – Raffaella Iannece Bonora

Scheda Tecnica

Trama

Cosa succede quando vi rendete conto di essere prigionieri di un corpo che non sentite vostro? In questo volume Rebecca ci apre il suo cuore, la sua anima, ci regala il suo passato, foto, racconti, aneddoti e ricette, dalla nascita ad oggi, passando per l’infanzia, l’adolescenza, il Grande Fratello, gli amori, la famiglia, le passioni, i sapori e i dissapori. Tutto condito dalla sua ironia, da quel sorriso che, nonostante le mille avversità, non ha mai smesso di brillare. Cosa succede quando vi rendete conto di essere prigionieri di un corpo che non sentite vostro? Lo scoprirete leggendo “Io mi battezzo… Rebecca”, una raccolta di memorie e testimonianze, un canto di solidarietà, un volume che vuole essere di sostegno, di aiuto e, perché no, magari strapparvi un sorriso.

Recensione

Buongiorno fanciulli e benvenuti in questa nuova recensione che conclude il ciclo del blog tour di queste settimane (le tappe sono riportate ad inizio articolo).
Ringrazio Raffaella per avermi scelto per rappresentare graficamente questo libro e lasciare la narrazione alle parole scritte dall’autrice conosciuta per la Tavola degli otto , lanciata su un genere totalmente opposto, rappresentando su carta la storia di Rebecca.

Precisazione doverosa. Personalmente io conoscevo Rebecca perché ricordavo la sua presenta mel reality GF14, anche se molto di sfuggita perché troppo piccola per capire le dinamiche di spettacolo e i percorsi emotivi celati dietro a sfide e confronti. Ma, sarò sincera, è stata la mia fortuna perché ho assimilato il racconto con più neutralità e passione, assaporando il tutto con soddisfazione possibile.

La storia parte proprio dall’origine e, come un buon dolce che si rispetti, possiede dei passaggi che porteranno alla preparazione del nostro amato dessert. Ecco che conosciamo, attraverso il cuore di Rebecca e la mano di Raffaella, il passato di una persona nata e cresciuta in un paesino nel cuore di Eboli (città di origine di entrambe le donne) differenziandosi per la passione per dettagli celati da ogni mascolini, dal dolce e armonioso di una donna. Conosciamo così la vita di Sabatino e del suo percorso con se stesso, una crescita costante e altalenante, portando con sé quella sua grande peculiarità… la speranza, che si tratti di amore, sogni, famiglie e lavoro. Un percorso molto formativo perché riguarda tutti noi, sia come spettatori che, come protagonisti.

[Che male c’è se, invece di lanciare sassi, Sabatino preferisce raccogliere fiori? Se, invece di tirare con la fionda, sceglie di fare braccialetti con le conchiglie?]

Ammiro molto la forza d’animo di una donna così forte, come Rebecca, pronta a tutto pur di essere felice con il proprio cuore. Quel tocco spiritoso e birichino che accompagna una prosa leggera e spensieratezza, dimostrano l’assenza di rancore del passato di Rebecca, narrato con approvazione e maturità, dimostrando quanto ogni cosa, in futuro, avrà una sua risposta.

[…ogni volta che mi vedeva mi lanciava bacini, diceva che ero il suo Pochet Coffee, il suo Mon Cheri, forte come il caffè, colce come la ciliegia, energizzante come il cioccolato e inebriante come il liquore.]


Troverete la vera essenza di Rebecca, al di fuori del personaggio televisivo e social, ma la vera donna caliente e peperina, cuoca provetta e amaliatrice avvincente….tutto fa parte di lei….Raffaella è riuscita, come un bravo pittore, a dipingere il giusto colore alla dolce Rebecca.

Un libro consigliato per il suo messaggio e, soprattutto, per le mille ricette culinarie che delizieranno il nostro giro vita ahhahahah vi adoro.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...