@thebazaarofbaddreams · contributors · Giallo · Recensione · Thriller

Recensione – Se scorre il sangue – Stephen King

Scheda Tecnica

Trama

Ci sono diversi modi di dire, quando si parla di notizie, e sono tutti leggendari: «Sbatti il mostro in prima pagina», «Fa più notizia Uomo morde cane che Cane morde uomo» e naturalmente «Se scorre il sangue, si vende». Nel racconto di King che dà il titolo a questa raccolta, è una bomba alla Albert Macready Middle School a garantire i titoli cubitali delle prime pagine e le cruente immagini di apertura dei telegiornali. Tra i milioni di spettatori inorriditi davanti allo schermo, però, ce n’è una che coglie una nota stonata. Holly Gibney, l’investigatrice che ha già avuto esperienze ai confini della realtà con Mr Mercedes e con l’Outsider, osserva la scena del crimine e si rende conto che qualcosa non va, che il primo inviato sul luogo della strage ha qualcosa di sbagliato. Inizia così Se scorre il sangue, sequel indipendente del bestseller The Outsider, protagonista la formidabile Holly nel suo primo caso da solista. Ma il lungo racconto dedicato alla detective preferita di King (come scrive lui stesso nella sua nota finale) è solo uno dei quattro che compongono la raccolta. Da Il telefono del signor Harrigan, dove vita e tecnologia si intrecciano in modo inusuale, a La vita di Chuck, ispirato a un cartellone pubblicitario, fino a Ratto – che gioca con la natura stessa del talento di uno scrittore – le storie di questa raccolta sono sorprendenti, fuori dagli schemi, a volte sentimentali, forse anche fuori dal tempo. In una parola, sublimemente kinghiane.

Recensione

Lo Zio Steve è uno dei pochissimi scrittori a generare un “hype” incredibile. A questo clima di attesa ha contribuito, purtroppo, la situazione di ridotta libertà che stiamo vivendo, e anche se “Se scorre il sangue” è un libro che andrebbe fatto sedimentare, non ho paura di dire che non ha tradito le aspettative.

È una raccolta di quattro racconti “alla king”, di quel genere in cui lui è re e che non è ascrivibile a qualcosa di preciso, come l’horror o il thriller. Lo Zio Steve è molto di più. Non amo fare spoiler ed è per questo che ho deciso di non parlare delle singole storie, ma occorre dire che ritroviamo, con mio enorme piacere, la cara Holly Gibney (fra i protagonisti della trilogia di Mr Mercedes e di The Outsider, già recensito su questo blog), personaggio che ho amato tantissimo. La storia è quella che dà il titolo alla raccolta e ci appare come una sorta di sequel del suo romanzo del 2018, The Outsider.

Ne “Il telefono del signor Harrigan”, il racconto di apertura, ritroviamo il classico Stephen King, quello a cui siamo “abituati”, in una storia nuova, ma che ci dona la nostalgia degli altri romanzi letti.

“La vita di Chuck” mi ha stregato, ho apprezzato l’uso di termini ebraici e Yiddish (con i quali ho confidenza). Mi ha ricordato uno dei film che più amo di Lars von Trier (ne ometto il titolo per evitare, anche se minimamente, uno spoiler), regista visionario apprezzato dal Re del Maine (Kingdom Hospital, serie tv ideata dallo stesso King, si ispira liberamente alla miniserie danese “The Kingdom”, proprio di Lars von Trier). 

La collezione si chiude con “Ratto”, una storia che vede King su un terreno familiare: un autore si dirige verso i boschi remoti del Maine nel tentativo di liberarsi dalle distrazioni, in modo da poter scrivere un romanzo, vi ricorda qualcuno?

Se scorre il sangue si aggiunge alle altre raccolte di racconti del Re del Maine, e ci lascia, dopo una coinvolgente lettura, un senso di disagio e diffidenza, soprattutto verso gli oggetti e gli eventi della vita quotidiana, che guarderemo da una prospettiva diversa.

Benvenuti nel Bazar dei Brutti Sogni, fate buoni incubi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...