Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Narrativa Contemporanea · Recensione · Sci-fi

Recensione – Tre amiche a New York – Silvia Civano

[Io non avrei accettato altri lavori per la gloria. Gloria non pagava.
Mara non avrebbe fatto la precaria a vita, e Gaia non sarebbe diventata una di quelle donne che fanno carriera usando le tette e non il crvello.
Eravamo pronte. Pronte a lasciarci tutto quello schifo alle spalle.]

Scheda Tecnica

Sinossi

Artemisia, Gaia e Mara sono amiche da tutta la vita. Molto diverse nel carattere e nell’aspetto, hanno in comune una cosa: voler realizzare i propri obiettivi. Misa vuole diventare scrittrice, Gaia avvocato e Mara insegnante. Purtroppo, però, una volta finiti gli studi, scoprono che in un’Italia con poche possibilità per i giovani, difficilmente vedranno realizzati i loro sogni. Tirocini su tirocini, raccomandati che trovano lavoro senza meritarlo e una vita da precarie. È questa la dura realtà che scoprono di dover affrontare ogni giorno. Ecco perché, quando Tony, il cugino ex metallaro di Misa, le propone di aiutarlo a gestire il suo negozio di cupcake a Manhattan, lei decide di accettare. Ma a una sola condizione: che anche le sue migliori amiche si uniscano a lei in questa grande avventura. Una nuova vita le attende. Una vita senza pause nella città che non dorme mai. Orari di lavoro assurdi, feste a ogni ora, locali glamour e incontri molto interessanti…Quel secondo incontro era quanto di meno romantico ci si potesse aspettare. Ma dopotutto, non volevo romanticismo, né un fidanzato. Quel ragazzo non mi piaceva per nulla. Troppo spavaldo e con la faccia da schiaffi. Senza contare che era già la seconda volta che era riuscito a tirare fuori un lato di me che non sapevo nemmeno di avere.
«Allora? Pronta per il tour più emozionante della tua vita?», domandò lui ammiccando.Sì. Era davvero spocchioso e insopportabile.

Recensione

Buongiorno fanciulli e benvenuti in una nuova recensione in collaborazione con Silvia Civano che ringrazio per la copia omaggio e la fiducia riposta in me.

Iniziamo subito dicendo che questo libro possiede una storia dietro ahhahah la lettura ha subito uno stop causato dalle sensazioni amichevoli tra le amiche delle protagoniste che hanno reso la sottoscritta talmente tanto triste e invidiosa che non sono riuscita ad andare avanti (come, quando, desideri essere una delle protagoniste di Sexy and the city). Ma….colpo di scena…la seconda occasione è scattata una catena di Sant’Antonio tale da creare una lettura condivisa con quattro librodipenderti come me ahhahaha che ringrazio per aver aperto con me, le danze.

Le nostre protagoniste sono Artemisia, Maia e Gaia, tre donne con personalità diverse ma una cosa in comune, la sfortuna cronica per il lavoro. Vi ricorda niente? L’incipit di questo libro porta a man forte, un argomento molto attuale e pienamente condivisibile, costringendo le nostri menti fresche e giovani ad emigrare all’estero. Le tre fanciulle, prendendo un aereo verso l’infinito ed oltre, oltrepassano le barriere e le loro paure buttandosi in un progetto dove non hanno nessuna certezza ma solo ed esclusivamente la voglia di rischiare.

Conosciamo così il cugino di Artemisia (nome tratto da una specie in particolare di fiore Artemisia absinthium, ogni tanto faccio uscire il mio lato botanico ahahha), un ex metallaro, votato al lavoro e al progresso del suo locale chiamato Torta in tazza cupcake, impiantato a New York.

[«Mamma, ho sempre programmato ogni singola cosa della mia vita. E guarda dove mi ha portato tutta questa organizzazione! Per una volta voglio intraprendere una strada senza fare previsioni, senza aspettarmi chissà cosa. Le troppo aspettative mi hanno delusa».
Gli occhi color petrolio di mia madre si addolcirono. Non le ci volle molto per mettere da parte le sue paure e sintonizzarsi sulle mie. «Io ti sarò sempre vicino, qualunque scelta tu voglia fare» disse infine, ricambiando la mia stretta.]

Spiazzare tre ragazze in un colpo solo, non è cosa da poco. Da qui che nasce la vera avventura delle nostre tre eroine, ragazze comuni ma piene di cristalline emozioni fatte per esser viste e vissute.
Una storia dove si respira aria di commedia americana, ritmata dalla prosa costante e con battute ed eventi ben calcolati.

[Non lo sapevo. La verità era che non sapevo ancora niente. E andava bene così. Quello che contava in quel momento era che le mie due sorelle per scelta stessero davvero prendendo in considerazione l’idea di partire con me.]

Noterete, sicuramente, i nomi riportati ad inizio capitolo e, a intuito, possiamo capire che la nostra cara autrice ha reso un romanzo di narrativa contemporanea, qualcosina di più. Come? Offrendo curiosità e nozioni di storia e cultura generale su luoghi e strutture della stessa New York, ponendo l’immaginazione del lettore attraverso immagini tangibili e inequivocabili. Ho ritrovato diverse sfaccettature studiate all’università e, in proporzione, alla fonte della narrazione turistica, troveremo un personaggio che di per sé è una guida. I giochi di ruolo che ci piacciono.

Devo, però, specificare una cosa doverosa. Se siete amanti dei libri sintetici e pieni di conversazioni, non è il libro fatto per voi perché Silvia, con cognizione di causa, illustra riferimenti argomentati e ben descritti in più punti della storia. Quindi, come tale, se amate questa caratteristica può appassionarvi. Contrariamente non è un libro che può ispirarvi.

L’autrice ha scelto, volutamente, di amplificare l’utilizzo della lettura per qualcosa di costruttivo, oltre che di fine intrattenimento. Tocca a voi scegliere.
Nel complesso è una storia piacevole, ritmata tra dialogo e novità per il nostro bagaglio, trattando il tema dell’amicizia e dei sogni.

Come le commedie americane, la storia scorre da sola, senza porsi mille domande perché abbiamo tutto presente sotto i nostri occhi, tocca a noi saper guardare.

[Il silenzio si impadronì di quel momento. Era appena accaduto qualcosa. Non sapevo ancora cosa, ma sentivo che c’era stato un cambiamento in me. Le sue parole sulla fantasia, sull’approccio che avrei dovuto avere per recuperare la passione perduta, o forse mai trovata…Quelle parole si fecero strada nella mia mente, pronte a germogliare come un seme gettato in un’oasi circondata da terra arida.]

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

View this post on Instagram

Titolo: Tre amiche a New York Autore: Silvia Civano @silviacivano Genere: Narrativa contemporanea, Rosa . Sinossi Artemisia, Gaia e Mara sono amiche da tutta la vita. Molto diverse nel carattere e nell’aspetto, hanno in comune una cosa: voler realizzare i propri obiettivi. Misa vuole diventare scrittrice, Gaia avvocato e Mara insegnante. Purtroppo, però, una volta finiti gli studi, scoprono che in un’Italia con poche possibilità per i giovani, difficilmente vedranno realizzati i loro sogni. Tirocini su tirocini, raccomandati che trovano lavoro senza meritarlo e una vita da precarie. È questa la dura realtà che scoprono di dover affrontare ogni giorno. Ecco perché, quando Tony, il cugino ex metallaro di Misa, le propone di aiutarlo a gestire il suo negozio di cupcake a Manhattan, lei decide di accettare. Ma a una sola condizione: che anche le sue migliori amiche si uniscano a lei in questa grande avventura. Una nuova vita le attende. Una vita senza pause nella città che non dorme mai. Orari di lavoro assurdi, feste a ogni ora, locali glamour e incontri molto interessanti…Quel secondo incontro era quanto di meno romantico ci si potesse aspettare. Ma dopotutto, non volevo romanticismo, né un fidanzato. Quel ragazzo non mi piaceva per nulla. Troppo spavaldo e con la faccia da schiaffi. Senza contare che era già la seconda volta che era riuscito a tirare fuori un lato di me che non sapevo nemmeno di avere. «Allora? Pronta per il tour più emozionante della tua vita?», domandò lui ammiccando.Sì. Era davvero spocchioso e insopportabile. . RECENSIONE COMPLETA SUL BLOG UNTECONLAPALMA.COM . #collaborazione #fornitoda #recensione #treamicheanewyork #silviacivano #romanzorosa #ioleggoacasa #iorestoacasa #bookblogger #BOOKSTAGRAM #booksloverita

A post shared by Palma 📚📚📚 #bookblogger (@unteconlapalma) on

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...