Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Collaborazione - Casa Editrice · Narrativa Contemporanea · Recensione

Recensione – Rosa Tea – Sonia Milan

Buongiorno fanciulli e benvenuti in questa recensione fatta di storia e curiosità. Grazie a Sonia scopriremo una location sottovalutata e la bellezza del passato fatto di fragilità ed errori.

[Tea è una varietà spontanea di rosa, originaria dell’Estremo Oriente, probabilmente così chiamata perché giunse in Europa, a fine ‘700, sulle navi commerciali, assieme ai carichi del The. Ha il dono della rifioritura, in ogni periodo dell’anno, inverno compreso, e può assumere varie colorazioni.]

Scheda Tecnica

Sinossi

Nel Roseto Comunale di Roma compare spesso una fanciulla diafana e inquieta, che si aggira infagottata in abiti ottocenteschi, cercando disperatamente notizie del suo amante perduto. Potrebbe trattarsi davvero di un’anima vagante e senza pace, come tutti gli indizi portano a supporre? È ciò che cercherà di scoprire Tommaso Porta, lo scettico direttore del famoso giardino romano, affiancato da Tea De Sanctis, professoressa di Storia dell’Arte. Incastonato nella narrazione, si snoda il ricordo del passato, con la ricostruzione della tragica storia d’amore tra Anna Venezian, sartina ebrea, ed Antonio Salimei, rampollo aristocratico. Il ritrovamento di un antico diario porterà il lettore a ritroso nel tempo, per calarsi nell’atmosfera del ghetto di fine Ottocento, all’epoca della cosiddetta Emancipazione ebraica.

Recensione

[La rosa fa da cornice a due vicende sentimentali, divise da più di centoventicinque anni di storia. Vicende che corrono parallele per poi convergere, fino a fondersi, e che hanno come scenario la Roma di ieri e la Roma di oggi, con i suoi luoghi magici, i suoi tesori, i suoi ponti, i suoi muraglioni, ma anche le sue barriere culturali.]

La nostra storia parte con la presentazione dei due protagonisti. Tommaso direttore del Roseto Comunale di Roma, è un uomo sposato, con figli, dedito alla quotidiana vita fatta di doveri e responsabilità. Da poco tempo ha preso in mano la gestione del Roseto e durante le sue giornate scopre, ripetutamente, una donna pensierosa, vestita in abiti vittoriani e antichi, accompagnata da una carnagione diafana e dalla bellezza eterna. Questa donna, però, vive la costante diatriba con la sua ansia di non riuscire a incontrare il suo amato, uomo che aspetta mentre passeggia nel Roseto.

Ci viene raccontato di Tea, una ragazza appena scampata da una relazione infelice e frustrante ma lasciando dietro di se tanta tristezza e insicurezza. Il suo passato, però, busserà prepotentemente alla sua porta, portando con sé grandi rivelazioni in merito alla sua famiglia.

P.s. Ringrazio l’autrice per l’idea dell’albero genealogico a inizio libro, perché riuscite a inquadrare bene tutte le situazioni senza perdervi tra i nomi. Ad una certa età si perde la memoria facilmente ahahhahahaha

Sonia decide di sviluppare due storie parallele tra loro, che oscillano tra 1933 e il 2018, travolgendo i due protagonisti in una serie di rivelazioni e scoperte che vi terranno incollati alle pagine, contornate dalla nostra amata Roma.

Attraverso le parole di Sonia, percepite la sua stima nei confronti della sua città nativa perché narra luoghi e ambienti così lontani dalla consueta “guida turistica”, che venite ispirati dalla voglia di visitarli di persona. Il dettaglio illustrato nei migliori dei modi, però, può risultare (a chi non ama questa tecnica) un po’ prolisso. Ovviamente è gusto personale perché io apprezzo molto lo studio approfondito e ben argomentato, senza annoiare ma posso capire che non tutti possono essere della mia idea.

Devo dire che questa storia ha soddisfatto la mia curiosità di conoscenza, aggiunto al brio della vicenda misteriosa, racchiuso in una prosa coinvolgente, è un libro molto consigliato per chi ama unire storia alla realtà. Ovviamente il fulcro sarà l’amore incondizionato e mai prevedibile, insieme al destino crudele ma giusto.

Un libro consigliato.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...