@arte_alla_spina · contributors · Fuori dal Tomo

Fuori dal Tomo – Isola di Heta – Sandra Moretti _ Personaggio: Thomas

Salve lettori! Non vedo l’ora di presentarvi Thomas, personaggio di “Isola di Heta”, libro scritto da Sandra Moretti! Ma non perdiamoci in chiacchiere, corriamo da lui!Come ho fatto ad incontrarlo? Semplice! Thomas è fuggito via dall’inchiostro per venirmi a parlare di sé, del resto “Fuori dal Tomo” nasce per questo, per dare spazio ai personaggi!

Recensione – L’Isola di Heta – Sandra Moretti

1.Ciao Thomas, allora rompiamo il ghiaccio con una breve presentazione. Chi sei, quanti anni hai, che lavoro svolgi?

Mi chiamo Thomas Broth, ho 20 anni e lavoro per la Polizia del Sistema. Sono un Agente Speciale della sezione legale. Mi occupo di indagini e verifiche su possibili infrazioni alla legge di Heta. Sono nello Staff personale del Tenente Nathan Delphi, un onore che mai avrei immaginato di poter ricevere.

2. Scegli tre aggettivi per descriverti.

Razionale, timido e leale.

3. Ho letto sulla tua scheda che sei del segno dell’albero. Come funziona lo zodiaco dalle tue parti?

Ci sono dodici segni, divisi nelle quattro case dei Sacri Spiriti:Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) Salamandra, Idra, vulcano, Terra (Toro, Vergine, Capricorno) Centauro, Chimera, Albero.Aria (Gemelli, Bilancia, Acquario) Pegaso, Grifone, Tifone.Acqua (Cancro, Scorpione, Pesci) Sirena, Ippocampo, Goccia.Ogni segno ha inoltre un pianeta protettore, un colore e una pietra associate. L’Albero ad esempio, ha come pianeta Nina, il colore a cui è associato è il Carminio e la pietra di nascita è la Corniola. Io non credo molto a Zodiaco od oroscopi, Berta invece, la mia collega della Torre di Sorveglianza, è una vera fanatica! Dice che i nati sotto il segno dell’Albero sono grandi diplomatici, sanno essere responsabili, ma anche materialistici e pragmatici. Non hanno mai fretta, non sono impulsivi e credono nella buona educazione, che li aiuta a raggiungere posizioni di rispetto. In amore sono molto cauti e vogliono essere sicuri del successo del loro rapporto e dell’impresa che hanno iniziato. Non saprei dire se sia davvero così…in amore più che cauto sono proprio una frana. (ride)

4. Parlaci un po’ del tuo mondo, di Heta.

E’ un’isola di dimensioni enormi, suddivisa in 12 Spicchi, di cui solo 11 abitabili, perché a causa dell’attentato del 20 Sestilio 3016, il 12 è andato distrutto e hanno dovuto sigillare tutta l’area con una cupola in vetrox perché emanava radiazioni. Da allora la conformazione geografica ma anche politica dell’Isola è variata radicalmente. Il Generale Rain ha istituito il Sistema come organo governativo, mettendo se stesso al vertice della catena di comando. Sono stati introdotti i chip, su tutti gli abitanti di Heta. Ufficialmente erano nati come mappatura della popolazione, La lotta al terrorismo era prioritaria e in suo nome abbiamo accettato di stravolgere le nostre vite. Nel tempo ho capito che avevano uno scopo più subdolo…ci controllavano in ogni momento. Ma Heta è molto di più del Sistema e delle sue leggi rigide, E’ una realtà ricca di tradizioni, con un credo, la religione dei Quattro Spiriti, molto presente in tutte le nostre attività quotidiane. E poi Thea mi ha insegnato ad apprezzare la nostra cucina, dice che sulla Terra ci sono piatti molto diversi e per far provare a lei i nostri alla fine li ho riscoperti anche io. A dire il vero, Thea mi ha fatto innamorare del mio mondo, lo davo per scontato prima. Ora ne capisco il valore.

5. Qual è il tuo rapporto con il Tenente Delphi e cosa ne pensi?

(Impettito e fiero) siamo amici. Guarda, mai nella vita avrei creduto di poterlo dire. Lui è…è il mio mito da sempre! Sebbene non sia tanto più grande di me, rappresenta tutto quello che vorrei diventare un giorno.Ho sempre pensato che Delphi non avesse bisogno di amici, lo vedevo come un eroe invincibile che poteva sentirsi solo e nemmeno schiacciato dal peso delle sue responsabilità. Questi erano sentimenti troppo umani. Ma lavorando al suo fianco ho realizzato che è davvero faticoso essere lui. E, sebbene il Tenente non se ne lamenti mai, anzi affronta le sue responsabilità con dedizione e coraggio, ho imparato a leggere dietro alla sua maschera. Sono onorato di poterlo affiancare e aiutare a reggere questo peso.

6. Cosa pensi di Thea, invece?

(Alza gli occhi al cielo) E’ stata un tornado nelle nostre vite, la cosa migliore che potesse accaderci! Eravamo ciechi e ottusi prima ce lei piombasse su Heta. Io la amo come fosse una sorella, è parte della mia famiglia ormai. E come tutte le persone che si amano, mi fa arrabbiare tantissimo! E’ testona, impulsiva, emotiva. Tutto il contrario di me…Però è anche generosa, intelligente e non ha mai esitato a sacrificare se stessa pe me. Le devo la vita. 

7. Sappiamo che hai una sorella e una tata. Che tipe sono? 

Nonna Nicla è la mia Tata, una vecchina adorabile, dolce e una gran cuoca! E’ stata accanto a Elisabeth e me sin dai primi anni delle nostre vite. Su Heta è un privilegio avere una tata umana e non un robot. Le dobbiamo tanto. Elisabeth è…beh è tremenda! Un vulcano di idee e creatività, gestisce una ditta di moda tra le più affermate dell’Isola e trova sempre il modo di fare tutto. Ci vogliamo molto bene, non potrei immaginare la mia vita senza di lei.

8. Sei un bel tipo Thomas quindi… la domanda ci sta: amori in vista?

Io amo il mio lavoro…(arrossisce) e Sylvia Noam, la donna più bella di tutta Heta. Mi fermo qui perché se spoilero troppo Sandra poi mi sgrida.

9. Cosa pensi di Sandra Moretti, la tua autrice? 

La trovo una guida rispettosa. Ci ascolta e cerca di seguire le nostre inclinazioni per aiutarci a crescere come personaggi. Ha tanta fantasia e credo abbia creato una dimensione che sta a metà tra il reale e il fantastico.

10. Ti rincontreremo?

Certamente, nel proseguimento della trilogia, sempre che Sandra non mi faccia fuori (ride) ma non lo farebbe mai. Vero?

Sinossi

“I Quattro Spiriti di Aria, Acqua, Terra e Fuoco avevano creato Heta come un luogo in cui poter finalmente vivere in pace. Ma una convivenza fra elementi tanto diversi non era possibile. Presto nacquero i primi dissapori: ogni Spirito vantava il merito dell’impresa e reclamava maggiore potere per sé soltanto”… Esistono tanti mondi quanti ne puoi immaginare… questa è la verità che la giovane Thea Bright scoprirà quando verrà inaspettatamente catapultata su Heta, un pianeta parallelo, uguale e diverso dal suo, ma altrettanto “umano” e per certi versi spaventoso. Perché è arrivata lì? Quali segreti nasconde quell’isola che la spaventa e la attrae allo stesso tempo? Che cosa c’entra lei con lo strano mistero legato allo spicchio 12 e, soprattutto, cosa la lega a Nathan Delphi, affascinante Tenente che protegge il suo mondo?


Pagina Instagram:Isola Di Heta (@isola_di_heta) • Instagram photos and videos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...