Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Narrativa Contemporanea · Recensione

Recensione – Dante e la tartaruga – Vincenzo Spinelli

Scheda Tecnica

Sinossi

Dante e la Tartaruga è la storia contemporanea (e folle) di due innamorati che vivono nella periferia bolognese. Stanchi di condurre un’esistenza ai margini della società ed esausti di vacillare perennemente sulla soglia della povertà, decidono di commettere un omicidio per appropriarsi del patrimonio della ricca e odiosa signora Scalpini, così da poter poi rilevare la libreria Shakespeare and Company di Parigi. Il protagonista, Dante Chitano, da anni sogna di fare lo scrittore ed Elena Bugetti vorrebbe soltanto vivere serenamente insieme a lui. Riusciranno, al termine di questa avventura surreale e rocambolesca, a coronare i loro sogni?

Recensione

Quante volte nella vita ti sei reso conto di non aver raggiunto la più alta felicità? Trasportato dal continuo richiamo della propria insoddisfazione personale? Bene, oggi parliamo di due persone che per ricercare la loro felicità sono disposti a tutto.

I nostri protagonisti sono Dante ed Elena, due ragazzi che si ritrovano costantemente a navigare nei debiti e trascinare la propria esistenza tra stenti e commiserazione. Elena lavora come badante/donne delle pulizie e tutto fare presso una signora molto ricca, proporzionata alla sua cattiveria, fate voi ahahaha. La nostra cara fanciulla sarà preda facile di tutte le angherie architettate da una donna sola e piana di rabbia repressa e accumulata dalla sua mancanza di tatto, tanto da rivolgersi male ogni giorno alla ragazza e arrivando all’esasperazione della stessa. Elena è allo stremo.

Dante è uno scrittore, visionario ed estremamente fuori dagli schemi, talmente tanto da rimanere disoccupato da ogni impiego e dedito alla ricerca di un angolo di serenità per le parole che cerca continuamente nella sua vita. Desidera rendere felice Elena ma è consapevole della poca materia prima, per non dire inesistente e, tra fumo ed alcool, escogita un piano a dir poco diabolico e machiavellico. Prendere l’eredità della vecchia signora ricca e scappare a Parigi con la sua compagna e prendere in gestione il suo più grande sogno, la libreria Shakespeare and Company.

Vincenzo ci delizia con una storia dal sapore tragico/comico al limite del delirio mentale, trascritto attraversa una prosa dalla prima alla terza persona, in base a dei momenti precisi. La prima persona è dedicata esclusivamente alla lingua pungente di Dante, personaggio irriverente, estroso e complesso da inquadrare che, grazie alle sue grandi conoscenze nell’ambito della letteratura sfoggia conversazioni tra l’illusione e la realtà, con personaggi del nostro passato e bagaglio culturale. Vincenzo padroneggia episodi di storia con la narrazione, come io quando bevo l’acqua, sotto un flusso di pensieri che lo stesso Dante sputerà come sentenze.

Un personaggio forte come Dante, fulcro del racconto e del comando psichico della stessa Elena, verrà amplificato da un linguaggio tagliente al limite del pesante, per tutta la storia, proporzionato al personaggio senza filtri e catene. Troveremo una figura femminile fragile, sempre pronta ad eseguire tutto quello che viene chiesto senza battere ciglio e nei momenti di lucidità prendere una posizione senza spessore e facilmente annullabile.

Un racconto che si basa su un aneddoto ben conosciuto ma dai risvolti inaspettati e travolgenti tra un lessico dettagliato e stoccate linguistiche che dimostrano la padronanza di Vincenzo nel saper gestire le parole, anche se pesanti e nascoste dalla nostra finta educazione. Uno spaccato contemporaneo con un pizzico di follia.

Una sola parola: Dante.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...