Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Narrativa · Narrativa Contemporanea · Recensione

Recensione – La prima stella a destra – Luce

Scheda Tecnica

Sinossi

Quante volte, da bambini, avete provato a volare sull’altalena? Quante altre avete chiesto aiuto per volare un po’ più in alto, per raggiungere le stelle dei vostri sogni? Proprio loro che da grandi sono completamente differenti. Perché quando perdi un pezzo di vita, non sai più distinguere il sogno dalla realtà, le proprie speranze dalla sola verità. Per Michelle, la vita era una piccola sfera di cristallo che col tempo è venuta mancare, cadendo e perdendo i suoi cocci qua e là. Quei cocci fatti di persone e di fiducia. E si sa: la fiducia, un po’ come le persone, una volta andata non torna più. Poi è arrivato lui, Fabrizio, l’amore che l’ha salvata. Ed è stato quando ha sorriso senza accorgersene ad aver compreso che era finita: era uscita dal tunnel dell’oscurità, lungo una vita.

Recensione

Quante volte nella vita abbiamo sentito la parola “fiducia”? Io? Mille volte, tra amici, fidanzati e persone di passaggio, è una dichiarazione al limite del invisibile. Perché? Principalmente per un motivo: la gente è sostanzialmente egoista.

Ma vediamo il lato positivo della cosa. Su quale figura possiamo veramente contare per fiducia incondizionata e spontanea? La nostra famiglia….o almeno, dovrebbe essere così perché Michelle, la protagonista di questa storia, attraverserà questa domanda per diverse situazioni, più o meno importanti, nella sua vita da teenager.

[«una donna deve essere forte sempre, e se occorre anche più forte di un uomo… perché l’uomo, alle volte, si arrende…la donna mai, e deve essere sempre pronta ad intervenire quando l’uomo prova a cadere.»]

Michelle è una ragazza giovanissima che, sfortunatamente, ha incrociato sulla sua strada i primi ostacoli troppo presto. Un amore che brucia sulla propria pelle è una cicatrice che non rimargina ma, soprattutto, la perdita di una persona cara è ancora più profonda. Vive nell’incertezza e ogni figura costante nella sua vita, possiede sempre quel passo in più lontano dal cuore, non per scelta ma per autodifesa per se stessa.

Circondata da un gruppo di amiche fidate, tra un consiglio ed un altro, tenta il primo approccio per sciogliere il ghiaccio intorno alla sua essenza, frequentando un ragazzo dolce e apprensivo.

[Le parole…quanto sanno far male le parole. Sono più dolorose di uno schiaffo feroce, alle volte. Quanto può essere potente la bocca di un uomo se è in grado di distruggere in un secondo?!]

MA.… ehhhhh già….abbiamo un ma.….secondo voi può proseguire tutto liscio???? Naaaaaa.

[Perché avete smesso di parlare tra voi? Perché d’improvviso non avete più voluto essere una famiglia? Perché avete voluto farmi così tanto male? Vi rendete conto del dolore che sto provando io, adesso, a causa vostra?!]

La vita di Michelle verrà messa a dura prova da una serie di rivelazioni che riusciranno a scombussolare tutti gli equilibri fisici e mentali di una ragazza molto incerta e insicura sia di se che del mondo. Ogni persona sarà un punto interrogativo che prenderà forma nel percorso che attraversiamo insieme alla nostra protagonista, grazie alla prosa in prima persona, un dialogo diretto con il lettore fatto di pensieri e costatazioni. Sarà un percorso difficile tanto da farvi crollare in più momenti e riprese, moralmente triste e pieno di dettagli così veritieri che faranno venire la pelle d’oca.

Una storia difficile da digerire ma cruda quanto uno schiaffo sulla propria pelle. Quanto può pesare la fiducia?
Michelle alla fine di tutto avrà la sua risposta. E voi?

Un libro consigliato, da prendere con la consapevolezza di trovare una narrazione contemporanea e, a tratti impegnativa (non per la prosa ma per i momenti). Complimenti all’autrice per aver espresso con queste parole una storia dai tratti quasi realistici.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...