Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Erotico · Narrativa Erotica · New Adult · Recensione

Recensione – Legate per sempre – Claire Heart & Monique Vane

Buongiorno fanciulli,  oggi parliamo di un libro scritti a quattro mani da due fanciulle che ringrazio per aver affidato la loro creatura alle mie mani e testa ahahhahaIniziamo subito.

Scheda Tecnica

  • Titolo: Legate per sempre
  • Autrici: Claire Heart & Monique Vane
  • Copertina flessibile: 279 pagine
  • Editore: Independently published
  • Data pubblicazione: 20 dicembre 2019
  • Genere: Letteratura Erotica
  • Cartaceo: 10,99 euro
  • Ebook: 2,99 euro

Trama

Una leggenda popolare giapponese, narra che ogni uomo e ogni donna viene al mondo con un filo rosso legato al mignolo della mano sinistra; questo filo unisce indissolubilmente due anime gemelle, due amanti, due persone destinate a vivere insieme, non importa la distanza, non importa l’età, la classe sociale o altro, è un filo che lega due anime per sempre.
Questo filo rosso non è visibile, è lunghissimo, indistruttibile e serve a tenere unite le due persone che sono destinate a stare insieme per sempre, il problema è che essendo molto lungo il filo spesso si aggroviglia e crea intrecci strani e nodi che creano difficoltà alle due anime destinate a congiungersi; ogni groviglio che verrà sciolto sarà il superamento di un ostacolo nella relazione, ogni nodo che verrà districato servirà a rafforzare il legame.
E se quel filo rosso avesse sciolto tutti i nodi e stessi per incontrare la persona che ti appartiene da sempre?

Recensione

[Una leggenda cinese narra che ogni persona porta, fin dalla nascita, un invisibile filo rosso legato al mignolo della mano sinistra che lo lega alla propria anima gemella. Il filo rosso del destino. Anima gemella intesa come amore puro, di qualunque natura. Io credo che siamo collegate da questo filo, il destino ci ha fatto incontrare e penso che la nostra unione ci porterà solo luce e bene.]

Quante volte ti capita di incontrare delle persone e credere di conoscerle da sempre oppure osservare occhi così tanto simili ai tuoi da farti venire la pelle d’oca? Il destino è sempre pieno di sorprese e le nostre due protagoniste,  purtroppo,  hanno vissuto sulla loro pelle vite passate tormentate e piene di domande mai risolte.

[Nessuno riesce ad amarmi, sono troppo incasinata, troppo problematica. Ho bisogno dei miei spazi. Non amo la morbosità, ma ogni volta nei libri leggo m’innamoro di quell’amore passionale. Del fuoco, della chimica. Credo che nel mondo ci sarà un uomo per me, ma forse si trova dal lato opposto del globo. I romanzi enfatizzano tutto. La vita vera è un’altra storia.]

Safi Kent lavora come contabile per un’azienda di commercialisti, vive una vita al limite del monotono e possiede poche amicizie sincere, non ama frequentare le persone e non vede una figura maschile prestante da anni luce ahahha (sto enfatizzando fanciulli).

[C’è qualcosa che mi chiama a lei, come se fosse un grido disperato di aiuto e io fossi l’unica a sentirlo. Devo ancora dare un nome a questa sensazione, ma voglio scoprire di più. Mi faccio coraggio e mi avvicino alla sua scrivania scrutandola il più possibile, devo sapere chi è.]

Zoe Williams è una donna in carriera, appena sbarcata come capo di una nota azienda per alleggerire gli incarichi di un giovane imprenditore troppo stanco da impegni e pressioni, ovviamente allo stesso livello.  Una spalla, praticamente. Questo ruolo però non è tutto rose e fiori e porterà Zoe a mettere alle strette il suo nuovo capo per fare giustizia.

[Quando qualcosa ti appartiene ti viene a cercare. Come se l’universo sapesse ciò che più desideri nel profondo del cuore, un suono che canta la tua anima. Pensavo di aver messo da parte o cancellato per sempre quella melodia, ma credo che abbia cantato anche quando io non ne sono stata consapevole, tanto da farmi ritrovare a Positano davanti alla realtà che si concretizzava.]

Un romanzo che riunisce uno dei simboli più grandi, il legame…che sia per amore o per amicizia, o di sangue, non importa; la necessità di cercare la parte mancante di noi ci completa e rende unici nella nostra diversità.

Una storia che non aspettavo di incrociare con il mio sguardo, piena di simbologie sacre per me.

[Arriva un certo punto della vita dove bisogna scegliere, scegliere se far entrare la felicità che bussa alla nostra porta oppure lasciarla fuori e sperare che ritorni di nuovo. È tutta una questione di attimi. A volte bisogna lanciarsi, altre attendere e valutare.]

Una narrazione strutturata attraverso quattro punti di vista, quattro personaggi che si alternano consecutivamente per districarsi tra passione, misteri e attimi di paura. Le nostre protagoniste principali sono due donne che possiedo sulla propria pelle cicatrici troppo profonde per essere risanate, diffidenti al mondo.

Un mistero ruota intorno a loro e saranno catapultate in un gioco senza tempo, una corsa alla sopravvivenza e rimarcare le loro insicurezze attraverso gli occhi di due ragazzi che nessuno può immaginare o prevedere.

Devo dire che la trama e il suo sviluppo mi piace, soprattutto nella nota femminile e per quello che ne deriva. Forse preferivo un ritmo più veloce all’inizio perché questo tirare le situazioni rende gli eventi futuri troppo frettolosi e quasi sbrigativi. Noto che il carattere e la caratterizzazione dei personaggi maschili è un pelo più vario della parte femminile che, in alcuni momenti, sembra sovrapporsi.

Di base abbiamo una storia interessante, piena di colpi di scena (evito spoiler di ogni tipo, ma fidatevi, non vi aspettereste mai certe cose) con diversi momenti passionali. Il linguaggio, nel complesso è fattibile, privo di termini o scene troppo descritte nei dettagli (soprattutto quelli cruenti) ma facilmente deducibili. Il finale è molto adatto al corpo della storia e racchiude al meglio il simbolo riportato sulla copertina e relativo nome.

Nel complesso è un buon libro. Si percepisce un piccolo distacco tra le due scritture delle autrici ma, un occhio poco allenato può non notarlo. Il messaggio intrinseco nella storia è palese, la forza necessaria ad affrontare gli avvenimenti negativi della vita vengono da noi ma, con l’aiuto di persona che vogliamo bene e legate a noi, possiamo superare tutto.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...