Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Giallo · Recensione

Recensione – Il Bianco e il Nero – Flavia Selli

Buongiorno fanciulli,
oggi parliamo di un libro estremamente complesso e strutturato. Degustiamo un buon tè al gusto giallo/noir.

Scheda Tecnica

  • Autore: Flavia Selli
  • Titolo:IL BIANCO E IL NERO
  • Genere: Thriller 
  • Editore: Vertigo
  • Collana: Collana Approdi
  • Pag.: 265
  • Cartaceo: 15,00 euro
  • Ebook: 5,49 euro

Sinossi

Che cosa ha a che vedere la morte di un grandissimo scrittore dei primi del Novecento con la quotidianità di due giovani uomini nella Milano dei giorni nostri? E che cosa può legare la splendida Andrea, indossatrice di origine Ceca, alla catena di violenze ed omicidi perpetrati in Praga, sua amata e lontana città natale? Antonello e Fabrizio, dopo essersi persi di vista per qualche tempo, impegnati nei loro affetti e attività di studio e lavoro, si ritrovano, improvvisamente single e poco più che venticinquenni, a rinfocolare la loro profonda amicizia. Nelle loro serate, spinte dal variegato hinterland meneghino all’esclusività dei prestigiosi locali del centro, ritroveranno vecchie e piacevoli conoscenze, ma incontreranno anche Andrea e da quel momento la loro esistenza, inevitabilmente intrecciata a quella di lei, ne risulterà drammaticamente sconvolta. Una spirale avvincente di misteri ed inganni dove sentimenti, interiorità e azione si alternano in crescenti colpi di scena, sapientemente orchestrati e uniti a luoghi ed elementi reali, quali Praga e i manoscritti di Franz Kafka. Un incalzante gioco di specchi, che terrà il lettore col fiato sospeso fino al sorprendente, rivelatore, finale.

Biografia

Flavia Selli, milanese, laureata ed ex insegnante di discipline scientifiche presso Istituti Superiori, divide oggi il proprio tempo tra la provincia di Como dove risiede e quella dell’alta bergamasca, dove ama ritirarsi per immergersi nella scrittura. Al suo attivo annovera collaborazioni in ambito universitario nella stesura, con scritti e disegni, di saggi e pubblicazioni di carattere scientifico, ma anche di testi divulgativi per Enti locali. Nel gennaio del 2017 ha visto la pubblicazione del suo primo romanzo, un thriller di carattere giallo/noir ambientato tra Milano e Praga, «Il Bianco e il Nero», un esordio che ha conquistato da subito prestigiosi premi letterari internazionali e l’apprezzamento dei lettori e che vedrà nuove pubblicazioni, anch’esse romanzi thriller, cui l’autore sta attualmente dedicandosi.

Recensione

[Il Bianco e il Nero. L’antitesi assoluta degli stati d’animo: il chiaro, lo stare bene, l’essere realizzati nelle aspettative e soddisfatti e appagati negli affetti. Il Bianco della luce più pura delle verità. Il poter illuminare ogni essenza e portarla alla superficie, anche dalle più celate profondità. E l’oscuro, il suo esatto opposto: la mesta ombra che smorza, accompagna e trasporta nelle tenebre una qualunque figura infelice.]

Quando iniziate a leggere questa storia dovete assaporare diversi contesti e vite di personaggi passati e presenti.
Entrerete in un clima molto misterioso dopo la morte di un noto scrittore che lascerà sulla terra un grande segreto nascosto nelle sue ultime opere.
Torniamo nel giorni nostri, Milano 2011 due cari amici si riscontrano dopo alcuni anni di separazione. Ovviamente le cose sono cambiate, situazioni differenti hanno cambiato lo spirito dei due protagonisti.
Fabrizio è un uomo sofferente, lascito da un amore diventato il suo unico ossigeno di vita, incapace di andare per riprendere in mano la propria esistenza.
Anche Antonello è stato lasciato ma, da buon positivo e propositivo, ha svoltato subito la sua quotidianità, rimettendosi sul mercato come playboy 🙂
Ed è qui che compare Andrea, ragazza bellissima e enigmatico che trascina un giro troppo losco proveniente da Praga. Morti e torture copliranno alcuni personaggi misteriosi che lasceranno diverse domande in sospeso.

[Lacrime amare di colpa, o di rimorso, di chi voleva fuggire da quella persona che aveva peccato, forse, di averle dato troppo amore. O di rabbia, nei confronti di quell’uomo che veniva accusato di non averla compresa, di non aver capito quanto la facesse sentire pressata e soffocata con la sua onnipresente devozione. Quell’uomo che, a dir suo, aveva rovinato tutto e che annichilito, non era riuscito neppure a trovare la forza di reagire.]

Considerazioni in merito alla storia.
La nostra scrittrice Flavia Selli dimostra delle primissime pagine, un lessico forbito che porta la storia ad un livello superiore e valorizza il clima criptico dello stesso.
CONSIGLIO ENORME: non fatevi influenzare dal ritmo iniziale del romanzo perché viene giustificato dalla descrizione e caratterizzazione di personaggi. Indici sparsi, come le domande che albergano nella vostra mente.
A primo pensiero avete la sensazione di annoiarvi, considerando il ritmo e l’ambientazione tetra della storia.
Però…proseguite…perché superando il Capitolo 9 la narrazione prende una piega molto più veloce e ritmata da situazioni e risoluzioni dei nodi intrecciati fino a quel momento.
È una storia molto interessante e dal finale inaspettato, scritto in maniera impeccabile. L’unico neo è la struttura ritmica tra le parti, se superare l’ostacolo sarà un romanzo che darà soddisfazioni.

[È necessario…
«..tre, prova, prova…». Un altro fischio acuto e prolungato.
domani notte.
Perché non potevano concederle più tempo? Sarebbe riuscita forse… Si scansò meccanicamente: un drappello rapido quanto concitato la sfiorò, diretto con ogni probabilità al backstage. Se si era già alle prove microfono, allora davvero mancava poco.
Domani notte!]

P.s. (considerazione a voce alta) riflettendo successivamente, a freddo, ho capito che questa tecnica (lento/veloce) ha offerto in giusto spazio alle informazioni della storia. Non ci sarebbe stato un modo migliore per strutturarlo.
Ovviamente è un’aspetto che o amate o odiate. Io…dopo giorni dalla lettura…devo dire che non mi dispiace più…

Brava Flavia, non vedo l’ora di vederti cimentarti in altre storie.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA,
Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...