Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · intervista

Intervista – Paolo Contu

Recensione – S’ierru – Paolo Contu

 1. Buongiorno Paolo Contu e benvenuto nel blog Un tè con la Palma, prima di iniziare a farti le domande, desidero rompere il ghiaccio. Presentati brevemente e descrivi il tuo carattere con un semplice aggettivo.

Buongiorno Palma Caramia e buongiorno a tutta la comunità del Blog. Piccola premessa: non mi definisco uno scrittore vero e proprio, piuttosto uno che ama fare nuove esperienze per il puro piacere di sperimentare qualcosa di nuovo e diverso dal solito tran tran. Attualmente lavoro come impiegato presso un centro commerciale di Cagliari, ma non mi definisco nemmeno un operatore del settore, anche se ormai ci lavoro da diversi anni. Diciamo che il mio vero mestiere è l’elettricista… E già! Un Elettricista che per più di venti anni ha lavorato nel settore civile e industriale e un bel giorno si è rotto le balle di posare chilometri e chilometri di cavi elettrici, smanettare interruttori, prese di corrente, installare centraline d’allarme e quant’altro. La passione di scrivere racconti, l’ho sempre avuta… “S’ierru” è il mio primo romanzo. Spero possa divertire ed emozionare tutte quelle persone che lo leggeranno. Per quanto riguarda l’aggettivo che meglio mi si addice… Boh! Mia moglie mi definisce un “testone cocciuto” e benché abbia qualità decisamente migliori, quest’ultima affermazione credo che rispecchia parecchio il mio carattere.   

 2. Dopo la lettura di S’ierru, la mia prima domanda era… ma ci sono dei tratti autobiografici?

 Il romanzo da me narrato non è fondato su vicende mie personali, anche se in alcuni casi, per rendere il racconto più realistico possibile, descrivo situazioni ispirate a fatti da me realmente vissuti.

 3. Dalla descrizione dettagliata delle terre sarde, confermato dall’uso del dialetto, devo dedurre che hai un grande amore per la Sardegna. Come mai questa scelta?

 Effettivamente amo molto la mia terra, e benché per questioni di lavoro legate al mio passato abbia vissuto per brevi periodi in altre splendide regioni dell’Italia, ammirando le bellezze del territorio offerte da ciascuna di quelle regioni, difficilmente potrei abbandonare la Sardegna, ma la scelta di ambientare il romanzo in questa terra a me molto cara, ricade sul fatto che S’ierru è il mio primo romanzo, la mia prima esperienza come scrittore, di conseguenza mi è sembrato più opportuno ambientarlo in una regione che conosco molto bene.

 4. Dalla storia d’amore, al travolgimento del tutto, sono rimasta piacevolmente colpita dal mutamento della tua storia. Quanto tempo hai utilizzato per scrivere questa storia?

 L’idea di scrivere S’ierru nasce nell’estate del 2013, ma è verso la fine del 2014 che ho iniziato, senza particolare impegno, a buttare giù la prima bozza, in seguito, via via che la trama prendeva una forma decisamente più corposa, ho iniziato ad applicarmi con più vigore, terminando la stesura definitiva nei primi mesi del 2019.     

5. Desidero sapere una curiosità, un qualcosa di esclusivo solo per il mio blog.

 Beh… una curiosità ci sarebbe… e credo di non averla mai raccontata a nessuno… risale a quel particolare giorno del 2013, quando per la prima volta ho ricevuto l’ispirazione di scrivere questo romanzo. Il volto particolare di Cristina era ben visibile nella mia mente e inizialmente l’idea mi piaceva, ma non avendo nessuna esperienza pratica per scrivere un libro, ho preferito ignorare quel pensiero arduo rifiutando di scrivere anche solo una breve bozza. Il problema è che nei giorni a seguire e per quasi un anno, sono stato tormentato da quel pensiero – vedevo libri dappertutto, addirittura buttati per la strada – un vero chiodo fisso! In conclusione, mi sono arreso a quel pensiero tosto e nell’istante in cui ho preso la decisione di scrivere il romanzo, un brivido mi ha attraversato tutto il corpo.

 6. Abbiamo diversi personaggi che oscillano dai principali e secondari, senza mai risultare primeggiare, un mix di personalità. Quale figura rispecchia il tuo carattere?

Il personaggio di Mario rispecchia di gran lunga il carattere e modi di fare a me riconducibili, ma non è un caso: descrivere Mario con il mio carattere, piuttosto che inventarne uno partendo da zero, è stato più facile e divertente.

7. Hai mai desiderato cambiare qualche scelta?

Sì, il finale… ho cercato in tutti i modi di cambiarlo, di sviluppare un finale decisamente diverso, ma qualsiasi tentativo da me intrapreso per cambiarlo, non rientrava su ciò che l’ispirazione mi suggeriva.      

8. Quale messaggio vuoi trasmettere dal tuo libro?

 Ehh! Questa è una bella domanda… Cara Palma, se sei stata attenta nella lettura del romanzo, la risposta la conosci già, ma poiché si tratta di un argomento molto delicato, preferisco non dilungarmi e lasciare al lettore che saprà coglierlo, il compito di rifletterci su.

 9. Sempre per il concetto NO SPOILER, desidero chiederti solo una cosa dal sapore vago ma (tu sai cosa) importante. Quando hai scritto la fine di questa storia, come ti sei sentito? Che emozioni hai percepito?

 Ops… questa è tosta… okay, lo dico… oltre al groppo alla gola, una lacrimuccia è scappata pure a me… “Palma!! Non farmi dire altro”.

10. Concludo con il consueto, progetti futuri?

Scrivere il romanzo S’ierru è stata un’esperienza piacevole che senza ombra di dubbio, mi ha lasciato qualcosa dentro. Scrivere mi piace, e se poi, in qualche modo riesco a trasmettere emozioni alle persone che amano leggere… beh! Mi gratifica e mi sprona a continuare su questo percorso. Quindi sì, un nuovo progetto è in fase di sviluppo, ma è troppo presto per parlarne adesso…   

 Un bacio Palma
Contraccambio il bacio e colgo l’occasione per rinnovare i miei più cordiali saluti a te e tutta la comunità del blog “Un tè con la Palma” – Saludi a totus – Paolo Contu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...