@arte_alla_spina · @greta.guerrieri · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors · Fuori dal Tomo

Fuori dal Tomo – La forma della Luce – Arianna Calandra _ Personaggio: Keo

LA FORMA DELLA LUCE – IL RISVEGLIO DEGLI OTTO

Ci dicono sempre che in ognuno di noi ci sono Luce e Ombra in egual misura, sta al singolo decidere quale via intraprendere. La verità è che la Luce ha iniziato ad abbandonare la Terra diversi millenni fa, offuscata dall’odio, dalla vendetta e dall’egoismo che dilagano sul nostro pianeta. Da secoli, gli esseri umani nascono privi di Luce, divorati dall’oscurità già dal grembo materno, perché è difficile fermare la corruzione, prepotente e incentivata dalle Ombre Risvegliate che governano il pianeta, portandolo lentamente alla sua rovina. In questi ultimi anni, però, otto bambini sono venuti al mondo puri, Luci Intatte, potenti. Loro verranno messi a conoscenza della vera storia, saranno indirizzati dalle loro guide, terrene e spirituali, verso un cammino che restituirà una speranza all’umanità.

Attraverso le difficoltà della vita, scoprendo culture, tradizioni e credo di società diverse, scopriranno di essere tutti figli della stessa Luce. Il Bene non dipende dalla razza cui appartieni ma al tuo essere umano.

Oggi abbiamo l’onore di conoscere Keo, direttamente da: “La Forma della Luce”, personaggio del primo volume della saga Urban Fantasy – Formazione: “Il Risveglio degli Otto” di Arianna Calandra. Pubblicato il 27 Marzo 2019 dalla casa editrice I.D.E.A. Immagina Di Essere Altro.

Come abbiamo fatto ad incontrarla? Semplice! Keo è fuggita via dall’inchiostro per venirci a parlare di sé, del resto “Fuori dal Tomo” nasce per questo, per dare spazio ai personaggi!

Intervistatrice: Eccoci qui per una nuova intervista! Oggi ospitiamo la giovane e intraprendente Keo! Venga pure e ci parli di lei. Età, dove vive, da dove viene, cose così insomma.

Keo: Mi chiamo Keo, ho 21 anni e vengo dal Laos, più precisamente vivo in una piccola palafitta sulle sponde del fiume Mekong, vicino a un piccolo villaggio e lontana dalle grandi città.

Intervistatrice: Può quindi spiegarci meglio il suo ruolo nella storia e di cosa si occupa? Ho sentito dire che ha a che fare con un’agenzia turistica! O c’è qualcosa di più? Siamo molto curiosi!

Keo: Mi guadagno da vivere grazie alle gite turistiche in canoa sul fiume Mekong. Sono una rematrice esperta e conosco il fiume meglio di qualunque altro luogo. I proprietari dell’agenzia turistica sono Bill e Charlie, due inglesi trapiantati in Laos. Grazie a loro ho iniziato questo splendido lavoro.

Intervistatrice: Ora vorrei concentrarmi sul titolo del romanzo, siccome cattura molto l’attenzione. Menziona appunto il “Risveglio degli Otto”, ma io sono a conoscenza che il manoscritto segue la vita di quattro ragazzi, due maschi e due femmine. Dove sono i restanti? Cosa significa in realtà? Possiamo avere approfondimenti senza cadere in spoiler pericolosi?

Keo: Partiamo dal presupposto che all’interno di ognuno di noi esiste una componente di Luce e Ombra, da molto tempo però l’Ombra sta prendendo il sopravvento, con la conseguenza che le persone vengono al mondo con sempre meno Luce. Gli effetti di un tale disequilibrio possiamo vederli ogni giorno: corruzione, violenza, guerre, ecc. Il romanzo ha il sottotitolo del romanzo “Il Risveglio degli Otto”, sta a indicare che sono Otto le ultime Luci intatte nate sulla Terra e la storia segue il punto di vista di quattro di loro, mentre gli altri quattro interverranno senza punto di vista diretto.

Intervistatrice: Caspita! Qui c’è roba che scotta! Le cose si fanno interessanti! La storia però, narra anche di altri due temi importanti: Luce e Ombra. Possiamo definirli come il Bene e il Male?  Quanto influiranno nella sua vita? O quella degli altri?

Keo: Con Luce e Ombra si vuole rappresentare concetti antichi e mai passati di moda quali il bene e il male, ma a tutti i livelli, non solo quelli più estremi. La Luce influirà moltissimo sulla mia vita, mi porterà a dover prendere scelte estreme, compiere viaggi, affrontare battaglie e misurarmi con i poteri che questo dono comporta.

Intervistatrice: Abbiamo scoperto che ci saranno molti personaggi in questa avventura. Con chi va più d’accordo? Chi non sopporta? Qualche love story nell’aria? Scusi, ma i lettori adorano i gossip! Sì okay, anche io, lo ammetto!

Keo: Sono molti i personaggi, di conseguenza ci saranno sicuramente degli intrecci affettivi, sia di amicizia che di amore, ma non posso rivelare di più!

Intervistatrice: Okay abbiamo divagato abbastanza, torniamo a concentrarci su di lei. È contenta della parte che le hanno assegnato per la storia? Dai miei fascicoli risulta classificata come “personaggio secondario”. Le urta questa cosa? Si aspettava di meglio?

Keo: Il mio ruolo è parte di un insieme più grande, dove sono allo stesso tempo “tutto” e “una parte”. Senza di me la storia non potrebbe andare avanti, come anche senza nessuno degli altri sette. Siamo tutti fondamentali e ognuno porta avanti tematiche non presenti in altri personaggi. Questo è anche un po’ il senso dell’intero romanzo: non c’è chi spicca sopra gli altri, chi è più importante e chi invece fa solo cose stupide, siamo uguali e diversi ma tutti necessari.

Intervistatrice: Che rapporto ha dunque con la scrittrice? Qualcosa da rinfacciargli anche in merito alla domanda precedente? Gliene dica pure quattro! Ormai adoro questa domanda! Spero solo di non ritrovarmi delle denunce da parte degli scrittori!

Keo: Questa è una domanda spinosa! Ne avrei di cose da rinfacciare all’autrice, una in particolare che accade nel secondo libro. Non posso dire di più ma si tratta di un duro colpo, tanto che molti lettori affezionati a me, hanno contattato l’autrice scioccati.

Intervistatrice: Il suo miglior pregio e difetto se ne ha uno!

Keo: Pregi: forza, ottimismo, coraggio, resilienza.
Difetti: testarda, incauta, spavalda.

Intervistatrice: È stato difficile vivere in un luogo diverso, rispetto agli altri personaggi? Avendo quindi culture e tradizioni differenti? Come farete ad andare d’accordo nella storia?

Keo: Proprio questo è il bello! Siamo talmente diversi l’uno dall’altro che nessuno si sente escluso. La nostra diversità ci arricchisce e ci unisce, ci fa anche discutere, ma mai separandoci. Questa esperienza mi ha fatto capire quanta ricchezza potrebbe esserci nella cooperazione, nel porgere ascolto e nell’aprirsi al nuovo, anziché blindarsi nelle proprie convinzioni.

Intervistatrice: Cosa? Siamo già all’ultima domanda? Ma perché nessuno mi avvisa! Avevo pronte altre mille cose da chiederle…va beh pazienza! Keo le lascio spazio libero per rivolgersi a chiunque non abbiamo letto ancora questo libro, convincendolo. Le dia gli ultimi buoni motivi per acquistarlo!

Keo: La nostra storia parla di rinascita, conoscenza di sé, di viaggio spirituale, amore e amicizia.  Il tema di fondo è la speranza e il credere nel cambiamento, senza dimenticare le grandi difficoltà del presente che non a caso, costeranno care ai protagonisti. Vincere si può, lottare si deve!

Che altro dire dopo questa splendida intervista? Vi salutiamo e vi lasico i contatti per stalkerare la scrittrice e non solo lei!

Link Amazon:

IG: https://www.instagram.com/arianna.calandra.autrice/?hl=it

Pagina Casa Editrice: https://www.immaginadiesserealtro.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...