@francesca.v.capone · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors · Recensione · Romance

Recensione – Amore e Pop Corn – Belle Landa

Scheda Tecnica

Trama

Alessandro e Agatha lavorano nella stessa azienda e non si sopportano. Riescono a stabilire una tregua solo quando parlano di cinema, passione a cui Agatha ha rinunciato, in veste di giornalista, dopo la perdita della madre. Un progetto comune li farà avvicinare, ma il disastro è dietro l’angolo. Agatha finirà alle ferie forzate con una situazione sentimentale a dir poco complicata. Ad aggiungere ancora più confusione nella testa della ragazza una vacanza con la nonna Gloria, l’incontro con il bellissimo dottore Filippo e il desiderio di ritrovare se stessa. Una storia che promette risate e romanticismo, di crescita, rinascita e dell’importanza di credere ai propri sogni. 

Recensione

 Belle Landa su questo romanzo ci ha lasciato il sudore e io l’ho visto tutto. Dalla prima all’ultima goccia.
Il romanzo si struttura in capitoli asciutti, semplici ma densi di avvenimenti. In pratica, nel giro di poche pagine può accadere di tutto. Svolte veloci che rendono la lettura talmente fluida che l’opera si divora tutta in una giornata, volendo. Mi piacciono i romanzi così: sono una grande distrazione in una giornata andata storta. Amore e popcorn fa sognare, strappa sorrisi e risate, tiene alta l’attenzione. Ci vuole impegno per creare una storia così e si vede tutto.

 Altro omaggio al duro lavoro. L’autrice, come incipit di ogni capitolo, ha inserito tante, bellissime, interessanti e coinvolgenti citazioni prese ovunque (film, romanzi, canzoni…). Ogni citazione introduce il contenuto del capitolo, a volte facendo la sua comparsa al momento giusto di un dialogo o nei pensieri della protagonista.

 A proposito dei personaggi principali…
 Agatha, Alessandro e Filippo. Di personaggi ce ne sono tanti altri ma consideriamo solo i principali dato che strutturano la storia.

 Agatha è quella protagonista difficile da caratterizzare. Molte autrici rosa non riescono con facilità ad ampliare nel modo giusto una protagonista del suo calibro. È incoerente e coerente, forte e fragile, matura ma anche insicura su tante cose. Un ruolo complesso da gestire, soprattutto nella scrittura dei dialoghi. Belle ha portato a casa una protagonista coerente con la personalizzazione e soprattutto che evolve pagina dopo pagina: accetta i suoi difetti, scopre i suoi pregi, affronta le sue paure e supera ogni aspettativa riguardo se stessa ed il mondo.

 Alessandro. Il tipico uomo che prenderesti a schiaffi dal giorno della Creazione fino a quello dell’Apocalisse. Nei dialoghi dà sempre risposte dirette, secche e a volte scortesi. L’ho adorato. Non tanto per la reazione ormonale che provocava in ogni essere femminile nel romanzo ma perché rispetto ad Agatha rimane coerente con se stesso fino all’ultima pagina ma cresce quel tanto che basta a renderlo perfetto. Anche qui un grande punto per Belle.

 Filippo. In teoria sarebbe il personaggio di disturbo ma se la cava bene anche lui in tutti i capitoli. Direi, almeno per quanto mi riguarda, che sostiene la parte commedia del romanzo. Sì, ritengo Filippo l’elemento principale per definire questo romanzo una commedia romantica. Grazie Filippo, sei stato grande!

 In quanto a struttura Amore e popcorn ha tutto. Analizzandolo puramente dal punto di vista della trama ogni evento si svolge nei tempi giusti e con i modi giusti, senza però tralasciare un senso di originalità e ironia.

 “E non ho altro da dire su questa faccenda…” Cito Forrest Gump per cambiare paragrafo, il libro mi ha contagiata.
 Tornando per un secondo alle citazione, una in particolare mi ha fatto sorridere.
 “Era il Mega Direttore Galattico in persona, colui che nessun impiegato al mondo era mai riuscito soltanto a vedere. Correva anzi voce che non esistesse neppure, che non fosse un uomo, ma solo un’entità astratta.”
 Lo riconoscete?
 Vi do un aiutino. È il personaggio di un film.
 Per chi non ha capito chi sia, ve lo dico io. Fantozzi.

 Quando l’ho letta, prima ho sorriso al pensiero del film poi ho pensato, e l’ho pensato sul serio: è riuscita ad inserire in un romanzo rosa…Fantozzi? Premesso che adoro i film con Paolo Villaggio, non mi sarei mai aspettata di vedere una citazione da Fantozzi in un romanzo rosa. Sì, Amore e popcorn fa intuire che si parlerà di film nel romanzo ma Fantozzi non era certo il primo a cui avevo pensato.

 Voi direte: questa è matta che c’entra sto polpettone?
 C’entra eccome. Non per la citazione in sé ma per l’eleganza e la bravura con cui l’autrice ha inserito ogni citazione, usando le più disparate. Questa di Fantozzi è solo quella che mi ha colpito di più.
 Meglio concludere altrimenti qui potrei andare avanti un’ora e rischio di spoilerare.

In breve…

 Lo stile di Belle è fresco, naturale e preciso. Gioca con l’ironia, costruisce personaggi validi e ha strutturato il romanzo con maestria. Fidatevi, lo leggerete in un lampo e non per la semplicità ma perché coinvolge talmente tanto che a un certo punto non riuscirete più a smettere.
 Da scrittrice che cerca di vendere una copia in più ogni giorno mi duole ammettere che dovreste comprare il suo romanzo. Compratelo, vi farà bene all’umore!

Se poi dopo averlo acquistato lasciate anche due paroline, anche due di numero, su Amazon, a noi autori emergenti i commenti su Amazon servono come il pane. Farò pena ma mi affido al vostro buon cuore di lettori appassionati.

 Ah, quasi dimenticavo le stelle.
 Cinque stelle su cinque

 Ringrazio Belle per essersi fidata di me in questa splendida collaborazione.
 Grazie Belle!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...