@arte_alla_spina · @greta.guerrieri · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors · Fuori dal Tomo

Fuori dal Tomo – Nei pensieri del nemico – Monia Scott _ Personaggio: Lilyth

NEI PENSIERI DEL NEMICO

XXIII secolo. La giovane studentessa terrestre Lilyth Wild coinvolge il pericoloso e affascinante comandante della lontana stazione spaziale di Antares, il cyborg Jonathan Mondrian, in una ricerca universitaria sugli equilibri tra razze aliene. In realtà Lilyth è la sorella di Tiger, il capo dei ribelli, ed è in missione segreta. Una missione che la porterà a scontrarsi col comandante e il suo senso del dovere e a mettere in gioco sé stessa fino lasciarlo penetrare nella sua mente. E poi? Sarà in grado di gestire le emozioni che lei stessa ha risvegliato? Riuscirà a portare a termine la sua misteriosa missione? Esiste il rischio concreto di restare catturati dalla propria trappola: se fosse il cattivo a trascinare lei nel “lato oscuro”? Cerchi emozioni forti ai confini dell’immaginazione? Credi sia possibile penetrare la mente altrui fino a ghermire i segreti più intimi e inconfessati? Questo racconto farà di più: arriverai a possedere la tua preda fino a vivere le sue sensazioni, i suoi sentimenti, le emozioni…

Ma fai attenzione. Potrebbe piacerti a tal punto da lasciarla scivolare sotto la pelle. Ti entrerà nel sangue… e prima che tu te ne accorga ti avrà rubato il cuore!

Oggi abbiamo l’onore di conoscere Lilyth, direttamente da: “Nei Pensieri del Nemico”, personaggio del romanzo fantascientifico e avventuroso di Monia Scott, pubblicato il 2 Febbraio 2018 in self su Amazon. Come abbiamo fatto ad incontrarla? Semplice! Lilyth è fuggita via dall’inchiostro per venirci a parlare di sé, del resto “Fuori dal Tomo” nasce per questo, per dare spazio ai personaggi!


Intervistatrice: Benvenuta a Fuori dal Tomo! Signorina Lilyth! La pronuncia è giusta? Sa, ho qualche problema a riguardo! Comunque, si metta pure comoda! So che ha fatto molta strada per venire ad essere intervistata. Ci parli di lei. Da dove viene esattamente?

Lilyth: Buongiorno a tutti! Io sono una giovane terrestre con una smisurata passione per i cavalli, ma in questo momento –mi raccomando, che resti tra noi!- sto svolgendo una delicata missione in incognito su una lontana luna del sistema solare Antares, a 600 anni luce dalla Terra.

Intervistatrice: Wow! Quindi lei è in missione segreta anche ora? Perché dal mio fascicolo, so che lei ha un ruolo particolare nella storia. Ce lo vuole raccontare nel dettaglio?

Lilyth: Sono qui sotto mentite spoglie per cercare di aiutare mio fratello Tiger, che è un ingegnere informatico della Confederazione Terrestre e che attualmente vive in clandestinità su questa base spaziale. Il mio compito è insidioso soprattutto perché dovrò vedermela con un nemico molto pericoloso, il Comandante Jonathan Mondrian, responsabile della sicurezza del satellite.

Intervistatrice: Accidenti, complimenti. Me lo lasci dire, lei è proprio una tosta! Ma passiamo a una domanda scottante! Che ci dice di Jonathan? Che tipo è? Qual è il vostro rapporto?

Lilyth: Il Comandante è un uomo fuori dal comune. Comincerò col dire che è molto virile e carismatico. Su di me esercita un fascino magnetico, forse perché io, sotto sotto, sono un po’ attratta dal pericolo; oppure sarà per qualche altra ragione? Comunque dovrò stare molto attenta, con lui, perché mi hanno detto che è un avversario temibile: è un cyborg, cioè un uomo in parte ricostruito con arti e organi artificiali, inoltre pare sia in grado di entrare nella mente dei suoi prigionieri…

Intervistatrice: Buono a sapersi donne. In caso dovessimo incontrarlo, stiamo molto attente. Il libro parla di tematiche importanti, lei cosa può dirci a riguardo essendo la protagonista?

Lilyth: Sullo sfondo della vicenda avventurosa troviamo il tema della contrapposizione tra il mondo tecnologico che ci stiamo creando e quello naturale, che invece rischiamo di distruggere. Il messaggio di fondo della vicenda ha a che fare con questo: il valore aggiunto dell’uomo è il sentimento, è l’energia più potente che esista ed è ciò per cui vale la pena combattere le nostre battaglie; per questo dobbiamo riuscire a preservarlo.

Intervistatrice: Ora mi collego un po’ ad alcune domande precedenti, signorina. Come si vede all’interno della storia? È soddisfatta della posizione che le hanno assegnato? Ci racconti.

Lilyth: Il mio ruolo è molto importante nell’economia della storia, direi determinante. Vorrei precisare che sono stata io a voler partire, perché ritengo di essere la persona più adatta. Il motivo potrete capirlo solo entrando nel vivo della vicenda. Sto mettendo la mia vita in pericolo, ne sono consapevole, ma sono disposta a mettere in gioco tutto, pur di salvare chi amo e difendere i valori in cui credo.

Intervistatrice: Però! Ora il quesito a cui tengo particolarmente. Che rapporto ha con la sua scrittrice? È soddisfatta del suo lavoro? Si sfoghi pure. Siamo qui apposta!

Lilyth: Ottima domanda! In realtà non sempre mi trovo a mio agio, qui nello spazio. Il mio viaggio è spinoso non solo per la pericolosità della missione, ma anche perché io sono estranea al mondo dell’esplorazione spaziale. Sono abituata a vivere all’aria aperta nel mio ranch e ho un profondo legame con la natura, di conseguenza mi trovo un po’ a disagio su una base lunare completamente artificiale, dove l’aria è ottenuta in laboratorio e dove la gravità è ricreata da dispositivi magnetici. La scrittrice non mi ha certo semplificato la vita!
Inoltre, io rappresento tutto ciò che l’autrice avrebbe voluto essere e non è. Non è facile essere all’altezza della situazione: non sono mica un’eroina della Marvel!
Comunque, non ho rimpianti e se portare a temine la mia missione significa permettere ai lettori di vivere una grande avventura, tanto meglio!

Intervistatrice: Qual è secondo lei un suo pregio e un suo difetto?

Lilyth: Il mio più grande pregio è sicuramente la capacità di restare fedele ai miei principi, il che si riassume nel dire che per me l’amore è la cosa più importante, ciò per cui vale la pena combattere, vivere e, se necessario, morire.
Un mio grande difetto è che sono molto introversa e questo non mi facilita la vita, specie su una base spaziale popolata anche da razze aliene. Sempre per questo motivo non mi trovo molto a mio agio quando la scrittrice decide di rendere pubblico quello che succede nella mia camera da letto… ma immagino questo fosse necessario per illustrare ai lettori l’importanza di seguire sempre il proprio cuore, per poter preservare e proteggere la natura profonda dell’essere umano. Io sono convinta che anche l’erotismo sia energia positiva, da contrapporre alla fredda tecnologia.

Intervistatrice: Che rapporti ha con il resto dei personaggi della storia? Essendo di razze diverse, ci saranno spesso incomprensioni o fila sempre tutto liscio?

Lilyth: se filasse tutto liscio non ci sarebbe nessun divertimento, no? Durante la mia avventura incontrerò nuovi amici, come Orione, il simpatico cuoco della base (che ha un debole per me), oppure Jemma, l’ibrida blu amica di mio fratello, una tipa davvero tosta con un carattere spigoloso, ma che si rivelerà una grande amica. Il mio preferito è Dexter, uno scoiattolo geneticamente modificato il cui ruolo è cruciale, in alcuni passaggi.
La mia avversaria più insidiosa invece è Chrystal, un’androide di ultima generazione dall’aspetto completamente umano, la quale farà di tutto per mettermi i bastoni tra le ruote, e anche per uccidermi!

Intervistatrice: I lettori sono persone molto curiose che amano gli spoiler! Può farcene uno almeno?

Lilyth: Posso assicurare agli amanti dei colpi di scena che non resteranno delusi, a questo proposito vi anticipo una parola chiave: AGNIZIONE.
L’altra anteprima che posso darvi riguarda un aspetto molto originale della mia storia: è dotata di una colonna sonora! Non ci credete? Provate un po’ a digitare su Youtube queste parole: Nei pensieri del nemico. Buon ascolto!

Intervistatrice: Dalla regia mi fanno segno che il tempo a nostra disposizione è finito, signorina Lilyth. Mi dispiace molto, è stato piacevole parlare con lei. Prima che se ne vada, ci vuole dire per quale motivo, chi non l’avesse ancora fatto, dovrebbe acquistare e leggere il libro della sua autrice?

Lilyth: Perché dentro, oltre a tante avventure, possono trovarci l’Amore vero, quello che toglie il respiro.

Che altro dire dopo questa splendida intervista? Vi salutiamo e vi lasico i contatti per stalkerare la scrittrice e non solo lei!

Link di Amazon: https://www.amazon.it/Nei-pensieri-nemico-Monia-Scott-ebook/dp/B079JRPSHS/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1577033582&sr=8-1
IG: https://www.instagram.com/moniascott/?hl=it
Pagina d’Autore: https://www.facebook.com/neipensieridelnemico/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARCRel1RJx4hhzdTqqbq0s6IVQvgT2B0annV-Ug45cvkL0EPWwt_PXvteH42cl41y13P0lO_j-s9qOym

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...