@jesslibri · Autori tra le righe · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors

Autori tra le righe – @biancaferrari_stories

Scheda Tecnica

  • Nome autore: Bianca Ferrari
  • Titolo opera: Partita Doppia
  • Genere: Contemporary romance
  • Data di pubblicazione: 28 marzo 2019

Trama

Cinnamon Miller ha portato con sé a Chicago un’educazione severa, una solida morale e il desiderio di trovare lavoro per contribuire all’economia della famiglia che ha lasciato a Wildrose.
Ma la grande città può fare paura se hai solo vent’anni e nessuna esperienza del mondo. Se per tutta la vita hai solo sognato l’amore, leggendolo sui libri, e non sai quanto possa fare male.
I fratelli Cavendish, invece, Chicago vorrebbero possederla. Dall’alto del loro attico, si affacciano sulle luci della città che stanno pian piano conquistando.
Caleb vive la vita un giorno alla volta, una donna ogni notte, nessun legame. L’unica persona per la quale darebbe la vita è suo fratello Abel, che sogna di viaggiare zaino in spalla e chitarra in mano. Ma che rimane. Perché è l’unico capace di mantenere l’equilibrio di Caleb e di impedirgli di ripiombare nel baratro.
Un colloquio di lavoro, una scommessa, la caccia di una preda facile.
Un triangolo iniziato per gioco, senza pensare che alla fine ci sarà un solo vincitore. Ma chi arriva ultimo, stavolta, potrebbe perdere qualcosa in più che del puro e semplice sesso.
Due fratelli e una sola… Partita Doppia.

  • Formati Ebook e cartaceo
  • Prezzo Cartaceo 12.75 euro
  • Prezzo Ebook 2.99 euro
  • Dove si trova il romanzo: Il cartaceo su tutti gli store online e nelle librerie on demand. L’ebook solo su Amazon.
  • Kindle Unlimited?  sì
  • Titoli altri libri pubblicati: Senza smettere mai (new adult autoconclusivo) e Doppia Sfida (il sequel di Partita Doppia)

Social

Domande

  • Che cosa vuoi dirci di te come persona, oltre che come autore/autrice?

Sono una donna normale, con la sindrome di Pollyanna e la voglia di crescere e imparare fino all’ultimo giorno della mia vita. Sono affettuosa e leale, ma, vivendo di contrasti, anche molto sul chi va là. E sono mamma e moglie, con una famiglia splendida che a volte penso di non meritare.

  • Che cosa ti ha spinto a scrivere questa storia?

L’immagine di un colloquio di lavoro un po’ particolare. In realtà la scena che mi ha ispirato il libro alla fine non è stata mai scritta, perché come al solito i miei personaggi fanno quello che vogliono loro.

  • Qual è il messaggio del tuo libro?

Che non si può amare qualcuno, se non si è in pace con se stessi. E che crescere, guarire e fare tutto ciò che si deve per stare bene nel proprio corpo e nella propria anima è il primo passo da compiere per poter conoscere davvero cosa significa amare. L’amore non è la cura, ma un premio per il compimento del proprio percorso. Qualcosa da meritare.

  • Che cosa vorresti trasmettere al lettore?

Ciò che provo io scrivendo. Palpitazioni, amore, eccitazione, entusiasmo, qualche risata, tanta sofferenza (di quella da pathos, il cosiddetto angst) e alla fine la felicità agognata! (E un grande affetto per quei testoni imperfetti dei miei personaggi).

  • Come mai hai scelto questo genere?

Non ho una risposta a questa domanda, soprattutto perché fino a un paio d’anni fa non era un genere che leggevo volentieri. Semplicemente, per ora, le trame che mi si affacciano alla mente hanno sempre di fondo una storia d’amore. Sarà perché l’amore è una delle poche cose che mi sembra di conoscere bene?

  • Che cosa ritieni abbia di particolare il tuo romanzo?

Credo che questo romanzo abbia due punti forti, in particolare. Il primo è lo stile visuale (hanno paragonato spesso la lettura alla visione di un film). Condivido questa sensazione, perché quando scrivo ho proprio l’impressione di una pellicola che mi scorre davanti agli occhi. Il secondo è il realismo dei personaggi che, pur essendo lontani anni luce dalla realtà, si muovono e agiscono come persone vere.

  • Perché hai scelto di parlarmi di questa storia e non di altre che hai pubblicato?

Perché, nonostante io sia incredibilmente affezionata a Senza Smettere Mai (e ne apprezzi le tematiche, la dolcezza e la profondità), credo che Partita Doppia sia un lavoro migliore. Sia per la mia crescita personale, sia per il grandissimo lavoro che le editor di Les Flaneurs Edizioni ha compiuto sul mio testo. Ovviamente ho parlato del primo della dilogia, per non dover dribblare gli spoiler.

  • C’è un personaggio particolare in cui ti identifichi di più? Se sì, perché?

Tra i personaggi di Partita Doppia è difficile scegliere, perché ho regalato un po’ di me a ognuno di loro (tranne ai cattivi. Bruttoni che non sono altro). Ma se dovessi sceglierne solo uno, sceglierei Abel, soprattutto per la sua evoluzione personale.

  • Quando scrivi un romanzo sai già come andrà a finire la storia oppure parti da un’idea generale e poi ti lasci trasportare dal racconto stesso?

Più che dal racconto mi faccio trascinare dai personaggi che vivono un’autogestione eterna. Fanno quello che vogliono loro, a volte non conosco neanche la fine del libro!

  • Cosa rappresenta per te la scrittura? E a che età hai iniziato a scrivere?

Ho cominciato a scrivere tardissimo, considerato la mia veneranda età. Solo tre anni fa e per caso. Fino a quel momento ero famosa in famiglia per essere quella che “io odio scrivere”. Ho sempre avuto voti altissimi all’orale e pessimi nello scritto, sia al liceo che all’Università. Poi qualcosa è cambiato e da allora la scrittura è diventata un quarto del mio mondo. (Gli altri tre quarti sono i miei figli e mio marito).

  • Stai già lavorando ad un nuovo romanzo?

A tre nello stesso momento. Un new adult, una serie war romance e una serie con Paola Chiozza. Sono sballottata da mille emozioni diverse e da trame che più diverse di così era difficile immaginarle.

  • Devi consigliare il tuo libro a un nuovo lettore. Cosa gli diresti?

Parti con le aspettative più basse che puoi, allora forse riuscirò per stupirti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...