Senza categoria

Tour della Vittoria – L’influenza di Hunger Games sulla cultura/società

Buongiorno fanciulli, oggi parlarliamo degli Hunger Games Letterari, un gioco che abbiamo organizzato per festeggiare l’uscita delle nuove edizioni della trilogia di Hunger Games firmate Oscar Mondadori. Abbiamo creato una vera e propria riproduzione del libro sotto forma di tributi letterari.

P.S. Piccola precisazione in merito alla mia esperienza a questa iniziativa. Tutto quello che verrà citato sarà opera di ricerche fatte sul web perché non ho mai letto o visto la saga di Hunger Games, ma, vi prometto che recupero perché sono entrata anche io in questo mondo pieno di retro scena interessanti.

INIZIAMO SUBITO.

Prima di parlare del mio tema e relativo distretto, voglio mostrare la panoramica di questa iniziativa super intrecciata chiamata #HungerGamesLetterari partita nel lontano ahahahah scherzo, facciamo le persone serie.

Io sono stata abbinata al distretto dedicato al GIALLO/THRILLER esponendo e documentando due titoli inerenti a due autori estremamente ferrati in materia. Link diretto all’articolo.

Nello specifico il Distretto 2 è (viene in mio soccorso l’articolo realizzato da Hunger Games Italia Wiki nel blog FANDOM [link diretto] )il secondo dei 13 distretti di Panem. E’ situato vicino alla capitale ed ha ottimi rapporti con essa: durante i Giorni Bui (la prima rivolta della storia di Panem), era alleato con Capitol City contro gli altri distretti. Questa ha anche istallato all’interno del distretto il quartier generale dei Pacificatori, l’Osso (chiamato così da quando Katniss disse riguardo alla sua conquista che era “un osso duro”), una montagna scavata all’interno, dove sono collocati vari locali, dalle cucine agli hangar. Inizialmente il distretto era dedito al taglio della pietra, ma successivamente iniziò a produrre armi per i Pacificatori. Come nel Distretto 1 i bambini si allenano in palestre speciali agli Hunger Games, e durante la Mietitura si offrono volontari, entrando a far parte dei Favoriti.

L’influenza di Hunger Games sulla cultura/società

Indagando sul web, ho scoperto diverse curiosità in merito alla serie e, soprattutto, i dettagli che hanno scaturito un vero e proprio movimento dedicato ad Hunger Games. Perché la società ha preso come spunto e creato oggetti, gadget dedicati?

Anche la sottoscritta ha notato un dettaglio estremamente evidente predominante, Hunger games è una saga scritta da una donna, con una ragazza protagonista. Il tutto viene narrato e descritto dall’ottica femminile, evidenziata dall’uso eccessivo, a tratti, eccentrico, di trucco, costumi e capelli. Argomentazione che ha reso distinguibile questa serie, soprattutto nel mondo cinematografico, rispetto alle precedenti pellicole.

Avere una protagonista femminile con i relativi percorsi e azioni tali da idolatrare il personaggio di Jennifer Lawrence, riconosciuta per la sua bellezza e forte personalità, ha centrato il cuore di un pubblico per la maggior parte femminile. Provocando una conseguente ondata di prodotti utili alla stessa parte interessata.

Il brand americano CoverGirl lancia una campagna molto speciale dedicata alle fan di Hunger Games. Ogni look trucco infatti è ispirato a ognuno dei 12 distretti della saga.

Ogni prodotto viene abbinato a colori e texture ispirate alla serie, permettendo alle persone amanti del trucco di esprimere similitudini oppure fantasie in merito.

Note BeautyGuru hanno realizzato diversi trucci ispirati alle diverse sfide oppure costumi.

Possiamo prendere come riferimento anche le acconciature annesse.

Concludo questo articolo con una riflessione in merito al simbolo dello stesso personaggio di Katniss e il motivo di tanto desiderio di riprodurre il suo personaggio.

Riporto una considerazione effettuata sul blog Wired.it

[Non solo in Italia il corpo della donna è uno degli oggetti prediletti dei media, specie di quelli nuovi. Sul corpo della donna si gioca moltissima comunicazione, è un volano di idee e significati dai più nobili ai più retrogradi, dalla politica al porno. In Hunger Games la vita per come è raccontata dai media è un elemento importante, ed è sempre una menzogna. La televisione come i social network non sono lontani, e alla fine la vera oppressione è sempre nella maniera in cui viene usato il corpo di Katniss dagli altri. Lei piace, ha successo, ha un pubblico e questo non è un bene, perché il governo la sfrutta per farne lo strumento della repressione, la ribellione (in questo nuovo film) la sfrutta invece per la propaganda della rivoluzione. A lei non va bene nessuna delle due cose, non importa il fine, ogni volta che viene costretta davanti alle videocamere è una forzatura, una violenza e non è quasi mai sincera (con un salto carpiato di metacinema addirittura uno dei video di propaganda sembra il trailer del film stesso). Quel che dice la serie alle ragazze è che tutti vogliono usare il loro corpo per i propri fini ma nessuno deve, nemmeno chi appare più nobile.]

Considerando le varie recensioni in merito alla serie e relative idee in merito, posso dedurre che il tema principale che ha spinto la gente a riprodurre make-up oppure acconciature e acquistare oggetti della serie, sia la voglia di urlare il proprio diritto a realizzare quello che si desidera, senza essere mossi da persone o società. In un’epoca tecnologica come la nostra, dove i social influenzano la nostra quotidianità, la voglia di distinguersi e dimostrare “Io sono questa, nel bene e nel male” è molto evidente, tale da ricordare e rendere eterno il messaggio intrinseco della serie.

Cosa ne pensate?

Quale personaggio è riuscito a incantarti? Scrivi nei commenti la tua 🙂

Ma…alla fine….chi ha vinto tra i 12 estratti????

Siete pronti??????

Ti lascio il link diretto al suo profilo…rullo di tamburi……… il vincitore è….. CLICCA QUI…

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA

Palma

2 pensieri riguardo “Tour della Vittoria – L’influenza di Hunger Games sulla cultura/società

  1. Mi piacciono i fantasy quindi sono contenta per l’autore che ha vinto anche se io avrei preferito di più che vincesse Shirley Jackson, la regina (per me) di un certo tipo di horror!

    "Mi piace"

  2. Non sapevo che qualcuno aveva creato una linea di trucco apposta. Ma pensa.
    Comunque, io adoro Jennifer come attrice e la stimo come persona.
    Ma il personaggio di Katniss la detesto, pensa te! :’D
    Adoro tantissimi personaggi all’interno della storia, ma non posso dirti nulla, perchè ho paura di farti spoiler, se ancora la devi leggere come trilogia 🙂
    Su IG come: alessandra_nekkina93_72

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...