Amministratrice @unteconlapalma · Collaborazione - Autori Emergenti · Recensione · Storico

Recensione – Il Cavaliere del Grifone – Alessandro Spalletta

Scheda Tecnica

  • Titolo: Il Cavaliere del Grifone
  • Autore: Alessandro Spalletta
  • Copertina flessibile: 280 pagine
  • Editore: Independently published
  • Data di pubblicazione: 7 agosto 2019
  • Collana: Saga del Grifone
  • Genere: Romanzo Storico
  • Copertina flessibile: 9,99 euro
  • Ebook: 2,99 euro

Sinossi

Siena, A.D. 1298. La bellissima Elena Bonsignori è il sogno proibito di qualunque uomo. Lunghi capelli neri, occhi insondabili e il corpo sinuoso di una dea. Sarà lei a premiare il vincitore del torneo che suo fratello Filippo ha organizzato in Piazza del Campo.
I piani di Filippo però non si fermano qui. Pur di riconquistare la gloria che la sua famiglia ha perduto, è pronto a rendere schiavo un intero popolo.
Tra amori, battaglie, tradimenti e colpi di scena, c’è un solo ostacolo davanti ai sogni di potere di Filippo.
Si chiama Bino degli Abati del Malia.
Un romanzo storico che dà voce a eroi senza volto, raccontando una battaglia antica quanto il mondo: la lotta contro l’oppressione, la lotta per la libertà.

Recensione

Iniziamo questa recensione con una piccola precisazione, la sottoscritta non possiede un grandissimo bagaglio letterario in merito al genere storico, un po’ per scelta e un po’ per gusto.
Quando ho intrapreso questa lettura, in me è scattato qualcosa.
Un libro che riesce a incollare il lettore dall’inizio alla fine, con una conclusione che proglietta ad un seguito, super atteso.

La storia viene sviluppata in un lasso di tempo che varia dal 1298 al 1310, documentato dalla precisione di ogni capitolo, luogo e data rimane leggibile per chi cerca di costruire la storia.

Notiamo, fin da subito, un grande studio da parte di Alessandro Spalletta che ci conferma, nelle note dell’autore, che questa storia tratta avvenimenti effettivamente avvenuti e scanditi nel tempo, con nomi e personaggi di confutata realtà. Ammette di aver romanzato e arricchito alcuni momenti; scelta molto apprezzata perché, alla fine del libro, nel tuo cuore senti di aver appreso delle nozioni di storia e dettagli che possono risultare in secondo piano, molto interessanti.

DICIAMO CHE SE ALESSANDRO POTREBBE ESSERE UN OTTIMO INSEGNANTE DI STORIA AHAHAHAH.

«Parteciperanno i migliori, certamente. L’onore di essere premiati dalla mia splendida sorella è molto ambito.»
Un vago rossore colorò il viso chiaro di Elena. Bino si volse verso di lei.
«Se sarete voi a premiare il vincitore, madonna, sento di avere già la vittoria in pugno, dovessi affrontare uno stormo di draghi. Il vostro sorriso centuplica le mie forze.»

Veniamo al cuore della storia, il nostro protagonista è Bino Degli Abati del Malia, secondogenito di una famiglia di media classe sociale; ci viene presentato come un ragazzo spavaldo, sicuro di sé e incurante dei rischi delle sue azioni, tali da metterlo in serio pericolo in più circostanze.

Decide di intraprendere un torneo sviluppato a Siena, indetto e guidato dalla famiglia Bonsignori, nello specifico Filippo ed Elena, due figure primarie e fondamentali della storia.

Un torneo dove il vincitore sarà premiato dalla bellissima e angelica Elena, donna capace di ammaliare qualsiasi uomo la circonda.

Elena e Bino saranno legati subito da uno sguardo intrinseco di desiderio e ardore, tale da far credere all’uomo di riuscire a vincere questo torneo.

Una storia piena di intrighi di corte, strategie e vendette, un continuo gioco di potere per raggiungere l’obiettivo massimo, il venale denaro. Una storia che narra di complotti e tradimenti effettuati da persone capaci di mentire e sfruttare solo per fini di egoismo.

Tutto quello che necessita la famiglia Bonsignori è il possesso ed esclusività della stessa Siena insieme alla Dogana del Sale, particolare che racchiude un mercato/commercio più concorto.

Bino viene costruito insieme alla storia, da ragazzo diventa uomo, da uomo diventa guerriero capace di prendere in mano situazioni molto difficili, stravolgendo così la propria vita, ideali e, soprattutto amori.

Un libro che vi porterà in un’epoca fatta di intrighi costanti, contornati da una guerra sempre più imminente.

In una remota area della sua coscienza, Bino aveva intuito che questa infatuazione non avrebbe portato a niente di buono: i Bonsignori, banchieri di Papi e monarchi! Come poteva il fiore di quella famiglia ricca e potentissima unirsi al figlio cadetto di un visconte maremmano? Bino era il secondogenito, non avrebbe nemmeno ereditato il piccolo feudo del padre. Era impossibile. Nonostante i bei versi dei poeti cortesi, il denaro valeva più dell’amore.

Il linguaggio scelto per questo racconto è molto equilibrato, evitando parole e/o situazioni che possono appesantire la lettura, utilizzare l’espediente della storia di passione tra Bino e Elena alimenta un contorno molto più grande. Ho amato questa scelta, il continuo mutamente nel cuore di Bino, la consapevolezza delle proprie scelte e strade da percorrere, un futuro sempre più incerto.

Un libro molto consigliato a tutti, sia a persone nuove che vecchie di questo genere, perché racchiude un pubblico molto vasto, accontentando tutti, chi desidera la guerra, chi gli intrecci, ecc.

«Non siamo noi a tessere la trama del nostro destino», gli disse ancora Elena con un sorriso enigratico.

Faccio i miei complimenti ad Alessandro per aver fatto riscoprire un personaggio, sicuramente sconosciuto per molti, offrendo nuova vita ad un uomo che, maturando, ha posto un VALORE alla propria vita, sia come ideale ma, soprattutto come spirito.

Un bacio dalla vostra CAPPELLAIA MATTA.

Palma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...