@jesslibri · Autori tra le righe · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors

Autori tra le righe – @kiaramaly

Scheda Tecnica

  • Nome autore: Kiara Maly
  • Titolo opera: Bulla
  • Genere: Contemporary romance
  • Data di pubblicazione: 5 dicembre 2019

Trama

Le maschere che indossiamo ci danno l’illusione di tenerci al riparo dal dolore, quando in realtà si limitano a rimandarlo. Un prestigioso liceo della Capitale diventa teatro di un’umana commedia che assume man mano le sembianze di una tragedia. Chiara, la Regina, governa questo mondo fittizio dettandone le regole, coadiuvata da vallette obbedienti e spalleggiata da un Re ammirato dalla massa. Tra i sudditi, i bor-sisti occupano il gradino inferiore per considerazione e popolarità. Juan, etichettato come ‘sfigato’, nella vita reale si trova ad affrontare ostacoli rispetto ai quali le offese ricevute dai compagni appaiono minuzie, e si destreggia per superarli tutti con coraggio e determinazione. Tranne uno: il suo punto debole, il suo chiodo fisso. Chiara. Le strade di Juan e Chiara, che sono rimaste parallele per anni, sembrano destinate a incrociarsi di nuovo, nel luogo che conserva il dolce ricordo del loro primo bacio. Basterà un afflato di sincerità a riaccendere la scintilla? Sarà sufficiente promettersi un ballo alla festa di fine anno per concedere e meritare fiducia? Amore e odio, amicizia e rancore, crescita e involuzione. L’esistenza di ognuno di noi è punteggiata di sorrisi e lacrime, di luci e ombre, di ascese e cadute. Ciò che conta non è raggiungere la destina-zione finale, ma vivere fino in fondo ogni tappa del viaggio, credere nelle proprie capacità, aspirare a migliorarsi, perdonare e perdonarsi gli errori commessi. Con il sorriso di chi ci sta provando sulle labbra.

  • Formati Ebook e cartaceo
  • Prezzo Cartaceo €12,99
  • Prezzo Ebook: €2,99
  • Dove si trova il romanzo: nei principali store online (amazon e ibs, per esempio) e nelle librerie fisiche con il servizioprint-on-demand.
  • Titoli altri libri pubblicati:“S’agapò, bellissima” (luglio 2019) e “Arianna, Teo e il MiLotauro” in arrivo il 10 dicembre 2019 – entrambi disponibili soltanto in formato ebook, nei principali store online.

Social

FB: Kiara Maly Autrice e Kiaramaly Romance – IG: @kiaramaly

Domande

  • Che cosa vuoi dirci di te come persona, oltre che come autore/autrice?

Se dovessimo incontrarci di persona, mi riconoscereste dal sorriso perenne, dal saluto facile e dal buonumore d’accompagnamento. Anche nei momenti difficili, dispongo di un’efficace armasegreta: trovare il lato positivo. Le mie amate letture sono un valido aiuto nell’affrontare ogni situazione, mi offrono ventagli di possibilità e soluzioni a cui attingere. Sollecitano la mia immaginazione e talvolta sembrano fatte apposta per darmi il consiglio giusto al momento giusto! Capita anche a voi?

  • Che cosa ti ha spinto a scrivere questa storia?

Il romance “Bulla” è nato d’impulso, mentre ero intenta a scrivere un’altra storia, che, tra parentesi, sarà il mio prossimo romanzo. “Bulla” si è inserito di prepotenza nei miei pensieri e mi ha tormentato finché non ne ho portato a conclusione la prima stesura. In un certo senso, un po’ contorto lo ammetto, sono stata vittima di bullismo da parte della mia stessa idea creativa!

  • Qual è il messaggio del tuo libro?

I temi trattatiin “Bulla” sono molteplici, sebbene, per ovvi motivi, non tutti affrontati allo stesso livello di profondità. Tra i principali, bullismo, intolleranza e fragilità giovanile.I messaggi che voglio trasmetterequali valori da recuperare nel nostro quotidiano sono la forza di rialzarsi e il coraggio di perdonare.Ci tengo a sottolineare, però, che si tratta pur sempre di un romanzo rosa, perciò tali tematiche sono collegate alla storia d’amore tra i due protagonisti.

  • Che cosa vorresti trasmettere al lettore?

Il lettore a cui mi rivolgo è un lettore attivo. Il mio intento è trasmettergli – oltre ai messaggi sottesi alla storia – un’ampia gamma di emozioni, non solo positive. Rabbia, delusione, passione, ilarità, tenerezza, malinconia… tutte emozioni che anch’io, come lettrice, cerco in un libro. Mi piace poi l’idea che ciascun lettore rielabori il romanzo in base al proprio vissuto e ne partorisca un’opinione persino diversa dalla mia.Se riesco in questo, sono soddisfatta a prescindere dalla valutazione sul romanzo.

  • Come mai hai scelto questo genere?

Il romance è la mia comfort zone di lettura e per me è stato spontaneo “battere i primi tasti” all’interno del genere che mi appassiona di più. Inoltre, lo trovo perfetto per veicolare i messaggi che mi interessano, e che riguardano i pilastri a mio avviso più importanti della vita: l’amore, l’amicizia, la felicità.

  • Che cosa ritieni abbia di particolare il tuo romanzo?

Tenendo sempre presente che si tratta di un romanzo rosa, “Bulla” permette di osservare il fenomeno del bullismo dalla prospettiva del carnefice. La protagonista femminile, Chiara, diventa la “regina” della scuola grazie a perpetui atti di prepotenza. Ferma restando la condanna di ogni forma di prevaricazione sugli altri, che nello sviluppo della storia è ben evidenziata, scopriremo come dietro alla violenza si nascondail più delle volte una grande fragilità. Lampante è la citazione di Platone, che introduce la prima parte: “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.” Talvolta una carezza può risultare più efficace di un pugno, per contrastare la violenza.

  • Perché hai scelto di parlarmi di questa storia e non di altre che hai pubblicato?

Perché mi sono emozionata scrivendola, mi emoziono a parlarne e spero davvero che sia in grado di emozionare altrettanto i miei lettori. Ripeto, anche se non dovesse piacere, mi auguro che riesca a trasmettere la molteplicità di sensazioni che attraversano l’animo umano.

  • C’è un personaggio particolare in cui ti identifichi di più? Se sì, perché?

Mi sono immedesimata soprattutto nel protagonista maschile, Juan. Con lui condivido tanti valori… e qualche errore infantile. Spero che vi conquisti con la sua semplicità e ingenuità. Non è assolutamente un “bad boy”, anzi si dimostra sensibile in più di un’occasione, eppure affronta con coraggio e determinazione ogni difficoltà che la vita gli pone di fronte.Inoltre, l’ho dipinto come un gran pezzo di gnocco… il che non guasta, vero?

  • Quando scrivi un romanzo sai già come andrà a finire la storia oppure parti da un’idea generale e poi ti lasci trasportare dal racconto stesso?

Si instaura una sorta di connubio di cuore e ragione. Quando comincio un romanzo ho un’idea di come finirà, ma mentre scrivo non forzo i personaggi a snaturarsi per sottostare al mio volere. Perciò, pur rispettando la trama immaginata, lascio che l’intreccio si evolva in modo meno lineare, segua il suo percorso fantasioso e accompagni il lettore all’epilogo da me desiderato in modo quasi imprevedibile. Se sorprende me, credo che a maggior ragione possa stupire il lettore.

  • Cosa rappresenta per te la scrittura? E a che età hai iniziato a scrivere?

Scrivere per me equivale ad assecondare un istinto che è sempre stato latente in me senza che me ne accorgessi. Scrivo per me stessa fin da bambina, spesso scrivo con la fantasia prima ancora di accendere il computer. Solo un anno fa, l’impulso ha rotto gli argini costringendomi a immaginarmi un pubblico, dapprima impalpabile, poi via via più concreto. Adesso non potrei più farne a meno, sarebbe come privarmi di un organo vitale.

  • Stai già lavorando ad un nuovo romanzo?

Il 10 dicembre uscirà la mia prima novella chick-lit, dal cui titolo – vedi sopra – sievince l’ispirazione (molto libera)al mito greco di Arianna, Teseo e il Minotauro. È ambientata a Creta ai giorni nostri e a mio avviso costituisce il giusto “zuccherino” dopo l’amarognolo che può restare in bocca una volta letto “Bulla”. Io stessa l’ho scritta per riprendermi dalle montagne russe emotive della stesura del romanzo.Il mio terzo rosa, invece, arriverà probabilmente in estate e la sua trama è ancora top secret, ma vi posso già anticipare che alternerà ilarità a sofferenza. Mi dispiace, le trame mi escono un po’ angsty! Vorrà dire che per calibrarne l’effetto ansiogeno, gli affiancherò la seconda novella chick-lit, per la gioia (spero) dei miei lettori.Ho già in mente il prossimo mito a cui attingere, per la serie #amorimitici.

  • Devi consigliare il tuo libro a un nuovo lettore. Cosa gli diresti?

Caro lettore, leggi “Bulla” quando desideriprovare emozioni contrastanti. Per evitare troppo stress, ti consiglio di scegliere il tuo angolino preferito, mettere un sottofondo musicale che ti rilassi e immergerti nella lettura lasciandoti trasportare dai sentimenti. Se ne esci provato, procedi con la novella “Arianna, Teo e il MiLotauro”: ti assicurò che costituirà un ottimo rimedio al tuo umore!

Domanda plus

  • Ti lascio libero/a di aggiungere tutto quello che vuoi sui tuoi romanzi e il lavoro che c’è stato dietro, o il tuo amore per la lettura e la scrittura.

Approfitto della domanda libera per accennare a un argomento che mi sta a cuore. Sono una scrittrice emergente nel senso che ho pubblicato solo due romanzi (e mezzo, con la novella in arrivo) e a dire la verità faccio persino fatica a dichiararmi“scrittrice”. Ho notato che molti pregiudizi accompagnano la definizione di “emergente” e non ho la presunzione di affermare che siano tutti errati. Ma ci tengo a dire che preferirei ricevere un giudizio a posteriori piuttosto che a priori e, se il giudizio dovesse essere critico e costruttivo, non avrei problemi ad accoglierlo per migliorarmi, perché nella vita non si è mai arrivati e c’è sempre da imparare. Non scrivo a scopo di lucro né di notorietà, ma per passione e piacere. E, finché ci saranno lettori che apprezzeranno le mie storie, io scriverò per loro e per me.

Grazie ai temerari che mi hanno letto fin qui e a Jess che ha promosso questa bellissima iniziativa! Spero di ritrovarvi come amici sui social, vi aspetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...