@lagattadeilibri - Wattpad · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors · Fantasy · Wattpad

Recensione – “Cronache dell’Anima – The Original Sin” – Aurora D’Alessandro

Ciao a tutti, dopo una serie infinita di problemi e imprevisti, sono tornata con un nuovo articolo. Chiedo perdono a voi e all’autrice che riceverà in ritardissimo la recensione, spero che questo contenuto sia all’altezza dell’infinita attesa. Buona lettura!

Scheda Tecnica

  • Titolo: “Cronache dell’Anima – The Original Sin” (COMPLETA) saga in corso di scrittura
  • Genere: Fantasy
  • Autore: Aurora D’Alessandro ( D’Ale_x_Aurora su Wattpad, dale_x_aurora su Instagram) 
  • Disponibile ESCLUSIVAMENTE su Wattpad.

Sinossi 

“Espone al mondo il mostro che sono”

Fin dagli albori l’uomo ha sempre creduto in un qualcosa di più grande e potente di lui, ma se tutte le sue fedi fossero state affidate a qualche cosa di diverso da ciò che immagina? Se quegli esseri non fossero così perfetti e onnipotenti, ma in qualche modo assomigliassero agli uomini?
In due mondi paralleli, a quello terrestre, creature che per millenni abbiamo adorato, disprezzato o a cui abbiamo affidato i nostri desideri, coesistono nascosti ai nostri occhi. Nel bene e nel male sono sempre al nostro fianco cercando per primi di rimediare ai loro stessi sbagli.
Responsabilità, bugie, segreti inconfessabili e soprattutto amore smuovono ogni piccolo ingranaggio della storia, finché qualcosa ne intacca l’equilibrio perfetto.
Troppi errori commessi per egoismo si accumulano esplodendo in un’avventura in cui i protagonisti sono proprio coloro che ne portano l’angoscioso peso.
Tuttavia, loro sono solamente delle vittime, cadute nell’intricato groviglio che da sempre accresce la sua mole.
Superando ogni limite e scoprendo nuovi sentimenti riusciranno Abegail, Harold ed Alexander a trovare le risposte tanto attese e sciogliere, una volta per tutte, le catene formatesi a causa di errori altrui?
(Trama fedelmente riportata dalla fonte)

Recensione

” – Giura che mi dimenticherai
[…]
– Non posso giurarti l’impossibile”

Come sempre, ciò che leggerete di seguito non sarà un’analisi della trama o una valutazione rigida del contenuto, bensì una lenta e insidiosa procedura di smembramento della storia stessa, affinché vengano riportate a galla le tematiche incastrate tra una riga e l’altra…quelle che fa comodo non capire ma anche quelle che rendono questo fantasy maledettamente incredibile.

Innanzitutto, direi di partire dal concetto dominante nonché elemento principalmente analizzato nella caratterizzazione dei personaggi: la razza. Gli individui che interagiscono nelle vicende sono Angeli e Demoni. Ma cosa rappresentano loro nel nostro mondo mortale, in quello che viviamo e con cui facciamo a botte tutti i giorni? La risposta più banale e più frequente è: le brave persone sono accostabili agli angeli, le cattive ai demoni. E sarebbe anche la più corretta, se solo sapessimo distinguere il Male dal Bene…ma non serve Einstein per comprendere che, nei giorni odierni, si è creata una grossa ambiguità sull’argomento. 

Avete presente la storia cui sto dedicando questo papiro infinito? Vi confonderà ancora di più a riguardo. Vi porterà in un viaggio dalle miriadi di pensieri contrastanti; vi butterà a capofitto in una realtà così tanto inventata da sembrarvi, paradossalmente, troppo vera per esserlo; vi metterà continuamente in crisi e voi non saprete da quale parte stare perché collocherà gli innocenti all’Inferno e i malvagi in Paradiso. No, non è un errore di battitura. Il racconto è proprio questo.Mi rendo conto che, dunque, potrebbe sorgere spontanea una domanda più che legittima: perché? Perché non rendere giustizia? Perché gettare nelle fiamme della dannazione eterna chi non c’entra nulla? Credetemi: questa domanda mi ha tormentata tutta la notte e ha continuato a farlo fino a qualche minuto fa, quando ho preso coscienza di quanto ho detto poco fa.

Questa storia non parla solo di sovrannaturale…ma anche e soprattutto della REALTA’. E nella vita, in quella con cui ci prendiamo a pugni cioè quella vera, non importa chi è il condannato. Basta che ci sia. Che qualcuno lo sia.

E’ sufficiente per fermarci, per impedirci di andare oltre. Nessuno crede al debole…perché è un demone. Ciò che conta in questo mondo, non è più la sostanza…ma l’apparenza.
E se il figlio del diavolo avesse l’anima di un Angelo?

Beh, posso dirvi che questa storia vi aprirà gli occhi su tutto, vi farà confrontare con qualcosa di così astrattamente surreale da essere pane quotidiano nella nostra vita. Aggiungetela in biblioteca, non ve ne pentirete.

Gen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...