@jesslibri · Autori tra le righe · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors

Autori tra le righe – @anna_melfi96

Schedi Tecnica

  • Nome autore: Anna Melfi
  • Titolo opera: Un trono per due regni
  • Genere: Fantasy
  • Data di pubblicazione: Febbraio 2018

Trama

In un mondo in cui non esiste più un equilibrio, le forze oscure spadroneggiano incontrollate. I poteri dei quattro elementi, ormai affievoliti, aiutano ben poco il popolo della luce che fatica a sopravvivere. Una speranza si accende quando, da un’insolita ed inconsapevole alleanza, si scopre il modo in cui ristabilire l’ordine delle cose. L’affascinante giovane dagli occhi blu e la misteriosa ragazza dalla chioma color rame si ritrovano così insieme, a fronteggiare oscuri segreti del passato ed inaspettate scoperte che riserverà il futuro.

  • Formato Cartaceo
  • Prezzo Cartaceo €14.00
  • Dove si trova il romanzo: su Brenner Editore

Social

Domande

  • Che cosa vuoi dirci di te come persona, oltre che come autore/autrice?

Mi definirei una persona mite e riservata, ma fortemente determinata a realizzare tutti i sogni nel cassetto.

  • Che cosa ti ha spinto a scrivere questa storia?

La voglia di realizzare un sogno. Scrivere questo libro mi ha permesso di mettermi in gioco ed imboccare la strada per quello che spero potrà essere il mio futuro.

  • Qual è il messaggio del tuo libro?

Le righe del romanzo nascondono tanti messaggi. Potrei definire il libro come portatore di importanti valori: lealtà, coraggio, amore e determinazione.

  • Che cosa vorresti trasmettere al lettore?

Credo che la risposta più adatta sia racchiusa in una citazione del libro, che riporto qui: “Ciò che si è, si costruisce nel corso della propria esistenza e anche se a metà strada bisogna cambiare percorso, quello che si ha nel cuore rimarrà per sempre, potrà solo arricchirsi. La sicurezza dell’“io” è ciò che rende forti, se si sfocia nell’incertezza del proprio essere, ci si uccide da sé. Non si sceglie chi essere, si è e basta.”

  • Come mai hai scelto questo genere?

Ho scelto il Fantasy in quanto offre l’opportunità di creare un mondo in cui tutto è possibile. Il mio intento è quello di lasciare che il lettore evada momentaneamente dalla realtà, per rifugiarsi in una piacevole dimensione ed assaporarne gli intrighi su uno sfondo chimerico.

  • Che cosa ritieni abbia di particolare il tuo romanzo?

Credo che il libro custodisca la sua particolarità nello stile della narrazione. Il modo in cui la storia viene presentata, permette al lettore di veder scorrere vivide dinnanzi agli occhi le immagini della vicenda.

  • C’è un personaggio particolare in cui ti identifichi di più? Se sì, perché?

Non c’è un personaggio in particolare in cui posso dire di identificarmi, ma penso di aver trasmessoun po’ di me in vari personaggi. Ne sono un chiaro esempio la testardaggine di Àida el’aura di mistero in cui è avvolto Ýann.

  • Quando scrivi un romanzo sai già come andrà a finire la storia oppure parti da un’idea generale e poi ti lasci trasportare dal racconto stesso?

Generalmente ho un’idea di base su quale dovrebbe essere il filo conduttore del racconto, ma tendo a dare libero sfogo a qualsiasi pensiero improvviso che mi conduca ad una deviazione per un nuovo colpo di scena.

  • Cosa rappresenta per te la scrittura? E a che età hai iniziato a scrivere?

I miei primi racconti risalgono a quando ero bambina. Definirei la scrittura una compagna di viaggio, che mi ha sempre dato modo di esternare i miei pensieri e la mia creatività.

  • Stai già lavorando ad un nuovo romanzo?

Si, il prossimo romanzo sarà il seguito di “Un trono per due regni”. Ho in programma la realizzazione di una trilogia.

  • Devi consigliare il tuo libro a un nuovo lettore. Cosa gli diresti?

Gli direi che se è pronto ad immergersi in una nuova avventura, affrontare una rischiosa lotta contro l’oscurità e destreggiarsi tra gli intrighi che mantengono il regno col fiato sospeso, non gli resta altro da fare che iniziare a leggere.

Domanda plus

  • Ti lascio libero/a di aggiungere tutto quello che vuoi sui tuoi romanzi e il lavoro che c’è stato dietro, o il tuo amore per la lettura e la scrittura.

Decidere di pubblicare il proprio manoscritto non è semplice ed è altrettanto arduo illustrare il lavoro che c’è dietro. La paura del giudizio, il pensiero che le energie spese a rincorrere quel sogno non siano riconosciute o non siano state abbastanza, sono sentimenti che possono frenare un autore nella pubblicazione della propria opera. Vorrei quindi utilizzare questo spazio che mi è stato gentilmente offerto, per sostenere e spronare gli autori emergenti che, come me, hanno deciso di entrare a far parte di questo bellissimo ma insidioso mondo della scrittura, usando una frase del mio libro:“Non c’è miglior vincitore del perdente che non si arrende mai.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...