@dinaderasmo · contributors · Recensione · Storico

Recensione – Fiori dalla cenere – Kate Quinn

Scheda Tecnica 

Trama 

Charlie ha affrontato un lungo viaggio su strade ancora dissestate dai bombardamenti. Ma adesso che è finalmente arrivata davanti a quella casa, esita. Questa è la sua ultima speranza di ritrovare la cugina Rose, scomparsa in Francia sei anni fa, nel 1941.Col cuore in gola, Charlie bussa alla porta. Ad aprire è Eve Gardiner, una donna burbera e piena di rancore, per nulla intenzionata ad aiutarla. Sta per cacciarla via, quando Charlie pronuncia il nome dell’uomo per cui lavorava Rose. E allora lo sguardo di Eve cambia. Perche’ sono trent’anni che lei cerca quell’uomo. Sono trent’anni che attende la sua vendetta.
Eve viene sempre sottovalutata: è giovane, timida, fin troppo silenziosa. Il giorno del suo arrivo a Lille, nel 1915,con un documento falso e l’entusiasmo dei suoi vent’anni, sembra una delle tante ragazze spinte in città dalla fame, abbastanza graziosa da essere assunta come cameriera, abbastanza insignificante da passare inosservata. Nessuno sospetta che sia una spia inglese, e che capisca perfettamente le conversazioni sussurrate in tedesco dai soldati cui serve da bere. Nessuno fa caso a lei. Tranne Il proprietario del locale, un collaborazionista scaltro e spregevole, che vuole aggiungerla alla sua collezione di conquiste. Per Eve, quell’uomo segnerà il suo trionfo e la sua rovina……..
Charlie ed Eve sono molto diverse, eppure condividono la stessa determinazione, lo stesso coraggio nel combattere per quello in cui credono. Facendo affidamento l’una su l’altra, intraprenderanno un cammino costellato di pericoli e di segreti, perché la fine della guerra non significa per forza l’inizio della pace. Ma solo scoprendo la verità saranno finalmente libere dai fantasmi del passato e pronte a guardare il futuro.

Recensione 

Vi è mai capitato di andare in libreria con le idee ben chiare sugli acquisti da fare e poi all’improvviso vedi un libro in mezzo a tanti che ti colpisce, la copertina ti attrae, leggi la trama e boom ti scatta qualcosa dentro che nn riesci a spiegare ma ti costringe ad annullare il progetto iniziale perché capisci che  quel libro deve essere tuo, devi assolutamente leggere quella storia e nessun libro in quel momento può prenderne il posto.

Sono stata ripagata di queste sensazioni?? Sì, nella maniera più assoluta, ma adesso tenetevi pronti che vi spiego il perché.

Il libro si apre facendoci conoscere Charlie, una ragazza di 19 anni che studia matematica in una prestigiosa università americana, lei e sua madre sono in viaggio dirette in Svizzera per motivi non di certo piacevoli. E’ il 1947 e Charlie ha un “problemino”(come lo chiama lei) che potrebbe rovinarle la vita e la reputazione, così sua madre di origini francesi e snob fino al midollo decide per lei che quel viaggio sarà la soluzione di tutto.

Ma Charlie ha un pensiero fisso nella testa,la sua amata cugina Rose è scomparsa durante la guerra, di lei si perdono le tracce nel 43’ in Francia dove anche Charlie ha vissuto prima della guerra essendo sua madre francese. Tutti ormai hanno perso le speranze sulla possibilità di  Rose viva, ma Charlie no lei sente che non può arrendersi, non può accettare passivamente che l’unica persona alla quale sia legata da un sentimento di affetto non ci sia più senza nemmeno provare a cercarla.

Ha fatto delle ricerche e ha scoperto il nome di un ristorante dove Rose lavorava e  il suo proprietario, ha scoperto anche che una certa Evelyn Gardiner era supervisore dopo la guerra e potrebbe aiutarla nel scoprire che fine ha fatto Rose.

Ora è in Inghilterra ed è la sua ultima occasione, così si arma di coraggio e decide di abbandonare il viaggio con sua madre per intraprenderne un altro,arrivando così alla porta della Gardiner.

Chiarlie si troverà davanti una donna alcolizzata, volgare e instabile che arriverà a puntargli una pistola contro, ma che si bloccherà non appena sentirà pronunciare il nome del datore di lavoro di Rose.

Perché quel nome porta Eve direttamente nel passato, precisamente al 1915, ad un’altra guerra, guerra in cui lei ne è stata una grande protagonista.

Charlie, Eve e Finn un ragazzo di 30 anni tutto fare della Gardiner, intraprenderanno un viaggio pieno di sorprese, colpi di scena e luoghi affascinanti.Ma i ricordi di Eve saranno quelli che ci porteranno in un altro viaggio, un mondo fatto da  donne addestrate a nascondere messaggi in ferretti per capelli, tacchi, borse e anelli, donne che saranno disposte a tutto, anche a calpestare la propria dignità per servire il proprio Paese, donne che non si arrendono e soprattutto non tradiscono.

Vorrei davvero dirvi di più perché ci sono tante cose da dire su questo libro che potrei parlarne per ore, ma voglio che siate voi a scoprire tutto, a leggere con sorpresa e ammirazione questa storia bellissima. Anche il personaggio di Charlie avrà un evoluzione e il suo futuro già scritto per lei dalla sua famiglia cambierà in una maniera appassionata e inaspettata.

Il libro è incalzante, dopo due pagine si è già catapultati nel fulcro del racconto, i capitoli sono alternati, ci sarà il capitolo di Charlie raccontato in prima persona e saremo nel 1947, il capitolo che ci parlerà di Eve è narrato in terza persona e saremo tra il 1915, e il 1917.

Nel libro vengono narrati in versione romanzata fatti realmente accaduti e citate e approfondite le vite di personaggi realmente esistiti, la più importante fra tutti la grande Louise de Bettigenes, la più importante spia della Prima Guerra.

Un libro che mi è entrato dentro e rapito completamente dalla prima all’ultima pagina, scorrevole, toccante commovente ma anche simbolo di donne forti e capaci.

Consiglio questo libro a tutti perché è una storia scritta bene e appassionata che vi farà piangere e poi sorridere e vi trascinerà in un vortice di emozioni a cui sarete inchiodati per molto tempo.

Fiori dalla Cenere un romanzo imperdibile.

“Gli uomini muoiono al fronte, ma anche noi donne combattiamo, raccogliamo informazioni, trasmettiamo messaggi e rischiamo tutto, in nome della libertà”

Un bacio dalla vostra Dina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...