@jesslibri · Autori tra le righe · Collaborazione - Autori Emergenti · contributors

Autore tra le righe – @simonedadamio

Scheda Tecnica

  • Nome autore: Simone D’Adamio
  • Titolo opera: Un altro giro di clessidra, edito da Scatole Parlanti collana Mondi
  • Genere: Fantasy, Romanzo di formazione
  • Data di pubblicazione: 6 giugno 2019

Trama

Sergio è un ragazzo timido e riservato, poco inserito nell’ambiente scolastico e con delle lacune che rischiano di condurlo alla bocciatura. Dietro le sue assenze, più che letterali, si nasconde un segreto ancora inconfessabile: lui è Samuel Cook, un Druido che ha trascorso lunghi anni tra le terribili fosse di combattimento dell’isola di Servos. Il giovane, attraverso un’anomala attività cerebrale, può connettersi con questo mondo parallelo e tentare di risollevare non solo le sorti della propria stirpe, ma in generale di un Continente votato alla corruzione e a dividersi, sempre più pericolosamente, in una disperata lotta per il potere. Il difficile equilibrio tra queste due esistenze viene scosso anche da alcune novità che costringono Sergio a uscire dal proprio guscio: una ragazza e…un gruppo musicale. In ballo ci sono non solo le questioni personali o quelle legate ai Druidi, ma anche e soprattutto la necessità di far luce sulla propria natura.

  • Formati Cartaceo
  • Prezzo Cartaceo €15.00 euro
  • Dove si trova il romanzo: In tutte le librerie, oppure online su Amazon, ibs.it, mondadori.it, feltrinelli.it, libreria universitaria… e tutti i più importanti store

Social

Domande

  • Che cosa vuoi dirci di te come persona, oltre che come autore/autrice?

Sono una persona che ama soffermarsi sui dettagli, ama fantasticare e che crede fortemente nel bisogno di allontanarsi con la mente quel tanto che basta per ricaricare le batterie. I libri, in questo, sono un ottimo aiuto.

  • Che cosa ti ha spinto a scrivere questa storia?

Ho cominciato a scriverla molti anni addietro, quando ancora frequentavo il liceo. Sentivo di dover dare risalto a una tipologia caratteriale spesso bistrattata nella cultura contemporanea. Oggi si va di corsa, ed è così per tutto, non solo nel mondo lavorativo. La società concede poco spazio alle mille voci che premono per urlare il proprio messaggio. Si penalizza chi ha tanto da dire, ma ha necessità dei suoi tempi per farlo. Credo di essere così, ed è questo tratto di me che volevo regalare al protagonista. L’esigenza di dare forma a chi troppo spesso è costretto a vivere privo di consistenza materiale.

  • Qual è il messaggio del tuo libro?

Il mio libro parla di riscatto, di rinascita, di crescita. Sergio e il suo alter ego, Samuel, vivono parallelamente un processo evolutivo dovendo lottare contro le proprie convinzioni. Un altro giro di clessidra è proprio questo: una seconda chance cui tutti hanno diritto. È avere il diritto di sbagliare, e il dovere di rimettersi in piedi.

  • Che cosa vorresti trasmettere al lettore?

Speranza, innanzi tutto. A volte si crede di non avere nulla da dire, e tantomeno che qualcuno abbia voglia di ascoltare. Questo non è vero, basta insistere per accorgersi che ci sono tante persone pronte ad accogliere il messaggio. E poi fiducia. È vero che le persone deludono, a volte, ma è molto più deludente non fidarsi di nessuno. Ne deriva lo stesso desolante dispiacere.

  • Come mai hai scelto questo genere?

Sono amante da sempre del genere fantasy e della fantascienza. Inizialmente la parte della storia che attinge a questo genere era la sola che avevo scelto di raccontare. Eppure, mi sono detto che avrei fatto un torto a me stesso. La storia di Sergio era troppo importante. Così è nato questo esperimento: Sergio ha un alter ego in un mondo fantastico e le due storie procedono parallele, l’una nella realtà e l’altra nella mente del protagonista.

  • Che cosa ritieni abbia di particolare il tuo romanzo?

Sicuramente la commistione fra generi abbastanza diversi. Ma non solo: credo che la forza del romanzo siano gli elementi che rimandano a una esperienza di vita vera. La musica, per esempio, che per me è stata una fantastica fonte di confronto e di crescita. Tralasciando gli aspetti legati puramente alla fiction, il protagonista è un ragazzo in cui molti lettori possono riconoscersi, oppure individuare un amico, un conoscente. E fare il tifo per lui: questa credo sia l’arma vincente di Un altro giro di clessidra.

  • C’è un personaggio particolare in cui ti identifichi di più? Se sì, perché?

Sergio rispecchia alcuni aspetti del mio carattere, sebbene estremizzati. Anche Samuel ha qualcosa di me…la testardaggine, temo.

  • Quando scrivi un romanzo sai già come andrà a finire la storia oppure parti da un’idea generale e poi ti lasci trasportare dal racconto stesso?

Sicuramente mi lascio trasportare. In questo caso la storia mi ha “sballottato” dieci anni, più che trasportarmi…è stato un fantastico viaggio. La direzione che ha preso il racconto è stata modificata in itinere, si è evoluta, ed è questa la cosa più bella.

  • Cosa rappresenta per te la scrittura? E a che età hai iniziato a scrivere?

Ho iniziato al liceo, ma penso che di fatto io abbia iniziato con i temi e i componimenti alle elementari, che erano un collage rielaborato dei romanzi di Brian Jacques e dei libri del battello a vapore. L’idea di scrivere una storia c’era da molto tempo: dovevo solo trovare la forza di riordinare le idee. La scrittura per me è vivere un’altra vita, uscire dai binari della realtà e dare sfogo a un impulso creativo che preme per uscire. È una necessità.

  • Stai già lavorando ad un nuovo romanzo?

Sì, ho una bella idea che vorrei sviluppare a breve.

  • Devi consigliare il tuo libro a un nuovo lettore. Cosa gli diresti?

Se credi nelle scelte che cambiano, e ami le storie di vita vera condite da un pizzico di fantasia…questo libro fa per te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...