Amministratrice @unteconlapalma · Chick-lit · Recensione

Recensione – Nei panni di Valeria – Elísabet Benavent – (La serie di Valeria)

Scheda Tecnica

  • Autore: Nei panni di Valeria
  • Autore: Elísabet Banavent
  • Serie: La serie di Valeria
  • Copertina flessibile: 442 pagine
  • Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  • Data pubblicazione: 26 giugno 2018
  • Collana: Best BUR. Mia
  • Copertina flessibile: 11,05 euro
  • Ebook: 6,99 euro

Trama

Valeria ha ventisette anni e vive a Madrid, ha lasciato un lavoro d’ufficio per dedicarsi alla scrittura di romanzi d’amore e il suo libro d’esordio è stato un successo. Adesso è alle prese con la stesura del secondo, ma è in difficoltà. E poi è sposata con Adrián, di cui si è innamorata quando era ancora ragazzina e con il quale ha un ménage forse fin troppo adulto. In fondo non ha ancora trent’anni e soffre la mancanza delle avventure che le raccontano le sue amiche: Lola, Nerea e Carmen, ognuna la rappresentazione di una tipologia femminile, dalla più forte alla più fragile, dalla femme fatale all’imbranata. Tutte donne che sentiamo vicine, forse perché le conosciamo, o forse perché si comportano come noi. Insicure, spericolate, ingenue e sognatrici, Valeria e le sue amiche ci conducono in un divertente scenario contemporaneo, dove l’amore, il sesso e gli uomini non sono traguardi facili. Attraverso le loro confessioni più intime e seguendo il racconto di avventure proibite, arriveremo alla fine di questa sensuale commedia per scoprire che gli equilibri sentimentali dell’inizio sono stati stravolti. Perché vivere a Madrid a trent’anni e non distrarsi non è facile, perché a trent’anni la vita è una tavola imbandita dove assaggiare di tutto un po’.

La serie di Valeria

Recensione

Buongiorno fanciulli, oggi parliamo di un libro selezionato per la #supersummerchallenge, realizzata per scegliere titoli utili per accompagnare questa caldissima estate 2019.

Con questa piccola premessa, passiamo ad introdurre questo libro edito Best Bur, una storia fatta di amiche, chiacchiere e leggerezza.

La nostra protagonista principale, considerando il nome ripetuto su ogni singolo libro della serie, si chiama Valeria. La nostra cara Valeria è una donna di trenta anni che decide di lasciare il suo lavoro (stabile e sicuro) per lanciarsi nel campo della scrittura, forte del suo successo grazie alla pubblicazione del suo primo romanzo, top di vendite. Dopo il grande successo iniziale, arriva il fatidico momento…cosa posso scrivere ora?

La storia inizia proprio nel momento in cui Valeria, reduce da un pesante blocco dello scrittore, si trascina nella quotidianità, trascurandosi sia come donna, che come moglie. Il suo matrimonio, nato in età estremamente giovane, viene influenzato da questo suo stato d’animo negativo, tanto da far allontanare suo marito, Adriàn.

A dare man forte alla nostra protagonista, troviamo tre bellissime e diversissime fanciulle: Nerea, Carmen e Lola che, da prassi, racchiudono caratteristiche e peculiarità che cercano di coprire il maggior pubblico femminile possibile. Problematica??? La grandissima somiglianza ad una nota serie televisiva del nostro cuore, ma andiamo per gradi.

Cosa succederà alla nostra Valeria? Riuscirà a ritrovare la vena creativa senza smontare il suo matrimonio?

Morale: Grazie all’utilizzo di diverse figure femminili, con passati e presenti diversi, marcati e ridondanti, abbiamo tematiche molto diverse trattate in maniera superficiale e grossolana. Personalmente, non sono riuscita a recepire nulla di nuovo da una storia fatta da diversi cliché, causa, soprattutto, dalle diverse similitudini a Sex and the City. Ad un punto della lettura, il mio cervello era allenato a trovare i diversi aspetti e punti in comune con la serie, piuttosto che affezionarmi alle protagoniste.

Parere: Sono consapevole che questa storia nasce per intrattenere in maniera tranquilla e, a tratti piccante, per allietare qualche ora di lettura. Ma, sì troviamo un grande MA, preferivo un piccolo cambio di programma, oppure, spaziare sui personaggi per evitare confronti e/o paragoni con la serie, considerando anche il successo di quest’ultima, da non sottovalutare.

Ultimo punto, ma non per importanza, è la scelta di trattare determinati argomento come il lavoro, il rapporto con i propri obiettivi e il collocamento di una donna nella società, con un linguaggio troppo da “pettegolezzo tra amiche” , riconducibile solo al sesso e al rapporto fisico tra persone. Una storia, nel complesso, non molto forte, tanto da indurti a fermarti a metà libro proprio nel punto dove, in parte, troviamo un piccolo attimo d’interesse.

La scelta di scrivere una storia con diversi personaggi, rende anche difficoltosa la lettura perché non ci sono stacchi netti ma una narrazione continua senza chiari riferimenti a chi parla di cosa.

A malincuore devo bocciare questo libro, anche nella sua semplicità. Non è nata la scintilla.

Mi dispiace.

Un bacio dalla vostra Palma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...